Quick Login

Autore Topic: FAIR PLAYFINANZIARIO 3.0 - NUOVO REGOLAMENTO UEFA DA GIUGNO 2022  (Letto 2642 volte)

alex1950

  • Supertifoso
  • ****
  • Post: 2061
  • #soloperlamaglia#
    • Mostra profilo
« Ultima modifica: Ottobre 10, 2020, 11:41:11 am da alex1950 »
#Firenze è una città che stimola molto ma chiede anche molto.# All'esterno ci sono situazioni che non vanno.#CesarePrandelli#

Max

  • Supertifoso
  • ****
  • Post: 2226
    • Mostra profilo
Re:FAIR PLAYFINANZIARIO 3.0
« Risposta #31 il: Ottobre 10, 2020, 12:07:07 pm »
La gazzetta dello sport riportava anche che Cutrone guadagnava 2,2 milioni. Non so come il suo stipendio si sia potuto abbassare: https://www.google.it/amp/s/sport.virgilio.it/fiorentina-gli-ingaggi-di-tutti-i-giocatori-viola-606616/amp/

Qui pure è riportata la stessa cosa ed anche gli stipendi di altri giocatori sono diversi:
https://www.google.it/amp/s/calciorepublic.com/serie-a/stipendi-fiorentina-2020-21-giocatori-iachini/amp/

Vacci a capire...

alex1950

  • Supertifoso
  • ****
  • Post: 2061
  • #soloperlamaglia#
    • Mostra profilo
Re:FAIR PLAYFINANZIARIO 3.0
« Risposta #32 il: Ottobre 10, 2020, 02:00:21 pm »
L'anomalia su Cutrone  è relativa. Può essere che nel cercare i dettagli giocatore per giocatore qualche informazione distorta ci possa essere.

La cosa più signficativa, tuttavia, non si riferisce al 7° posto del monte ingaggi viola, ma all'11° dell'Atalanta, in cui solo Gomez prende 2.0 mln e gli altri sono tutti sotto a 1,8 mln.

Come fanno a tenere a Bergamo giocatori come Zapata, Gomez, Muriel, Malinovsky e gli altri per me resta un mistero, quando qui da noi se non si sta attenti, ce li portano via tutti, .... anche arrivando ...DECIMI .... Si fosse entrati in Europa che sarebbe accaduto ?

Qui a Firenze se uno fa sei mesi bene comincia il dilemma: o mi date il doppio/triplo o me ne vado !
Quelli sono tre anni che in Italia fanno sfraceli ... e, quasi quasi, non se li caca nessuno .... Boh!
#Firenze è una città che stimola molto ma chiede anche molto.# All'esterno ci sono situazioni che non vanno.#CesarePrandelli#

sololaviola

  • Administrator
  • Violanato
  • ******
  • Post: 6374
    • Mostra profilo
Re:FAIR PLAYFINANZIARIO 3.0
« Risposta #33 il: Ottobre 11, 2020, 02:20:14 am »
Un modo per farli rimanere è dargli una squadra vincente. Oggi rispetto all'atalanta miglioreresti solo andando in Inter e juve, forse.
Save by Frey...

alex1950

  • Supertifoso
  • ****
  • Post: 2061
  • #soloperlamaglia#
    • Mostra profilo
Re:FAIR PLAYFINANZIARIO 3.0
« Risposta #34 il: Ottobre 11, 2020, 12:18:21 pm »
No. Accadeva anche ai tempi di Prandelli e del primo periodo di Montella.
E non era solo un fattore tecnico perchè le squadre giocavano bene, facevano le coppe.

Probabilmente era ed è economico.
La Fiorentina per mantenere il monte ingaggi doveva vendere, l'Atalanta, per ora no, perlomeno non per i pezzi migliori.
Sia con Prandelli che con Montella ... col piffero che potevi tenere il monte ingaggi a 42 mln ....

