Quick Login

Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - Max

Pagine: [1] 2 3 ... 151
1
Arenaviola / Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« il: Oggi alle 10:43:13 pm »
Di nulla 👍🏻

2
Arenaviola / Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« il: Oggi alle 10:32:17 pm »
É fuorigioco perché Benzema era più avanti del portiere. Quando un giocatore é in una posizione più avanzata rispetto al portiere, per non essere in fuorigioco, bisogna essere dietro a due giocatori di movimento e non uno.

3
Mercato / Re:MERCATO 2022
« il: Oggi alle 03:28:42 pm »
 l_o_l l_o_l l_o_l

4
Arenaviola / Re:QUESTIONE PORTIERE
« il: Maggio 27, 2022, 09:19:46 pm »
Gollini spero sia uno scherzo: a questo punto é davvero meglio tenersi Terracciano. Senza contare che con Kouame, dopo una stagione da 13 gol e 10 assist (seppur in un campionato modesto ma in crescita, come quello belga), possiamo farci tranquillamente 8-10 milioni (e a quel punto puoi provare a prendere Vicario o Carnesecchi).

5
Mercato / Re:MERCATO 2022
« il: Maggio 27, 2022, 09:14:31 pm »
Bene, hai continuato con gli insulti, ultima arma di chi è a corto di argomentazioni. Siccome io una "promessa" la so mantenere, a differenza tua (che qualche post fa scrivevi che non avresti più voluto rispondermi, salvo poi fare l'esatto opposto), direi che la possiamo finire qui. Torneremo a parlare, forse, solo SE e quando avrai imparato un po' di educazione. Se per te è normale insultare il prossimo, solo perché la pensa diversamente da te sul Calcio, vuol dire che hai grossi irrisolti e una profonda mancanza di rispetto.

Dopo aver fatto il professorino (del nulla), insulti per primo, altri ti rispondono per le rime, e ti metti pure a fare il professorino di educazione etica e morale. Ora capisco pure che tu pensi che uno possa beversela, ma credi davvero che su questo forum siamo tutti scemi?

6
Mercato / Re:MERCATO 2022
« il: Maggio 27, 2022, 08:52:18 pm »
Mai scritto nulla del genere. Soprattutto, mai parlato di "valore enorme" della Conference League. Semmai, ho scritto che quest'ultima, a livello gerarchico, ha lo stesso valore della Coppa UEFA ante-2000 (che è cosa diversa dall'Europa League, ma stai continuando a fare una confusione assurda). E questo, lo ripeto, lo ha dichiarato la UEFA, non il sottoscritto. Non sei d'accordo con loro? Bene, scrivigli e lamentati di ciò, ma non te la prendere con me.
Lo ripeto, non ho mai detto nulla del genere. Io ho parlato di regole di accesso (rispondendo ad un messaggio di un altro utente), non ho mai fatto riferimento alla "graduatoria", che è tutt'un'altra cosa. Non hai capito un tubo, ma fa nulla. Quindi non devo ammettere proprio niente. Anzi, casomai dovresti essere tu a chiedere scusa per aver preso fischi per fiaschi. Ma so che non lo farai, sarebbe inaccettabile per te ammettere di aver capito/letto male. Solo che mi stai facendo perdere una mole assurda di tempo, soltanto per farti notare i tuoi sfondoni nella lettura dei miei post che quoti.

Ancora per l’ennesima volta pubblico il tuo post:
“La Conference League è, gerarchicamente parlando, la terza competizione europea per club. Esattamente come, per oltre un ventennio, fino al '99, lo fu la Coppa UEFA. Di conseguenza, ha un enorme valore. E, tra l'altro, non credo proprio che Roma, Feyenoord, Leicester e Olympique Marsiglia siano squadre tanto più deboli di Eintracht Francoforte, Rangers Glasgow, Lipsia e West Ham”

Eccolo ancora signori, proprio lui, il mito di donne e bambini: colui tenta imperterrito di rigirarsi ogni frittata:
Mai parlato di valore enorme della conference League…infatti hai fatto di peggio: “La Conference League è, gerarchicamente parlando, la terza competizione europea per club. Esattamente come, per oltre un ventennio, fino al '99, lo fu la Coppa UEFA. Di conseguenza, ha un enorme valore”.
Hai tentato di dare un enorme valore alla Conference League perché gerarchicamente parlando, più di 20 anni fa, l’Europa League era terza come oggi lo é la conference ahahahahah

Spero che ti bannino il prima possibile, almeno la smetterai di prendere per i fondelli me e tutto il resto del forum.

