Quick Login

Post recenti

Pagine: [1] 2 3 ... 10
1
Arenaviola / Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Ultimo post da sololaviola il Oggi alle 10:12:37 am »
Il paradosso è proprio il vedere due Fiorentine che non ti fa capire la realtà. Abbiamo una squadra da CL in casa ed una squadra da retrocessione in trasferta. Di sicuro mancano dei leader ma non credo si possa ridurre tutto a questo. Abbiamo una squadra che ti fa punti con le grandi Abbiamo vinto con la roma e all'andata l'abbiamo persa per quell'espulsione, con l'inter abbiamo fatto un punto, perdendo all'andata, giocando comunque bene, Con il milan abbiamo fatto tre punti, coi gobbi abbiamo perso l'andata ma con una juve che per 60 minuti non aveva superato il centrocampo (e non per modo di dire, aveva zero tiri in porta). Con il napoli altri tre punti, con l'atalanta addirittura sei. Ma poi abbiamo buttato una marea di punti con le piccole. Questo, secondo me, ci indica che abbiamo una buona squadra ma con due difetti, una mancanza di idee quando gli altri si chiudono, fanno un gioco organizzato contro il tuo gioco, e la mancanza di uomini di un livello superiore in grado di risolvere le partite che si avviano a momenti complicati. A livello tattico Italiano potrà migliorare (lo si spera), mentre sul secondo punto ci vorrebbero grossi investimenti o grosse intuizioni. Ho paura che invece si punti a qualche specchietto per le allodole.
2
Arenaviola / Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Ultimo post da CHEM il Oggi alle 09:26:54 am »
E' quello che dicevo io un po' di tempo fa. L'anno scorso fu un'annata disastrosa ma con il primo Iachini la squadra giocò (l'errore fu confermare Beppe, che purtroppo non lo possiamo di certo annoverare tra i migliori allenatori della A) e fece punti. Quest'anno, considerando il mercato fatto, se si perde coi gobbi, io non lo considererei tanto meglio del primo anno di Iachini.

Questo finale di stagione ci sta dicendo comunque molte cose. C'è da lavorare molto sulla squadra. Se il nostro giocatore di raccordo tra centrocampo e attacco è Bonaventura (non me ne voglia) è ovvio che a livello offensivo si fatichi. Servono giocatori in grado di creare palloni pericolosi. Sono ancora in tempo a puntare su Berardi. Cabral ha deluso e mi aspettavo di meglio, ma poveretto, arrivano 2 palle a partita. Entra Piatek e nemmeno lui ha una palla giocabile. Il problema sono gli esterni ed un giocatore di raccordo tra centrocampo e attacco che manca. Ikonè a destra è impresentabile. Non punta mai la fascia, non cerca mai di saltare un uomo e fa sempre lo stesso movimento, e cioè quello di accentrarsi. Incredibile come non sia possibile vederlo dall'altro lato del campo dove si accentrerebbe molto meno dato che andrebbe sul piede debole (tanto il piede forte a livello conclusivo tutto è tranne che forte). Nico è un giocatore stranissimo. In alcune partite sembra che possa spaccare il mondo ed in altre lo prenderesti a calci. Detto di Bonaventura ci vorrebbe anche un altro interno di centrocampo, visto che Castro rientrerà bene il campionato successivo. Della difesa che dire? Venuti si dovrebbe fare in modo che giochi meno partite possibili. Biraghi ha le solite amnesie, ma di terzini sinistri buoni non è che ce ne siano molti. Però tocca anche interpretare la squadra e la Fiorentina è una squadra che se non corre lascia campo libero agli avversari. Io sono sempre stato dell'idea che se la difesa non è supportata prendi caterve di gol anche se compri i migliori.

Poi c'è Italiano. Al di la di queste ultime gare non si può negare che è un grande motivatore. Però, e ci sono diversi però, a livello offensivo non è che abbia fatto vedere chissà che grandi novità. Partito Vlahovic la squadra ha segnato con una media di 1 gol a partita, cioè con una prospettiva di 38 in un anno. Meno di quanto si segnava con Iachini. E dico Iachini per dire di una squadra che non era certo esaltante. Poi ha un grande problema nel leggere le partite. Se una partita inizia male puoi anche spegnere il televisore, non un cambiamento nel modo di giocare, uno spostamento dei giocatori, nulla. Rimane li, passivo, ad aspettare che qualcuno la butti dentro. E finiamo sul discorso tattico. Quando giocavo a Football Manager impostavi una tattica e quella era, bene, Italiano sembra che giochi a FM. Non ha mai provato alternative, non ha mai pensato, vista la difficoltà nel rifinire, di provare a giocare con un trequartista (Ikoné lo ha fatto spessissimo in Francia) a supporto degli esterni e della punta, magari con Torreira e Amrabat (che lo si metterebbe nel suo ruolo naturale). Niente. Cambi ruolo su ruolo, come se non sapesse fare altro...