Sartori, forse, è più bravo di quelli che c'erano e ci sono ora.
#Firenze è una città che stimola molto ma chiede anche molto.# All'esterno ci sono situazioni che non vanno.#CesarePrandelli#

Max

  • Supertifoso
  • ****
  • Post: 2226
    • Mostra profilo
Re:FAIR PLAYFINANZIARIO 3.0
« Risposta #35 il: Ottobre 11, 2020, 02:12:23 pm »
Sartori sarà pure più bravo ma Zapata, Gomez e Ilicic, i tre giocatori più forti, hanno 30 anni o più di 30 e dei contratti che gli scadano tra 2-3 anni: ergo, sono poco appetibili dalle big. L’Atalanta, per Gomez, può chiederti tranquillamente 50 milioni, per esempio. 50 milioni per un giocatore di 32 anni prossimo ai 33 non li spende nemmeno il Manchester City. E tra due anni, quando gli scadrà il contratto, ne avrà 34...
Un conto è Chiesa, giocatore di 22 anni con contratto in scadenza tra due anni, ed un conto è il Papu Gomez.
Ricordiamoci poi che i loro big, hanno fatto stagioni veramente fenomenali solamente lo scorso anno; l’anno precedente avevano fatto molto bene ma gente come Zapata, per esempio, a 28 anni ha fatto la prima stagione veramente importante. È rischioso investire su giocatori del genere.

Gente giovane come Mancini, Kulusevski, Barrow ecc... l’hanno venduta subito.
La verità è che per chissà quale motivo negli ultimi sono riusciti a prendere tanti giocatori forti; i più giovani li hanno venduti, però così facendo possono anche permettersi di tenere a bada le offensive delle altre squadre per i loro big.

Inoltre va detto che nella Fiorentina di Montella o Prandelli i giocatori forti venivano venduti ma non era una cosa così frequente, o meglio: c’erano comunque dei giocatori come Borja Valero, Gonzalo Rodriguez, Vecino ecc... che potevano partire prima ma non lo fecero.
Inoltre va sottolineato che l’Atalanta è stata rinforzata e non di poco quest’estate, e rischia veramente di lottare per lo scudetto o di arrivare un’altra volta in fondo alla Champions League. I giocatori lo sanno...
Noi nei nostri anni d’oro recenti non abbiamo mai avuto la percezione di poter lottare per lo scudetto o di poter avanzare fino in fondo in Champions League.
« Ultima modifica: Ottobre 11, 2020, 02:20:16 pm da Max »

sololaviola

  • Administrator
  • Violanato
  • ******
  • Post: 6374
    • Mostra profilo
Re:FAIR PLAYFINANZIARIO 3.0
« Risposta #36 il: Ottobre 12, 2020, 10:24:09 am »
Sartori sarà pure più bravo ma Zapata, Gomez e Ilicic, i tre giocatori più forti, hanno 30 anni o più di 30 e dei contratti che gli scadano tra 2-3 anni: ergo, sono poco appetibili dalle big. L’Atalanta, per Gomez, può chiederti tranquillamente 50 milioni, per esempio. 50 milioni per un giocatore di 32 anni prossimo ai 33 non li spende nemmeno il Manchester City. E tra due anni, quando gli scadrà il contratto, ne avrà 34...
Un conto è Chiesa, giocatore di 22 anni con contratto in scadenza tra due anni, ed un conto è il Papu Gomez.
Ricordiamoci poi che i loro big, hanno fatto stagioni veramente fenomenali solamente lo scorso anno; l’anno precedente avevano fatto molto bene ma gente come Zapata, per esempio, a 28 anni ha fatto la prima stagione veramente importante. È rischioso investire su giocatori del genere.

Gente giovane come Mancini, Kulusevski, Barrow ecc... l’hanno venduta subito.
La verità è che per chissà quale motivo negli ultimi sono riusciti a prendere tanti giocatori forti; i più giovani li hanno venduti, però così facendo possono anche permettersi di tenere a bada le offensive delle altre squadre per i loro big.