7
Mercato / Re:MERCATO 2022
« il: Maggio 27, 2022, 08:31:10 pm »
Certi toni sono dovuti nei confronti di chi ha utilizzato parole simili nei confronti di altri utenti per primo(vedi quando hai detto che fumogeno viola dice stupidaggini) e nei confronti di chi tenta invano di rigirarsi la frittata in maniera spudorata ed oramai é rimasto senza argomenti. Analizziamo infatti nuovamente la qualità delle tue obiezioni:

“L’Europa League 25 anni fa nemmeno esisteva”. Ma davvero la Coppa Uefa nel 2009 ha cambiato nome in Europa League? Dici sul serio? Caspita, hai profondamente ragione…

La tua “obiezione” suona simile ad una cosa del genere: una persona (che magari ha vissuto il tempo delle lire in giovinezza) acquista una casa per 200 mila euro. Qualche volta, fra conoscenti, capita che dica di averla pagata 400 milioni (di lire) magari per enfatizzare l’importo speso o per altro. Facciamo caso che un’altra persona, corregga l’acquirente della casa affermando: rimbambito, non sai nemmeno che le lire non ci sono più dal 2002?!
Secondo te, il rimbabito sarebbe la persona che una volta tanto afferma di aver pagato la propria casa 400 milioni di Lire o la persona che lo rimprovera perché le
Lire non ci sono più dal 2002?

Ecco, questa é la qualità delle tue obiezioni…
Ho parlato di Europa League di 25 anni (23 per per la precisione, altrimenti, non sapendo cosa inventarti, ti attacchi pure a queste cose) solo per enfatizzare  l_o_lla continuità gerarchica e strutturale delle due competizioni, non perché non sapessi che dal 2009 la Coppa Uefa ha cambiato nome…


É vero, hai tirato fuori la storia della graduatoria fin da subito (insieme alla barzelletta per la quale le semifinaliste della conference non sono tanto più scarse di quelle dell’Europa, in risposta a chi ti diceva che fra le rose di Europa League e Conference c’é molta differenza) questa cosa aggrava ancor di più la tua posizione perché hai spacciato fin da subito una graduatoria di 25 anni fa (quella della Europa League) come metro di giudizio valido per conferire un grosso valore alla conference, infatti, ripeto per l’ennesima volta, hai scritto: Il “La Conference League è, gerarchicamente parlando, la terza competizione europea per club.
Esattamente come, per oltre un ventennio, fino al '99, lo fu la Coppa UEFA. Di conseguenza,
ha un enorme valore”

Il ragionamento da te riportato disopra non ha alcun senso ed ovviamente non conta nulla; inoltre, é totalmente fuori contesto perché io ed altri utenti del forum stavamo ed abbiamo discusso della differenza che c’é fra l’Europa League e la Conference di quest’anno, parlando della differenza delle rose: se tu che te ne sei uscito con l’Europa League di 25 anni (ma cosa caspita c’entrava?  l_o_l) e giudicando le semifinaliste della Conference più o meno di pari di livello dell’Europa League. E quel post fuorviante viene dopo quello di un utente (Etrusco) che giustamente faceva notare la differenza fra le due competizioni (di quest’anno ovviamente). Sei un pagliaccio e non potrai che rispondere con sofismi da 4 soldi, tentano invano ancora di eludere l’umiliazione, che già é arrivata tentando di distogliere l’attenzione con il nulla.

