Quick Login

Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - CHEM

Pagine: [1] 2 3 ... 94
1
Arenaviola / Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« il: Maggio 24, 2022, 12:47:00 pm »
No, non è Torreira che può trovare il passaggio decisivo negli ultimi venti metri, ma nemmeno è questo ciò che gli viene chiesto da Italiano. L'importanza che l'uruguaiano nell'ultimo Campionato ha rivestito, all'interno dello scacchiere tattico dei viola, si basa su compiti ben diversi. Due in particolare: la capacità di dirigere i tempi di pressione e le scalate in avanti del centrocampo (non a caso, secondo me, Torreira ha assunto il ruolo di regista molto più senza palla che con) e gli inserimenti per riempire l'area avversaria (cosa che, per esempio, faceva ottimamente Pobega, nello Spezia di Italiano). Poi è ovvio che, alla Fiorentina, serva come il pane aumentare anche la qualità in avanti e trovare giocatori che sappiano dettare l'ultimo passaggio. Tuttavia, ripeto, non questo ciò che ha reso Torreira così centrale per l'economia del gioco dei gigliati di quest'anno.
E che c'entra? Anche Theo Hernández è uno scarto del Real Madrid, eppure stiamo pur sempre parlando di una forza della natura. La Fiorentina deve valutare esclusivamente il rendimento del giocatore in base a quello che ha dimostrato sul campo in quest'ultima stagione, non certo il suo curriculum precedente in squadre che, come hai detto giustamente anche tu, giocano per tutt'altri obiettivi. Ovvio che Torreira al Bayern Monaco (esempio randomico) farebbe panchina fissa, ma ciò non toglie che, per i viola, rappresenta invece un perno essenziale.
Torreira ha aumentato eccome il livello qualitativo del centrocampo della Fiorentina, non scherziamo. Passare da Amrabat e Pulgar a lui, per quanto riguarda il ruolo di regista, ha rappresentato un upgrade difficilmente quantificabile.
Certo che c'è di meglio, mica stiamo parlando di Modrić, ovvio. Però bisogna parametrare il tutto alle attuali possibilità economiche e di appeal della Fiorentina. Quanti e quali nomi di giocatori pariruolo certamente più qualitativi di Torreira e su cui la dirigenza viola avrebbe reali possibilità di acquisto ti vengono in mente, oggi come oggi?

Italiano chiede in base a quello che i calciatori posso dare. Non gli chiede il filtrante perché sa che non è nel suo repertorio, ma stai sicuro che se avesse un regista come Pirlo lo sfrutterebbe per le sue caratteristiche che, a giudicare dal possesso palla medio, sarebbero di gran lunga più congeniali per dare più qualità ad una manovra altrimenti scolastica e orizzontale.

Poi, intendiamoci, se riusciranno a tenerlo a Firenze io ne sarò felice ma altrimenti non mi fascio la testa prima di essermela rotta.

2
Arenaviola / Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« il: Maggio 24, 2022, 11:30:25 am »
In realtà, Torreira è proprio IL prototipo del regista che s'incastra alla perfezione nel sistema di Italiano, soprattutto per il suo lavoro senza palla. Un giocatore più statico, anche se con visione di gioco e piedi d'élite, annegherebbe, all'interno del meccanismo di continuo pressing e scalate in avanti proposto dall'allenatore viola.
Al di là del fatto che è impossibile che giocatori del livello di quelli da te citati possano approdare alla Fiorentina, quest'estate, mi permetto soltanto di segnalare che Tonali è un centrocampista totalmente diverso da Jorginho e Torreira. Di certo, non può essere un regista, specialmente di un centrocampo a tre.
Non esageriamo. All'Arsenal e all'Atlético Madrid certamente non ha esaltato, ma si è riuscito comunque a ritagliare qualche spazio e ad affermarsi come un buon giocatore di rotazione.
Amrabat e Lucas Leiva mi sento di poter dire che sono giocatori quasi agli antipodi.

A noi manca chi inventa la giocata o il filtrante, non è Torreira che possa darti questo. Parliamo poi di uno scarto di squadre che in Europa sono sicuramente di un livello superiore, che qui fa la differenza e altrove non riusciva, anche questo è indice del livello medio del nostro campionato.

Uno in grado di darti QUALITÀ in mezzo non ce l'abbiamo, inutile girarci intorno. Torreira ci va benissimo per quello che è il campionato ma è indubbio che c'è di meglio e (personale convinzione) magari più funzionale a colmare un gap qualitativo che abbiamo in mezzo al campo.