Inoltre va detto che nella Fiorentina di Montella o Prandelli i giocatori forti venivano venduti ma non era una cosa così frequente, o meglio: c’erano comunque dei giocatori come Borja Valero, Gonzalo Rodriguez, Vecino ecc... che potevano partire prima ma non lo fecero.
Inoltre va sottolineato che l’Atalanta è stata rinforzata e non di poco quest’estate, e rischia veramente di lottare per lo scudetto o di arrivare un’altra volta in fondo alla Champions League. I giocatori lo sanno...
Noi nei nostri anni d’oro recenti non abbiamo mai avuto la percezione di poter lottare per lo scudetto o di poter avanzare fino in fondo in Champions League.

Ma infatti l'importante non è tenere tutti i giocatori forti ma non diventare una squadra di semplice passaggio. L'atalanta vende, ma raramente vende gente che gli serve, e mai senza avere un sostituto pronto. Kulusewski da bergamo non c'è nemmeno passato, Barrow era un panchinaro. Inoltre, come hai detto, ha diversi giocatori di 30 anni (anche se un Gomez è arrivato a Bergamo a 25 anni). Prendendo giocatori di 25/26 anni fa in modo di portarli ad un'età dove hanno meno mercato (a determinati prezzi) diventando meno appetibili. Magari è una tattica anche questa. Quindi forse è meglio puntare meno sui giocani e comprare gente di di mezza età calcistica. Il problema è che da Firenze se ne vogliono andare anche i Pezzella...
Save by Frey...

cuoreviola89

  • Simpatizzante
  • **
  • Post: 339
    • Mostra profilo
Re:FAIR PLAYFINANZIARIO 3.0
« Risposta #37 il: Ottobre 12, 2020, 11:30:51 am »
Senza Champions se ne sarebbero voluti andare anche dall'Atalanta i vari Hateboer, Gosens e Malinowskyj. E' quella che fa la differenza, una volta che entri devi essere bravo a restarci, non come noi che senza motivi apparenti abbiamo fatto 3 passi indietro.

alex1950

  • Supertifoso
  • ****
  • Post: 2061
  • #soloperlamaglia#
    • Mostra profilo
Re:FAIR PLAYFINANZIARIO 3.0
« Risposta #38 il: Marzo 29, 2021, 06:14:26 pm »
https://www.calcioefinanza.it/2021/03/25/fair-play-finanziario-break-even/

Il Covid ha fatto saltare il banco del FpF.

Finchè c'erano da tenere sotto controllo i conti delle società più piccole (con sbilanci piccoli) ha funzionato, dando qualche avvertimento alle grandi che spesso se la son cavata con il trucco di qualche "gentleman's agreement" e qualche campagna acquisti bloccata ..... ma adesso, con la mancanza di pubblico il ridursi degli introiti tv ..... è più difficile tenere sotto controllo i già sostanziosi ed insostenibili deficit di bilancio dei club più prestigiosi d'Europa.

Sicuramente troveranno l'escamotage di modificare gli accessi alla CL destinando più risorse al minor numero di club (le solite) ed è probabile che questo "circolo" sarà ancora più ristretto.

Niente di buono neppure da queste parti (leggi Fiorentina).
Gli ultimi avvenimenti parlano di una linea ormai tracciata che ha poche possibilità di modifica.

Forse sarà, alla fine, portato a termine il Centro Sportivo, con qualche inevitabile ritardo.
Ma per lo Stadio credo si sia chiusa un'altra volta quella strada. Niente da fare neppure a questo giro.
Che metta soldi in un progetto di cui non ha il pieno controllo la vedo molto dura; che abbia la voglia di affrontare un'altra battaglia ... con la politica e la burocrazia italiana ... anche !

Aspettiamo le decisioni di Commisso, quando lo rivedremo in Italia, ma, per il momento pare abbia altri problemi (soprattutto sportivi) ben più gravi, .... con la velata paura di andare .... a fondo !

Ecco, terrei in considerazione questa parola, questo sostantivo: fondo
Potrebbe intersecarsi, a breve,  con la parola .... Fiorentina .....


........

In teoria il nuovo FPF dovrebbe reggersi su due regole principali:

1 - niente più debiti finanziari (banche) ma eventuali sforamenti vanno ricapitalizzati con soldi cash del/dei proprietario/proprietari.

2- istituzione del "salary cap". Le società propongono il proprio tetto ingaggi in base alle loro possibilità (che devono essere validate dall'organo di controllo). Se stanno dentro questi limiti possono tesserare giocatori, altrimenti ..nada- è quello che è successo al Barca con Messi).