8
Mercato / Re:MERCATO 2022
« il: Maggio 27, 2022, 06:01:40 pm »
La Conference League è, gerarchicamente parlando, la terza competizione europea per club. Esattamente come, per oltre un ventennio, fino al '99, lo fu la Coppa UEFA. Di conseguenza, ha un enorme valore. E, tra l'altro, non credo proprio che Roma, Feyenoord, Leicester e Olympique Marsiglia siano squadre tanto più deboli di Eintracht Francoforte, Rangers Glasgow, Lipsia e West Ham.

Riprendo il tuo primo post a riguardo giusto per fare vedere a tutti il pagliaccio che sei:
Etrusco, nel post precedente, aveva fatto i complimenti alla Roma per la vittoria ma aveva comunque chiamato la Conference League una coppetta pronosticando delle difficolta assai maggiori per la Roma nell’Europa League del prossimo anno.

La tua risposta? Hai scritto chiaramente che siccome l’Europa League 25 anni fa era terza in graduatoria per importanza, allora per CONSEGUENZA la Conferenze ha un enorme valore. Ma conseguenza di cosa se la graduatoria di 25 anni fa non può qualificare minimamente una competizione di oggi, solo perché ha lo stesso nome?! Ah, tu stesso nel post disopra hai scritto che non ha senso paragonare le competizioni dalla graduatoria (menomale, te lo abbiamo dovuto far notare in almeno 10 post però, ma ancora non ammetti che avevi torto marcio, anzi, ti piace affermare che gli altri non accettano il contraddittorio).

“E, tra l'altro, non credo proprio che Roma, Feyenoord, Leicester e Olympique Marsiglia siano squadre tanto più deboli di Eintracht Francoforte, Rangers Glasgow, Lipsia e West Ham”. Questa la tua risposta a chi (Etrusco in questo caso) faceva notare che c’é una differenza importante fra i club di Europa League e Conference.
Peccato però che tu, nel paragone (perché questo era, un paragone fra la qualità delle due competizioni, puoi negarlo pure all’infinito), ti sia dimenticato Barcellona, Lipsia, Porto, Napoli, Atalanta ecc…
Sento già lo stridere delle unghie sugli specchi 🤣

9
Mercato / Re:MERCATO 2022
« il: Maggio 27, 2022, 05:46:43 pm »
Ma io non rigiro nessuna frittata e tantomeno voglio avere ragione, sai che m'interessa. Anzi, ho già scritto più volte che, per quanto mi riguarda, puoi/potete anche paragonare la Conference League all'intertoto: fai come credi meglio, davvero. E la ragione, se vuoi, prenditela tranquillamente, sul serio.

P. S. Mi piace solo notare come, se io scrivo la parola "stupidaggini", mi si chiede di abbassare la cresta. Però, viceversa, mi si può dire che scrivo assurdità. Due pesi e due misure, ma ok, le accetto, nessun problema. Non sono permaloso.
Io le sto equiparando (e senza tentare di nasconderlo, anzi: sono tipo tre post di fila che lo ripeto e addirittura lo sottolineo) dal punto di vista dell'ordine gerarchico e non della competitività, ma semplicemente perché paragonare il livello di difficoltà di due competizioni così separate nel tempo, ha, a mio umile e personalissimo avviso, poco senso. Per fare un esempio volutamente "provocatorio", potrei tranquillamente dire che l'ultima edizione della Conference League è più o meno del livello della Coppa UEFA 1982/83 (cito questa perché più o meno so di cosa sto parlando, dato che ci partecipò la Roma): https://it.wikipedia.org/wiki/Coppa_UEFA_1982-1983
Non è a questo che facevo riferimento, quando ho detto che, se volevi, avremmo potuto affrontare il discorso. Mi riferivo al paragonare (in maniera "empirica", non analitica) il livello dell'ultima Conference League a quello di diverse edizioni della Coppa UEFA negli anni '80 o '90. Posto che è un discorso che comunque non c'entra nulla con il fatto che la Conference League è la terza competizione europea per club per ordine d'importanza.
Non ho mai scritto una cavolata del genere, ovviamente. Detto ciò, se non hai voglia di dialogare con un contraddittorio, non sarò certo io a costringerti, figurati. Anzi, se avessi letto prima questa frase, mi sarei risparmiato la fatica di scrivere le altre risposte a questo tuo post.