3
Arenaviola / Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« il: Maggio 23, 2022, 08:19:54 pm »
Torreira è un giocatore che in squadre di medio/alto livello non ha visto il campo, questi sono i fatti. Noi ragioniamo sempre di voler prendere giocatori per aumentare il livello della nostra squadra, diciamo per come è messo il campionato italiano uno come lui spicca (il capocannoniere della squadra vincitrice del campionato è un esterno di attacco con 11 gol all'attivo, la dice lunga sul livello medio... ) ma è indubbio che se fosse stato davvero buono almeno con l'Arsenal avrebbe giocato.

Non mi strappo i capelli se dovesse andarsene, a me non riempie gli occhi, ma è indubbio che senza spiegazioni ufficiali diventa dura aver fiducia nel futuro e nella dirigenza.

Non resta che aspettare e vedere, anche se prevenuti a questo punto.

4
Arenaviola / Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« il: Maggio 23, 2022, 09:52:19 am »
Io ho la sensazione che Rocco voglia imporre Amrabat come titolare, perché a lui piace ed é stato pagato tanto: e credo pure che stia rosicando visto che negli ultimi anni sono stati presi tanti giocatori a 10-15 milioni che poi non hanno reso. Ergo, probabilmente ha considerato l’investimento su Torreira non necessario. Francamente non sono d’accordo e mi dispiace tanto per Lucas.
Capirei la scelta, quantomeno in parte, se dovessero arrivare due mezzali di qualità, e tenendo a mente che Italiano, quando stavano bene, faceva giocare Bonaventura insieme e Castrovilli insieme, allora forse un Amrabat a centrocampo é più utile.

Con 2 competizioni più la coppa Italia da giocarsi, Amrabat non può certo farsele tutte.
Torreira non mi ha riempito gli occhi, non è il regista alla Liverani o alla Pirlo che credo vorrebbe anche Italiano ma a quella cifra, anche solo per farci cassa, era da prendere SUBITO.

Pradè è un uomo senza coraggio, perché se l'avesse avuto si sarebbe dimesso seduta stante. Era lui che ha fatto di tutto per portare Torreira qui, lui che sicuramente si era speso in mille discorsi col giocatore. Se alla fine decideranno di lasciarlo all'arsenal allora lui dovrebbe prendere posizione, a meno che (estremamente difficile) non abbiano di meglio.

Quanto all'allenatore non sono straconvibto che alla fine si andrà avanti con lui, viste queste premesse.

Barone vale un Cognigni, ne più ne meno. Ma scordiamoci che agisca fuori dalle direttive di Rocco, che quando ha voluto portare Amrabat ha agito di testa sua... Se lasceranno libero Torreira sarà perché Rocco in primis ha deciso così, Pradè e Italiano credo lo avrebbero di sicuro riscattato.
Questo potrebbe rappresentare l'inizio della fine, una evidente distanza di pensiero e quindi una palese limitazione di autonomia e peso sulla costruzione della squadra. Un professionista che si rispetti, in queste condizioni non può lavorare bene.

5
Arenaviola / Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« il: Maggio 20, 2022, 09:26:54 am »
E' quello che dicevo io un po' di tempo fa. L'anno scorso fu un'annata disastrosa ma con il primo Iachini la squadra giocò (l'errore fu confermare Beppe, che purtroppo non lo possiamo di certo annoverare tra i migliori allenatori della A) e fece punti. Quest'anno, considerando il mercato fatto, se si perde coi gobbi, io non lo considererei tanto meglio del primo anno di Iachini.

Questo finale di stagione ci sta dicendo comunque molte cose. C'è da lavorare molto sulla squadra. Se il nostro giocatore di raccordo tra centrocampo e attacco è Bonaventura (non me ne voglia) è ovvio che a livello offensivo si fatichi. Servono giocatori in grado di creare palloni pericolosi. Sono ancora in tempo a puntare su Berardi. Cabral ha deluso e mi aspettavo di meglio, ma poveretto, arrivano 2 palle a partita. Entra Piatek e nemmeno lui ha una palla giocabile. Il problema sono gli esterni ed un giocatore di raccordo tra centrocampo e attacco che manca. Ikonè a destra è impresentabile. Non punta mai la fascia, non cerca mai di saltare un uomo e fa sempre lo stesso movimento, e cioè quello di accentrarsi. Incredibile come non sia possibile vederlo dall'altro lato del campo dove si accentrerebbe molto meno dato che andrebbe sul piede debole (tanto il piede forte a livello conclusivo tutto è tranne che forte). Nico è un giocatore stranissimo. In alcune partite sembra che possa spaccare il mondo ed in altre lo prenderesti a calci. Detto di Bonaventura ci vorrebbe anche un altro interno di centrocampo, visto che Castro rientrerà bene il campionato successivo. Della difesa che dire? Venuti si dovrebbe fare in modo che giochi meno partite possibili. Biraghi ha le solite amnesie, ma di terzini sinistri buoni non è che ce ne siano molti. Però tocca anche interpretare la squadra e la Fiorentina è una squadra che se non corre lascia campo libero agli avversari. Io sono sempre stato dell'idea che se la difesa non è supportata prendi caterve di gol anche se compri i migliori.