Alcuni paesi europei lo stanno già facendo, tuttavia causa Covid è ancora tutto molto aleatorio.

Quindi se sfori devi metterci soldi freschi e se vuoi comprare Ronaldo la somma di tutti gli stipendi deve stare nei limiti concordati.

Si passerà al “Football Earning Rules” dal vecchio  “Break-even Rules”.
« Ultima modifica: Agosto 28, 2021, 04:20:17 pm da alex1950 »
#Firenze è una città che stimola molto ma chiede anche molto.# All'esterno ci sono situazioni che non vanno.#CesarePrandelli#

alex1950

  • Supertifoso
  • ****
  • Post: 2061
  • #soloperlamaglia#
    • Mostra profilo
Re:FAIR PLAYFINANZIARIO 3.0 - NUOVO REGOLAMENTO UEFA DA GIUGNO 2022
« Risposta #39 il: Aprile 07, 2022, 05:57:01 pm »
La UEFA dice addio al fair play finanziario e dà il via alle nuove modalità di controllo sui conti dei club che partecipano alle competizioni europee. Con una serie di risposte alle FAQ, la stessa confederazione europea spiega tutte le novità.

Perché la UEFA sta cambiando i suoi regolamenti finanziari?
Lo sviluppo, l'introduzione e la continua evoluzione del sistema di licenze dei club e dei regolamenti finanziari rimane uno dei progetti di governance più ambiziosi e di successo della UEFA. Da quando i regolamenti finanziari per i club nelle competizioni UEFA sono stati introdotti per la prima volta nel giugno 2010, c'è stato uno straordinario miglioramento delle finanze dei club europei a tutti i livelli. I debiti scaduti (debiti verso società di calcio, dipendenti, autorità sociali/fiscali e UEFA) sono stati quasi spazzati via. Le finanze del club sono cambiate: nel 2009, le perdite nette in tutta Europa dei club di massima divisione si sono attestate a 1,6 miliardi di euro. Entro il 2018, si è raggiunto un profitto 140 milioni. Ma il COVID-19 ha avuto un impatto negativo sulle finanze dei club data la perdita di ricavi operativi, i costi salariali inflessibili e un crollo dei profitti di trasferimento dei giocatori tale che i club di massima divisione hanno sofferto perdite per 7 miliardi di euro. Erano necessarie nuove soluzioni finanziarie migliorate per affrontare questa nuova realtà e la realtà che il L'industria calcistica europea si è evoluta dal 2010 con una maggiore globalizzazione e tecnologia.

Quali sono gli obiettivi principali della nuova normativa?
I regolamenti garantiranno che tutti i club dovranno essere stabili, solvibili e mantenere i propri costi sotto controllo. Le nuove normative reggono da sole e il nuovo nome di Sostenibilità finanziaria facilmente spiega gli obiettivi della UEFA. Nella stesura dei regolamenti, la UEFA si è consultata con le federazioni nazionali; l'ECA; le leghe europee; FIFPro; associazioni di tifosi; la Commissione Europea; il Parlamento europeo e il Consiglio d'Europa, e tutte le discussioni hanno mostrato una chiara necessità di norme sulla sostenibilità finanziaria.

Come sarà raggiunta la sostenibilità?
Il pacchetto di nuove misure include modi per incoraggiare le squadre di calcio a costruire equità e investire in infrastrutture e sviluppo giovanile a beneficio a lungo termine dei club. Bilanci più forti possono fornire una prima linea di difesa contro la mancanza di entrate. Strettamente allineata all'obiettivo di rafforzamento dei bilanci è la necessità di compiere un passo significativo verso un migliore controllo dei costi.