Semplicemente perché é un fatto che scrivi stupidaggini e provi di continuo a rigirarti la frittata ed é normale che uno ad una certa te lo faccia notare. Per esempio, a chi inizialmente ti faceva notare che la Conference era inferiore all’Europa League, rispondevi che non era vero perché il livello delle semifinaliste era simile. Ora, a parte che le semifinaliste dell’Europa League di quest’anno erano superiori a quelle di conference (potendo però concedere che la differenza non era nettissima, perlomeno inferiore alla differenza che emerge nella comparazione di tutte le squadre che hanno partecipato alla conference ed all’Europa League, soprattutto dai sedicesimi in poi) ma vanno considerate anche le altre squadre. Le altre squadre si chiamano Barcellona, Porto, Lipsia e compagnia e sono tutte squadre più forti della Roma o quantomeno non sono il Bodo Glimt e il Vitesse, che magari saranno pure allenate dai migliori allenatori della storia (ovviamente non lo penso) ma hanno dei limiti tecnici imbarazzanti, in rapporto alle squadre citate disopra, ovviamente.
Riassumendo insomma, hai comparato le competizioni a livello di qualità delle rose, quando poi ti si é fatto notare che avevi torto marcio, hai tirato fuori questa burla delle graduatorie, che ovviamente anche uno che non ha mai visto un pallone sa non conti nulla o quantomeno che non c’azzecchi nulla nella discussione che si era creata, perché tira in ballo competizioni diverse (l’Europa league di 25 anni fa non ha gli stessi criteri d’accesso di quella di oggi, ergo, quella di oggi, essendo la seconda competizione per Club europei e non la terza, ha più importanza e per lo stesso discorso ha più importanza l’Europa League della Conference e sempre per lo stesso discorso in Europa League ci sono squadre più forti).

Poi davvero comico come tu dica (giustamente) che é ridicolo giudicare due competizioni così diverse nel tempo dalla graduatoria, quando il discorso della graduatoria lo hai tirato in ballo tu stesso, affermando che 25 anni fa l’europa league era la terza competizione per importanza, come lo é oggi la Conference. Se, come dici giustamente ADESSO, non ha senso fare questi paragoni, perché tu stesso hai tirato fuori per primo un paragone che non conta nulla e soprattutto che non c’azzecca?  l_o_l

Dici che non accetto il contraddittorio ma la verità che continui a mettere la tua camicia al tuo prossimo, e come si dice a Roma, sei stato sgamato. Anche perché, se accettassi il contraddittorio, non ti arrampicheresti sopra gli specchi all’infinito per cercare di contraddire chi ha dimostrato ampiamenti che le tue argomentazione sono alquanto capziose.

10
Arenaviola / Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« il: Maggio 27, 2022, 04:10:10 pm »
o ho guardato circa 15 partite della Lazio quest’anno (circa 5-6 all’andata ed una decina al ritorno): nelle prestazioni (ed anche nei risultati) c’é stato un bel cambio di passo nel girone di ritorno. Non credo sia un caso, visto che Sarri, nei gironi di andata, ha faticato anche con Juventus, Chelsea e forse anche col Napoli (parlo del primo anno ovviamente). Segno che le sue squadre hanno bisogno di tempo per assimilare i suoi concetti (che alla lunga hanno sempre portato a dei buoni frutti).
La Lazio del girone di ritorno é una squadra capace di avere spesse volte il predominio del gioco, riuscendo, anche in fase difensiva, a tenere i reparti stretti fra di loro e questo gli permette di ripartire al meglio in contropiede (grazie anche alle qualità dei giocatori, che in certe situazioni, anche quando c’era Inzaghi, sanno dare il meglio). Avere i reparti stretti e quindi la difesa alta, permette alla squadra di attaccare anche con tanti uomini. È vero che la Lazio non attacca con ferocia i portatori di palla, (a differenza della Fiorentina di Italiano o magari anche del Torino di Juric), tuttavia, credo che sia una scelta che tiene a mente anche le qualità dei giocatori. Infatti, così facendo, una volta recuperata palla, la Lazio riesce a contrattaccare con tanti giocatori che riescono ad andare in porta con pochi tocchi. Hanno segnato tanti gol in questo modo. Statistiche sotto mano, non a caso, nel girone di ritorno hanno il secondo miglior attacco della Serie A (38 gol) dietro solo al Napoli (39 gol). Inoltre, sono anche tra i primi per numero di occasioni create e rispetto alla Roma (perché inizialmente il paragone era fra queste due squadre) hanno segnato ben 10 gol in più e ne hanno subito solo due in più (considerato la difesa titolare della Lazio forse é il risultato più importante).