Io a FM di tattiche ne imposto sempre almeno due ben diverse, vorrà dire che mi Candido come sostituto del mister...
Con la squadra "leggermente incipriata" dello scorso anno, con scelte di mercato invernale discutibili (Pulgar avrebbe fatto comodo in un centrocampo decimato) e con una visione tattica talebana, quanto fatto a livello ASSOLUTO merita una larga sufficienza.

Il problema sono queste inaspettate e inspiegabili dosi di veleno che ci hanno fatto buttare giù lungo la stagione e che rischiano di averla in parte compromessa. Partitone con la Roma e scena muta con la Samp?! Vittoria esterna col Napoli e poi ne prendi 4 in casa dall'udinese?! Questa instabilità ha ucciso molti di noi, che ci siamo aspettati (illusi) una squadra di uno spessore ben definito e invece arriviamo a fine stagione senza aver capito chi è la Fiorentina, se quella capace si fantastiche imprese (vittoria a bergamo, a Napoli, semifinale di Coppa Italia) o quella mediocre è impalpabile di altre (troppe) uscite.

Non so se vedrò la partita coi gobbi, troppo provato dalla partita con la Samp. Mi hanno ucciso dentro. Avessero avuto metà della voglia del tifoso di tornare in coppa, avrebbero ALMENO giocato senza prenderne 4 come gli ultimi degli stronzi. Questo mi ha fatto male, perché se ci devo tenere solo io ma non dipende da me, il senso di impotenza mi devasta.

Per il prossimo anno... bah, non saprei da dove rifarmi. Verrebbe da dire che andrebbe rifatta mezza squadra, vuoi per un motivo (scadenze, cessioni...) o per l'altro (si troverà di meglio in qualche ruolo?....). Il mercato da sempre mi appassiona ma mai come questa estate si capirà davvero se ci presenteremo con obbiettivi fissati più Seri della colonna di sinistra e quindi se con una squadra attrezzata per arrivarci.
3
Arenaviola / Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Ultimo post da sololaviola il Maggio 19, 2022, 07:55:34 pm »
Stavo vedendo io gol di Cabral in Svizzera per capire un po' le differenze. Al di la della differenza di valori del campionato (evidenti) si vede chiaramente come ill giocatore segna moltissimi gol con palloni che arrivano dalle fasce, ma non è il semplice pallone che arriva dalle fasce, ma la velocità di azione che è completamente diversa dalla nostra. Noi siamo tra le squadre che crossano di più, ma il 99% dei cross li facciamo a difese schierate, dopo aver giochicchiato con il pallone per cinque minuti. In Svizzera (ma questo avviene anche in Italia con altre squadre) la maggior parte dei cross erano su azioni che si muovevano velocemente in verticale, quindi con una difesa ancora in assembramento. Questo è un grosso problema della Fiorentina. Pensiamo troppo, c'è troppa voglia di costruire. Abbiamo l'idea di mandare il pallone indietro al portiere per far allargare gli avversari, ed il concetto potrebbe anche essere giusto, fino a quando gli altri non capiscono che non sai fare altro, quindi non ti lasciano più spazi.  Se non ricordo male ne parlai a metà campionato quando dissi che la viola, secondo me, doveva arretrare leggermente in pressing cercando di recuperare palla un po' più indietro, quando gli avversari già pensano alla fase d'attacco, per poi ripartire in velocità. I giocatori per fare questo ci sarebbero pure (tra i notri esterni Sottil e Ikoné sono molto veloci). Se si vorrà continuare su questa linea invece ci sarà da spendere perché è un tipo di gioco che prevede giocatori in grado di risolvere da soli la gara. Gente dall'assist facile, gente che si sa creare da solo un gol. Ma dubito si possa fare un mercato del genere.

&t=296s

4
Arenaviola / Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Ultimo post da Etrusco il Maggio 18, 2022, 09:34:07 pm »
Vedendo la Fiorentina degli ultimi anni, eccetto la stagione 2016-2017 in cui con 60 punti arrivammo ottavi, noi terminando a 59 sarebbe comunque la miglior stagione dopo 5 anni, roba da chiodi.
Noi leader in campo non li abbiamo dalla ingiusta morte del capitano, da quel momento in poi buio pesto.
Con i gobbi serve un match che in questo momento sembra impossibile da poter fare, che Italiano d'un tratto si ricordi che cambiare modulo è possibile, ritengo sia surreale e che d'un tratto dal centrocampo in su i giocatori si ricordino come si attacca, mi sembra ridicolo anche solo da pensare.
Ci vuole l'ennesimo stravolgimento estivo di mercato e secondo voi è fattibile visto che c'è da sborsare soldi veri? Qua se non finiamo in Europa per grazia della Dea Fortuna (leggasi purgata dell'Empoli ai danni dei ministrisciati bergamaschi) , noi siamo destinati a rimanere nel limbo/mezzo inferno ancora per minimo un'altra stagione se Commisso non si decide a vendere alla svelta.....alla fine vedrete che un Preziosy o Cellyno capiteranno pure a noi...... :-X
5
Arenaviola / Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Ultimo post da alex1950 il Maggio 18, 2022, 08:37:51 pm »
Mancano i Leaders ?
Darei il "tapiro d'oro" a chi ha pensato che Biraghi lo fosse   Cre_pap Cre_pap
6
Serie A / Re:IL CAMPIONATO DELLE ALTRE SQUADRE
« Ultimo post da alex1950 il Maggio 18, 2022, 03:08:49 pm »
Diciamocela tutta.
Se noi siamo ancora in lizza per una possibile qualifica Uefa/Conference non è perchè siamo stati bravi a fare 20 pti in più .... ma perchè (penso io) le altre sono andate piano, soprattutto Lazio ed Atalanta.