Poi c'è Italiano. Al di la di queste ultime gare non si può negare che è un grande motivatore. Però, e ci sono diversi però, a livello offensivo non è che abbia fatto vedere chissà che grandi novità. Partito Vlahovic la squadra ha segnato con una media di 1 gol a partita, cioè con una prospettiva di 38 in un anno. Meno di quanto si segnava con Iachini. E dico Iachini per dire di una squadra che non era certo esaltante. Poi ha un grande problema nel leggere le partite. Se una partita inizia male puoi anche spegnere il televisore, non un cambiamento nel modo di giocare, uno spostamento dei giocatori, nulla. Rimane li, passivo, ad aspettare che qualcuno la butti dentro. E finiamo sul discorso tattico. Quando giocavo a Football Manager impostavi una tattica e quella era, bene, Italiano sembra che giochi a FM. Non ha mai provato alternative, non ha mai pensato, vista la difficoltà nel rifinire, di provare a giocare con un trequartista (Ikoné lo ha fatto spessissimo in Francia) a supporto degli esterni e della punta, magari con Torreira e Amrabat (che lo si metterebbe nel suo ruolo naturale). Niente. Cambi ruolo su ruolo, come se non sapesse fare altro...

Io a FM di tattiche ne imposto sempre almeno due ben diverse, vorrà dire che mi Candido come sostituto del mister...
Con la squadra "leggermente incipriata" dello scorso anno, con scelte di mercato invernale discutibili (Pulgar avrebbe fatto comodo in un centrocampo decimato) e con una visione tattica talebana, quanto fatto a livello ASSOLUTO merita una larga sufficienza.

Il problema sono queste inaspettate e inspiegabili dosi di veleno che ci hanno fatto buttare giù lungo la stagione e che rischiano di averla in parte compromessa. Partitone con la Roma e scena muta con la Samp?! Vittoria esterna col Napoli e poi ne prendi 4 in casa dall'udinese?! Questa instabilità ha ucciso molti di noi, che ci siamo aspettati (illusi) una squadra di uno spessore ben definito e invece arriviamo a fine stagione senza aver capito chi è la Fiorentina, se quella capace si fantastiche imprese (vittoria a bergamo, a Napoli, semifinale di Coppa Italia) o quella mediocre è impalpabile di altre (troppe) uscite.

Non so se vedrò la partita coi gobbi, troppo provato dalla partita con la Samp. Mi hanno ucciso dentro. Avessero avuto metà della voglia del tifoso di tornare in coppa, avrebbero ALMENO giocato senza prenderne 4 come gli ultimi degli stronzi. Questo mi ha fatto male, perché se ci devo tenere solo io ma non dipende da me, il senso di impotenza mi devasta.

Per il prossimo anno... bah, non saprei da dove rifarmi. Verrebbe da dire che andrebbe rifatta mezza squadra, vuoi per un motivo (scadenze, cessioni...) o per l'altro (si troverà di meglio in qualche ruolo?....). Il mercato da sempre mi appassiona ma mai come questa estate si capirà davvero se ci presenteremo con obbiettivi fissati più Seri della colonna di sinistra e quindi se con una squadra attrezzata per arrivarci.

6
Una settimana per preparare questo scempio...

All'ultima coi gobbi io gli farei trovare lo stadio vuoto.

7
Poker! Sono esterrefatto.
Dopo i regali di Atalanta e Roma ci siamo affondati miserabilmente da soli.
Io sti geni li manderei in ritiro questi zeri assoluti per l'ultimo match con figura di merda mondiale.

https://m.firenzeviola.it/primo-piano/saponara-oggi-non-si-puo-sbagliare-giampaolo-367634

Non hanno sbagliato, hanno fatto peggio

8
Italiano vada pure a Napoli va anche lui.
Ennesima figura di merda

Ha un limite enorme, vede il calcio solo in un modo.
L'effetto sorpresa è finito da qualche mese, oramai ci hanno preso tutti le misure.
Questo di oggi è un film già visto in recenti partite, nulla di nuovo. Per me era scontato che oggi si sarebbe fatto ridere, c'era solo da sperare che la Samp non fosse salva perché giocasse con meno scioltezza...

Italiano è pragmatico pari a zero.

9
Stiamo certificando sul campo che, se mai riusciremo a giocare una competizione europea il prossimo anno, sarà solo perché altre hanno fallito.
Noi siamo arrivati a giocarci la stagione con il centrocampo completamente sfasciato ma non c'è da girarci tanto intorno, non ci meritiamo più di stare sotto a guardare.