Ripeto: il girone dall’andata non é stato all’altezza, ma nel girone di ritorno, per come hanno saputo giocare con i reparti sempre stretti, per le loro triangolazioni e transizioni offensive, per il loro trovarsi a memoria e per il numero e la qualità di gol/occasioni create, credo che possano probabilmente considerarsi come la migliore squadra in Italia dal punto di vista del gioco (attenzione poi: ho inserito l’avverbio “probabilmente”, come ho fatto negli scorsi post, proprio perché lascio una finestra aperta anche ad altre squadre). In ogni caso, i numeri del girone di ritorni (gol/occasione create) e le prestazioni (giocate a memoria, transizioni veloci e di qualità, triangolazioni, possesso palla ecc… inseriscono la Lazio di diritto quantomeno nelle squadre che giocano il miglior calcio. Sicuramente anni luce migliore della Roma.

Non generalizzo perché l’attaccamento, se così lo vogliamo chiamare, dei tifosi della Roma nei confronti di personaggi pompati mediaticamente é un qualcosa di lapalissiano oramai (ed é purtroppo un discorso che vale un po’ per tutte le tifoserie, non sempre agli stessi livelli però). Dai tifosi della Lazio, specialmente per una questione culturale/politica diversa, tale atteggiamenti sono assai meno presenti. Per questo motivo preferisco la Lazio alla Roma come squadra ed ho chiamato la Roma la seconda squadra della capitale. Poi comprendo se ad uno non gli importi nulla della qualità delle tifoserie o se la vede semplicemente in maniera differente, ma a quel punto, se guardiamo trofei vinti ecc… stiamo parlando di due squadre molto simili per non dire identiche.
Il mio era un giudizio sulle tifoserie e non su altro.

11
Mercato / Re:MERCATO 2022
« il: Maggio 27, 2022, 11:39:00 am »
Cito solo questa tua frase, perché contiene un'inesattezza, su cui si basa però il resto del tuo discorso: io non ho mai detto che la Conference League, come valore gerarchico, sia pari all'Europa League. Casomai, ho scritto che vale (ripeto, a livello gerarchico, non di difficoltà, su cui si può anche discutere e, se vuoi, lo possiamo fare per bene) la Coppa UEFA, perlomeno prima che, nel 1999, venisse abolita la Coppa delle Coppe. E' un ragionamento semplice, che tra l'altro è ben descritto proprio sul sito dell'UEFA: prima del nuovo millennio, c'erano tre competizioni UEFA per club, ossia Coppa dei Campioni, Coppa delle Coppe e Coppa UEFA, elencate rispettivamente in ordine di importanza. Allo stesso modo, oggi ci sono Champions League, Europa League e Conference League: il parallelismo è semplice. Quindi Mitropa Cup, Intertoto, Coppa delle Fiere o Coppa Anglo-Italiana non c'entrano proprio NULLA, con il discorso.
Sulle impressioni personali e soggettive di ognuno non discuto, ci mancherebbe. I fatti dicono però che, proprio secondo la UEFA, la Conference League ha lo stesso valore gerarchico della vecchia Coppa UEFA ante-2000. Poi se per te vale la Mitropa Cup o se ad un altro sembra l'intertoto, considerazioni (legittime, per carità, anche se distaccate dalla realtà) tue/vostre.
Scusate, giuro che non voglio mancare di rispetto a nessuno, però vi posso assicurare che Leicester e Feyenoord avrebbero rullato con la pipa in bocca la Fiorentina di Iachini. Così come anche il Bodø/Glimt, squadra organizzatissima e che attua un Calcio di posizione davvero interessante. In Serie A si gioca a ritmi bassissimi e, pertanto, quando i club italiani si vanno a confrontare nelle competizioni internazionali, rischiano sempre di uscirne con le ossa rotte. La Roma è riuscita a rimanere indenne soltanto grazie ad un paio di sliding doors che le hanno girato bene, nei momenti cruciali della finale di Tirana.