Il nuovo regolamento ha tre pilastri distinti relativi a regole su tre temi: il mancato rispetto dei debiti scaduti, il guadagno derivante dal calcio e il costo di squadra.
Le modifiche alla regola dei pagamenti non scaduti promuoveranno la protezione dei creditori, garantiranno una migliore solvibilità e tutelare l'integrità delle competizioni. Tutti i debiti verso squadre di calcio, dipendenti, autorità sociali/fiscali e UEFA che attualmente devono essere saldati entro 30 giugno, 30 settembre e 31 dicembre durante la stagione, devono essere regolati da un club entro il 15 luglio, il 15 ottobre e il 15 gennaio. Nel caso in cui un club abbia pagamenti scaduti da più di 90 giorni, l'UEFA Club Financial, l'organismo di controllo, lo considererà un fattore aggravante.

Stabilità e regola dei guadagni derivanti dal calcio.
I nuovi requisiti di stabilità sono un'evoluzione dei requisiti di pareggio esistenti. Per facilitare l'attuazione per i club, il calcolo dei guadagni di calcio è simile al calcolo del risultato di pareggio. Le modifiche al calcolo della deviazione accettabile incoraggiano i contributi di equità piuttosto che il debito. I requisiti sono rafforzati in quanto i costi di un club per investimenti rilevanti(infrastrutture, sviluppo giovanile, ecc.) devono ora essere coperti con equità o contributi esistenti. La deviazione accettabile è aumentata da 30 milioni di euro in tre anni a 60 milioni di euro in tre anni. La deviazione accettabile può essere ulteriormente aumentata oltre i 60 milioni di euro fino a un massimo di 10 milioni di euro, per i club che mostrano una buona salute finanziaria.

Controllo dei costi e regola dei costi di squadra
I nuovi regolamenti vedranno per la prima volta i club soggetti a controlli sui costi di squadra. La regola sul controllo dei costi
limita la spesa per gli stipendi di giocatori e allenatori, i trasferimenti e le commissioni degli agenti al 70% delle entrate del club. (L'attuazione graduale vedrà la percentuale al 90% nel 2023/2024, all'80% nel 2024/2025 e 70% nel 2025/2026). Questo requisito fornisce una misura diretta tra i costi della squadra e le entrate incoraggiare maggiori costi legati alla performance e limitare l'inflazione di mercato dei salari e dei trasferimenti costi dei giocatori. Il processo decisionale durante la stagione delle licenze porrà maggiore enfasi sull'aggiornamento finanziario delle informazioni, inclusa la finestra di mercato estiva prima dell'inizio delle competizioni UEFA per club.

La UEFA sta ammorbidendo la sua posizione sui ricavi dei club e sulle perdite consentite?
Affatto. I club che soddisfano la regola dei guadagni calcistici opereranno in modo finanziariamente sostenibile in base alle proprie entrate. Si segnala inoltre che l'obbligo di contabilizzare le operazioni al fair value è stato prorogato, in quanto tutte le transazioni saranno ora rilevate al fair value  (GIUSTO VALORE) indipendentemente dal fatto che avvengano con parte correlata o altra parte.

Cosa succede ai club che non rispetteranno le regole?
Una caratteristica fondamentale dei nuovi regolamenti è che i periodi di rendicontazione riformulati consentiranno alla UEFA di identificare le violazioni man mano che si verificano. Le violazioni del regolamento saranno sanzionate dal Club Financial Control Body (CFCB) secondo
un catalogo di sanzioni elencate nei regolamenti procedurali CFCB.
Sono state rafforzate le sanzioni per debiti scaduti, mentre i requisiti di guadagno del calcio includono la possibilità di accordi transattivi. Le sanzioni per la regola del costo della squadra saranno progressive in base alla gravità della violazione e al numero di violazioni commesse in un periodo di quattro anni.

Quando verranno introdotte le nuove regole?
Le nuove normative entreranno in vigore a giugno 2022. L'attuazione sarà graduale tre anni per dare ai club il tempo necessario per adattarsi.
« Ultima modifica: Aprile 07, 2022, 06:05:32 pm da alex1950 »
#Firenze è una città che stimola molto ma chiede anche molto.# All'esterno ci sono situazioni che non vanno.#CesarePrandelli#

sololaviola

  • Administrator
  • Violanato
  • ******
  • Post: 6374
    • Mostra profilo
Re:FAIR PLAYFINANZIARIO 3.0 - NUOVO REGOLAMENTO UEFA DA GIUGNO 2022
« Risposta #40 il: Aprile 07, 2022, 08:49:26 pm »
Quella sugli stipendi è una mossa inutile. Il 70% delle entrate. La juve ha ricavi per 450 milioni, può arrivare fino a 300 milioni a fronte di un monte ingaggi attuale di 240 milioni. Noi invece possiamo arrivare a circa 110 milioni e siamo a 60 milioni. In poche parole non toccherà nessuna squadra. Forse qualche problema in più potrà portare il pagamento per tempo dei debiti.
Save by Frey...

