Fiorentina > Arenaviola

LA FIORENTINA DI ITALIANO

<< < (247/371) > >>

Etrusco:

--- Citazione da: Nevyce - Luglio 02, 2022, 09:38:03 pm ---Intanto con il monoschema e senza le palle di lanciare giovani ci ha portato in Europa con una squadra che non la valeva.
Dal linguaggio che usi in ogni post più che un etrusco sembri un Barbaro ( senza offesa per i barbari )

--- Termina citazione ---
Non sono barbaro magari lo sarai tu d'origine o forse sei arabo e quindi non conosci gli etruschi. Dovresti soprattutto rispondere sulle questioni calcistiche e non contro un tifoso come te, dato che io non ti ho mai detto nulla passando semplicemente oltre ai tuoi commenti.
Che Italiano sia bravo non lo scopri certo tu, ciò che metto in discussione io è il fatto che non lancia i giovani e che comunque si, ci ha portato dopo 5 stagioni nell'Europa (nella coppa meno importante), però lo ha fatto con una squadra che ha il 6°-7° monte ingaggi della serie A.
Personalmente non impazzisco per questo allenatore monoschematico perché da sempre sono contro a qualsiasi forma di calcio orizzontale ma ovviamente non posso che dargli del bravo, visto che altri prima di lui hanno fallito con +/- gli stessi giocatori, però e lo ribadisco dovrebbe essere meno fiscale su alcune questioni di giocatori e tattiche.

alex1950:
Amrabat Benassi Bonaventura Duncan Mandragora Maleh, Pulgar e forse Praet. Per non parlare di Bajrami.
..e di Castrovilli.

Ok che c'è da affrontare un tour de force niente male dal 14 agosto a metà novembre,
Ma 8/9 centrocampisti mi sembrano eccessivi. Alcuni saranno sicuramente ceduti.

6/8 nomi per 3 ruoli + se Italiano si degna qualche giovane dalla primavera.

Registi: Mandragora Amrabat (Pulgar)
interni: Bonaventura Maleh Bajrami Duncan (Praet).

... terrei questi fino al mercato invernale, praticamente fino a novembre, poi farei le scelte.

Gabriel_Omar:
Comunque sia, a prescindere dai nomi, la Fiorentina mi sembra che già dalle premesse stia facendo un passo indietro, rispetto alle altre dirette concorrenti nazionali. Se, infatti, molte squadre italiane stanno calibrando la campagna acquisti alla ricerca di profili che si possano ben adattare all'idea di gioco del proprio allenatore (Ederson per l'Atalanta, Marcos Antônio per la Lazio e Matić per la Roma), la società gigliata, dal canto suo, mi sembra stia invece cercando di portare avanti una filosofia che ha ben poco a che vedere con principi tattici, quanto con la volontà di valorizzare elementi della propria rosa che erano stati acquistati a prezzi non scontati e che, tuttavia, erano finiti ai margini.


--- Citazione da: Etrusco - Luglio 03, 2022, 01:37:46 am ---Personalmente non impazzisco per questo allenatore monoschematico perché da sempre sono contro a qualsiasi forma di calcio orizzontale (...).

--- Termina citazione ---
Il Calcio di Italiano però mi sembra tutto, fuorché tendente all'orizzontalità. La sua è anzi una proposta di gioco molto verticale e volta alla ricerca della profondità. Il problema, casomai, era rappresentato dalle partite in cui la Fiorentina, nella passata stagione, ha incontrato squadre molto chiuse: in quelle circostanze, ha pesato moltissimo l'assenza di un giocatore che, oltre a González, riuscisse a saltar l'uomo e creare così superiorità numerica e posizionale.

sololaviola:
A me invece danno l'impressione che si stiano muovendo con una idea precisa. Poi ci sarà da vedere se questa idea renderà o meno, ma il mercato viola ha l'obiettivo, a vedere i nomi, di dare a Italiano un centrocampo costruito con un mediano (invece del regista) e due costruttori di gioco come interni di centrocampo. O comunque due giocatori in grado di giocare il pallone. E dai nomi si evince questo, partendo da Praet, passando a Bajrami per finire all'ultimo giocatore accostato alla squadra, Puig.

CHEM:

--- Citazione da: sololaviola - Luglio 04, 2022, 04:53:50 pm ---A me invece danno l'impressione che si stiano muovendo con una idea precisa. Poi ci sarà da vedere se questa idea renderà o meno, ma il mercato viola ha l'obiettivo, a vedere i nomi, di dare a Italiano un centrocampo costruito con un mediano (invece del regista) e due costruttori di gioco come interni di centrocampo. O comunque due giocatori in grado di giocare il pallone. E dai nomi si evince questo, partendo da Praet, passando a Bajrami per finire all'ultimo giocatore accostato alla squadra, Puig.

--- Termina citazione ---

A me sta piacendo molto questo volersi far trovare strutturati già all'inizio della stagione. Sui nomi, tattiche e ruoli non mi esprimo finché non vedo come li mette in campo.
Di solito, ed è cosa tristemente certificabile guardandosi indietro, di questi tempi eravamo in alto mare. Un bel cambio di passo e strategia.
Vero è che ci sarà sicuramente qualcuno che dovrà uscire, tipo Milenkovic, che a me non fa impazzire ma che rispetto ad altri ruoli non è così banale da sostituire.
Vediamo, ma per ora sono piacevolmente sorpreso.

Navigazione

[0] Indice dei post

[#] Pagina successiva

[*] Pagina precedente

Vai alla versione completa