Adesso cito io la tua frase: “io non ho mai detto che la Conference League, come valore gerarchico, sia pari all'Europa League. Casomai, ho scritto che vale (ripeto, a livello gerarchico, non di difficoltà …) la coppa Uefa perlomeno prima che, nel 1999, venisse abolita la Coppa delle Coppe ”

Cerchi talmente tanto (invano) di rigirare la frittata per avere ragione, che ripeti a vanvera i tuoi ragionamenti capziosi senza ragionare sulle parole che vengono scritte per mettere a nudo le assurdità che scrivi.

Io ti ripeto per l’ennesima volta, che affermare che più di 20 anni l’Europa League fosse la terza competizione europea, come oggi lo é la Conference, non c’entra nulla in una discussione in cui si sta parlando del valore delle rose che partecipano alla due competizioni. É un dato assolutamente ininfluente e se lo tiri in mezzo ad una discussione del genere é palese (per quanto tu tenti di nasconderlo, invano) che lo fai per cercare di equiparare, per quanto ti é possibile, le due competizioni.
Ripeto per l’ennesima volta che le rose che partecipano alla Conference sono inferiori e non di poco a quelle che partecipano all’Europa League: inoltre, va pure ricordato che la Roma é stata anche piuttosto fortunata nei sorteggi e che nella conference di quest’anno mancava una squadra Spagnola (che probabilmente era il Villareal, che dovrebbe essere arrivato settimo lo scorso anno ma, avendo vinto l’Europa League, é andato in Champions, con conseguente assenza di squadre spagnole nella competizione).

Cito ancora: “ripeto, a livello gerarchico, non di difficoltà, su cui si può anche discutere e, se vuoi, lo possiamo fare per bene”
Premesso che già a più riprese ho dimostrato l’ovvio (ovvero che le squadre che partecipano all’Europa League sono più forti di quelle giocano in conference), tuttavia permettimi di dirti che non ho voglia di scambiare altre due chiacchiere con chi afferma che nell’affrontare Porto e Barcellona o Vitesse e Leicester non ci sia una differenza sostanziale.

12
Arenaviola / Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« il: Maggio 26, 2022, 04:26:10 pm »
Il miglior gioco, in Italia, in quest'ultimo Campionato, lo ha sfoggiato la Lazio? Ma sei serio?
Perché, invece la Roma sì? Ieri sera, al posto di Karsdorp, Mkhitaryan e Abraham, sono entrati, rispettivamente, Viña, Sérgio Oliveira e Shomurodov. La Roma aveva talmente poca qualità nelle seconde linee, che Mourinho si è ritrovato quasi costretto, a metà stagione, a puntare su alcuni giocatori della Primavera (i vari Bove, Volpato e, soprattutto, Zalewski), così come del resto aveva già dovuto fare lo scorso anno Paulo Fonseca, a causa degli infortuni, quando lanciò Darboe.
E grazie, la Roma ha dovuto sobbarcarsi fino alla fine il doppio impegno, mentre i biancocelesti, per gli ultimi tre mesi della stagione, hanno potuto pensare solo al Campionato. Tra l'altro, nella tara dei punti conquistati dalla Lazio in quest'ultima Serie A, pesa tantissimo il gol irregolare di Acerbi, convalidato solo a causa di un grave errore di comunicazione tra arbitro e VAR room.
Ah ok, hai sfoggiato una grande argomentazione logico-deduttiva, vedo.