10
Non ho capito il tuo nickname, se vuoi puoi chiedere all'admin di cambiarlo in Napoletanolo forse è meglio?
Comunque lo scudetto vi saluta grazie anche alle nostre 3 sberle.

Fa niente, bannato.

11
Arenaviola / Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« il: Aprile 28, 2022, 01:48:44 pm »
Torreira è riscattabile a cifre irrisorie. Su Ikoné concordo al 1000%. Il francese deve giocare a sinistra perché ci servono uomini in grado di buttare palloni in area. Però il gioco deve essere veloce. Il possesso palla ha una ragione se lo associ ad improvvise partenze. In due gare abbiamo avuto il 73% di possesso palla ed abbiamo subito 6 gol. Qualche domanda tocca farla...

Le improvvise ripartenze le fai se hai campo davanti.
Per avere campo, gli avversari devo scoprirsi.
Per scoprirsi, devono non andare in vantaggio prima di noi.
Tutto di una semplicità mostruosa.

Tutti sanno come entriamo in campo, si tratta solo di aspettare l'immancabile vaccata per castigarci:è successo con Juve, Salernitana e Udinese negli ultimi 7 giorni. Siamo scontati come il lunedì, non abbiamo altre soluzioni. Poteva andare bene all'inizio ma ora anche il più scemo del villaggio ci prenderebbe le misure.

12
Non sono assolutamente per liberarmene ma paradossalmente è quello che è cresciuto meno. Come allenatore ha un grande potenziale (non parlo nemmeno a livello tattico, ma cosa più importante a livello di gestione di squadra) però si sta dimostrando troppo integralista. Deve crescere in questo. Con Ikoné mi sta ricordando molto Arrigo Sacchi quando metteva Beppe Signori a fare l'esterno di centrocampo. Non attua mai un cambiamento tattico. A gara in corso, anche per il motivo precedente, non riesce mai a cambiare una situazione negativa. Inoltre mi ha un po' deluso nella gestione delle punte. OK, gli abbiamo tolto un giocatore del calibro di Vlahovic ma il suo essere integralista non ha portato a pensare di effettuare un cambio sulla modalità di gioco. Si gioca ancora come se il serbo fosse in campo. Magari riuscirà a gestire meglio Cabral il prossimo anno, stiamo a vedere.

Di questo passo il problema lui non se lo porrà, toccherà ad altri.

13
Alla fine l’Atalanta ha rimontato (4-4), ma anche il pareggio ci va bene, perché li teniamo dietro. Un altro risultato interessante per noi é la sconfitta dell’Inter. Oramai seguo il calcio da tempo e tenendo a mente che l’Inter non avrà vita facile ad Udine, dubito che il Milan riesca a non fare passi falsi. Il problema è che a noi serve una vittoria…

Io più che guardare gli altri guarderei in casa nostra.
Se giochiamo come nell'ultima settimana anche la rappresentativa giornalisti sarebbe capace di farci il culo.

14
Italiano non lo sto capendo, sembra rimbecillito. Ma che cazzo lo metti a fare ikone se gli fai fare quasi il mediano?

Sarà un caso ma da quando sono uscite le voci sull'allenatore non ci abbiamo più capito un cazzo, evidentemente hanno colpito nel segno.
Uno 0-4 è una bella figura di merda, senza tanti giri di parole.
E c'era chi faceva i conti per la Champions...

https://youtu.be/sqmwJ6fQejk


15
Arenaviola / Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« il: Aprile 26, 2022, 06:46:19 am »
Ci mancava solo la clausola dal 1 al 15 giugno ... certo che tra tutti (società, allenatore, giocatori e stampa) non ci fanno mancare nulla .. chi per un verso chi per un altro !
Io mi chiedo quanto potrà durare ancora questo "giochino" -leggasi calcio-, a cui tutti (i soliti di sopra) si ingegnano a segargli le gambe ...

Teoricamente è l'esatto opposto, vogliono abolire i vincoli per rendere tutto più "fluido" e non legare nessuno in un posto, creandogli le condizioni per potersi muovere anche con un contratto in essere.
Visto che vale per i giocatori, trovo giusto che si applichi anche agli allenatori.
Per forza non si fa nemmeno l'aceto, ricordiamocelo bene. Si dicono tutti professionisti ma in realtà sono tutti alla ricerca di più soldi e basta. Ipocrita e umano, vita di tutti i giorni. Quando uno non ci vuole più stare in un posto è bene che tolga il disturbo quanto prima per il bene di tutti, la clausola serve solo per definire i termini di uscita, una "estrema ratio" a cui appellarsi se non si trova un gentlemen agreement. Ad ogni modo, 10 mln in un'unica soluzione mi paiono un buon deterrente, fatto salva la volontà dell'allenatore...

Pagine: [1] 2 3 ... 94