alex1950

  • Supertifoso
  • ****
  • Post: 2061
  • #soloperlamaglia#
    • Mostra profilo
Re:F.P.F. 3.0 - NUOVO REGOLAMENTO UEFA DA GIUGNO 2022
« Risposta #41 il: Aprile 08, 2022, 04:06:29 pm »
Non è proprio così, almeno per quello che ho capito, per ora.
Il totale dei ricavi non lo puoi prevedere perchè spesso i bilanci sono rapportati alle ipotesi di partecipazioni alle coppe e non solo, al raggiungimento degli ottavi, dei quarti della CL (di quella coppa si sta parlando).
E se per raggiungere quel traguardo che ti permette di centrare le previsioni, ti esponi troppo rischi di andare in negativo.

E quì sta la differenza:

Se prima la società X (mettiamo senza far nomi ..l'Inter) arrivata a fine anno copre lo sbilancio con ulteriore debito bancario, non lo può più fare, ma deve mettere mano al ... portafoglio e coprire cash (sforamento massimo 60 mln nei te anni di osservazione), pena blocco del mercato o retrocessione nelle qulificazioni alle coppe.

Poi dovranno anche spiegare come far si che i debiti verso le banche dovranno essere smaltiti, considerando che annualmente le società pagano diversi interessi ...
Altro capitolo le plusvalenze, anche l' dovranno dare delle regole.
Vedremo.
« Ultima modifica: Aprile 08, 2022, 04:10:27 pm da alex1950 »
#Firenze è una città che stimola molto ma chiede anche molto.# All'esterno ci sono situazioni che non vanno.#CesarePrandelli#

sololaviola

  • Administrator
  • Violanato
  • ******
  • Post: 6374
    • Mostra profilo
Re:FAIR PLAYFINANZIARIO 3.0 - NUOVO REGOLAMENTO UEFA DA GIUGNO 2022
« Risposta #42 il: Aprile 08, 2022, 05:35:38 pm »
Penso che la rateizzazione del debito valga già come metodo per smaltirli.
Save by Frey...

Stavro-wolski

  • Supertifoso
  • ****
  • Post: 1651
    • Mostra profilo
Re:FAIR PLAYFINANZIARIO 3.0 - NUOVO REGOLAMENTO UEFA DA GIUGNO 2022
« Risposta #43 il: Aprile 08, 2022, 07:05:07 pm »
Quella sugli stipendi è una mossa inutile. Il 70% delle entrate. La juve ha ricavi per 450 milioni, può arrivare fino a 300 milioni a fronte di un monte ingaggi attuale di 240 milioni. Noi invece possiamo arrivare a circa 110 milioni e siamo a 60 milioni. In poche parole non toccherà nessuna squadra. Forse qualche problema in più potrà portare il pagamento per tempo dei debiti.
Ciò che deve stare sotto soglia 70% è il costo annuo della squadra e ciò non vuol dire solo lo stipendio ma anche ammortamenti e commissioni. Quindi cambia eccome, per tutti.
Per dire, il costo annuo di Vlahovic al primo anno alla Juve è più di 42 milioni, non solo i 14 dello stipendio
Always Go Purple!

sololaviola

  • Administrator
  • Violanato
  • ******
  • Post: 6374
    • Mostra profilo
Re:FAIR PLAYFINANZIARIO 3.0 - NUOVO REGOLAMENTO UEFA DA GIUGNO 2022
« Risposta #44 il: Aprile 08, 2022, 07:51:12 pm »
Ah, in questo caso cambia molto la situazione.
Save by Frey...