Se parli in questo modo del gioco della Lazio evidentemente non hai visto le partite. Lasciando da parte, come sottolineato, la prima parte della stagione, in termini di punti ma soprattutto di prestazioni, ripeto, la Lazio é forse quella che ha giocato meglio. Poi posso comprendere se si preferisca il gioco di un’altra squadra, per carità, ma la Lazio fa delle azioni che la maggior parte delle squadre di Serie A si sogna. Se poi paragoniamo Lazio e Roma sotto questo punto di vista… anzi no, meglio lasciar perdere.

Non ho detto che la Roma ha delle riserve forti, bensì che sono sicuramente migliori della Lazio che di solito ha il suo miglior innesto dalla panchina in Basic… ergo, il paragone fra le due panchine non regge. Kumbulla, El Shaarawy, Oliveira (che a me non piace) é comunque gente che in diverse partite hanno fatto delle belle prestazioni. É la Lazio che non aveva nessuno in panchina, senza contare che i biancocelesti, hanno una difesa da medio bassa classica, ergo, il paragone fra le due rose non regge ma in perfetto stile Mourinho, si preferisce parlare degli errori arbitrali (che nessuno nega che possano avere un peso; ne ha subiti tanti anche la Fiorentina nel girone d’andata, per esempio), piuttosto che parlare di un gioco scandaloso e di prestazione mediocri con squadre tecnicamente molto più deboli.
Comprendo poi che la Roma abbia giocato tante partite  ma il livello degli avversari ti permetteva anche di fare delle rotazioni. La qualità delle riserve, poi, non giustifica risultati come il 6 a 1 contro una squadra che vale una bassa Serie A come il Bodo Glimt (dove tra l’altri hai preso 3 gol con le riserve in campo e ne hai presi altri 3 coi titolari).

L’argomentazione tirata fuori in favore dei tifosi della Lazio invece, é una bella argomentazione, perché manifesta ancora la maggiore sobrietà e quindi ragionevolezza dei tifosi della Lazio nei confronti di quelli della Roma.

13
Mercato / Re:MERCATO 2022
« il: Maggio 26, 2022, 03:58:04 pm »
Ti ho già risposto nell’altra discussione e ripeto anche qui che le tue argomentazioni a riguardo sono alquanto speciose:
Noi giudichiamo, come giusta che sia, l’Europa League di quest’anno (il discorso poi può essere anche allargato, per ovvi motivi anche a tutte le Europa League degli ultimi anni) e nella Europa League di quest’anno le partecipanti sono decisamente più forti di quelle della conference (cosa che dovrebbe essere facilmente comprensibilmente, visto che in Europa League partecipano le quinte e le seste dei campionati più importanti e le migliori dei campionati di seconda o terza fascia).
Il fatto che 20 anni anni fa l’Europa League era la terza competizione europea non c’entra nulla, poiché ormai da anni é la seconda ed il livello si é alzato (va anche considerato però che la differenza di rose fra le big dei campionati e quelle che arrivano dietro é aumentato. 20 anni anni fa in Italia infatti, le 7 sorelle avevano tutte dei big in rosa, cosa ad oggi impossibile, ma questo é discorso più ampio).
Faccio un esempio piuttosto eclatante ma utile ad afferrare il concetto: se domani la EUFA decidesse di inserire una nuova competizione, relegando la Champions alle sole squadre che arrivano fra le prime quattro nelle serie B dei maggiori campionati, dire di aver vinto la champions, non avrebbe più lo stesso valore rispetto alla competizione, con lo stesso nome, vinta dal Real Madrid anni dietro. Lo stesso ragionamento vale per il discorso che hai riportato tu sulla conference disopra. Dire che la conference ha pressoché lo stesso valore dell’Europa League perché più di 20 ANNI FA l’Europa era la terza competizione europea é a dirmi poco fuorviante; così come lo é giudicare la competizione dalle sole semifinaliste (comunque più forti quelle dell’Europa League) non guardando o facendo finta di guardare il resto delle partecipanti.

14
Arenaviola / Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« il: Maggio 26, 2022, 03:00:49 pm »
Che le due tifoserie siano profondamente diverse é un fatto, basta guardare le posizioni che vanno per la maggioranza a livello politico.
Detto questo, sono proprio i tifosi della Roma a non saper giudicare un allenatore per quello che veramente ha dimostrato, bensì solo per il suo nome e perché subiscono la risonanza mediatica che il personaggio ha (quindi forse é qualcun altro che non sa fare i distinguo). Mourinho ha condotto dal punto di vista del gioco, una stagione a dir poco orrenda, di quelle stagioni che riescono forse a far disinnamorare un tifoso del calcio: zero gioco e tante prestazioni sofferte anche contro squadre con valori tecnici decisamente più bassi.
La Lazio, dal canto suo, con una squadra nel complesso inferiore (per esempio, non hanno quasi nessun giocatore all’altezza dei titolari in panchina, ma neanche lontanamente), dopo una brutta partenza, ha sfoggiato probabilmente il miglior gioco d’Italia, arrivando davanti alla Roma in campionato (con una rosa, ripeto, inferiore ai giallorossi) ed uscendo in Europa League (forse anche in maniera immeritata) giocando contro il Porto, che sulla carta, a parte Tottenham e forse la Roma stessa, é di gran lunga superiore ad ogni singola squadra che quest’anno ha partecipato alla Conference League. Non vedo però i tifosi della Lazio osannare Sarri (che certamente ringraziano), come i tifosi della Roma osannano Mourinho (attenzione, Mourinho veniva osannato dai tifosi romanisti da molto prima della vittoria della Conference League). Questo per me significa essere burini ed é per questo che parlo di Roma come seconda squadra della capitale. Anche perché se guardiamo i titoli, é logico che si discute di due squadre molto simili, per non dire identiche, anche se la Roma certamente ha qualche tifoso in più e quindi più entrate.

Ovviamente poi parlare di livello simile tra squadre di Europa League e Conference (prendendo poi per esempio sole le semifinaliste…) denota una spiccata disonestà intellettuale di fondo: la squadra più forte dai sedicesimi in poi della conference forse é proprio la Roma; in Europa League c’erano squadre come Atalanta, Lazio, Lipsia, Bayer Leverkusen, Barcellona, Porto, Napoli, Francoforte… che sono tutte squadre con rose o più forti della Roma o al massimo leggermente inferiori; ma ce ne sarebbero anche altre da citare. La squadra più forte incontrata dai giallorossi in conference é il Leicester…
Quelle arrivate in semifinale di Europa League non sono le migliori squadre della competizione, ma se guardiamo le rose, nel complesso, sono comunque superiori alle semifinalisti di Conference League, come normale che sia tra l’altro (a parte della Roma).
Ricordiamo inoltre che la Roma non solo ha affrontato una competizione decisamente alla portata, ma ha anche avuto un calendario piuttosto agevole. Vogliamo, per esempio, ricordare il passaggio del turno con il Vitesse all’ultimo secondo, dove si é giocato a calcio solo per 20-30 minuti (nei 180 totali) nella partita di andata e per merito del Vitesse?
Reputo ovviamente la vittoria della conference un buon risultato, ci mancherebbe, ma bisogna guardare anche oltre e capire il percorso fatto che ha portato ad una certa meta, ed il campionato della Roma é stato a dir poco modesto ed a tratti orribile dal punto di vista del gioco (ma dov’é il divertimento nel calcio se si assiste a certe partite?); in conference invece, ovviamente, il risultato é buono ma la competizione é quello che é, il calendario é stato piuttosto favorevole ed anche lì le prestazioni sono state a dir poco insufficienti contro squadre poi assai modeste se non addirittura da bassa Serie A.


15
Mercato / Re:MERCATO 2022
« il: Maggio 25, 2022, 11:46:08 pm »
Guardiamo il lato positivo: Mourinho rimarrà a vita alla Roma  ;D
I giallorossi hanno sicuramente i loro meriti, ma va detto che hanno affrontato tutte squadre decisamente meno forti di loro, quantomeno sulla carta.

Pagine: [1] 2 3 ... 151