La Roma lo scorso anno è arrivata in Conf/Leag. con 62 punti.
Noi, se ci arriviamo a 62 sabato rischiamo di andare in EL  ???!!!
7
Arenaviola / Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Ultimo post da alex1950 il Maggio 18, 2022, 03:01:39 pm »
Nel 2015 ultimo anno di Montella, dopo l'eliminazione in semifinale contro il Siviglia, dall'EL (0-3 e 0-2) con Montella in rotta con società e tifosi, metà giocatori alla fine dell'esperienza in viola ....... il gruppo fu capace, nelle ultime 4 gare di campionato, di fare 4 vittorie, riqualificando la Fiorentina per l'Europa !!!

Un passo indietro: stagione 2011/2012, debacle casalinga con la Juve (0-5); fuori il DG Corvino ed in estate squadra rivoluzionata in ogni reparto !

Troverei auspicabile (per me doveroso) fare altrettanto perchè quello che conta è chi va in campo e come ci va ! Solo nel caso di una qualificazione all'ultimo tuffo sabato prossimo, darei ancora un'opportunità a quei "signori" che da 3 anni ci dimostrano i loro ... limiti (ma non certo a tutti quanti) !

Tanto a queste latitudini è impensabile programmare alcunchè. Sia la Fiorentina di Prandelli che quella di Montella sono nate per caso, si è rischiato, è andata bene, ma non appena si pensava di essere arrivati ad un punto di svolta , ad un salto di qualità ... s'è cominciato a fare come .... Penelope, che di giorno cuciva e ... di notte scuciva !

Tregua fino a sabato.... poi ....
8
Arenaviola / Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Ultimo post da sololaviola il Maggio 17, 2022, 09:46:15 pm »
I problemi sono vari. Dire è a monte è dire nulla. Era a monte con i dv, è a monte con commisso, sarà a monte con un futuro proprietario.
9
Arenaviola / Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Ultimo post da Nevyce il Maggio 17, 2022, 08:23:47 pm »
Ancora a parlare di tattica quando il vero problema è a monte e molto più grande.
10
Arenaviola / Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Ultimo post da sololaviola il Maggio 17, 2022, 08:15:45 pm »
E' quello che dicevo io un po' di tempo fa. L'anno scorso fu un'annata disastrosa ma con il primo Iachini la squadra giocò (l'errore fu confermare Beppe, che purtroppo non lo possiamo di certo annoverare tra i migliori allenatori della A) e fece punti. Quest'anno, considerando il mercato fatto, se si perde coi gobbi, io non lo considererei tanto meglio del primo anno di Iachini.

Questo finale di stagione ci sta dicendo comunque molte cose. C'è da lavorare molto sulla squadra. Se il nostro giocatore di raccordo tra centrocampo e attacco è Bonaventura (non me ne voglia) è ovvio che a livello offensivo si fatichi. Servono giocatori in grado di creare palloni pericolosi. Sono ancora in tempo a puntare su Berardi. Cabral ha deluso e mi aspettavo di meglio, ma poveretto, arrivano 2 palle a partita. Entra Piatek e nemmeno lui ha una palla giocabile. Il problema sono gli esterni ed un giocatore di raccordo tra centrocampo e attacco che manca. Ikonè a destra è impresentabile. Non punta mai la fascia, non cerca mai di saltare un uomo e fa sempre lo stesso movimento, e cioè quello di accentrarsi. Incredibile come non sia possibile vederlo dall'altro lato del campo dove si accentrerebbe molto meno dato che andrebbe sul piede debole (tanto il piede forte a livello conclusivo tutto è tranne che forte). Nico è un giocatore stranissimo. In alcune partite sembra che possa spaccare il mondo ed in altre lo prenderesti a calci. Detto di Bonaventura ci vorrebbe anche un altro interno di centrocampo, visto che Castro rientrerà bene il campionato successivo. Della difesa che dire? Venuti si dovrebbe fare in modo che giochi meno partite possibili. Biraghi ha le solite amnesie, ma di terzini sinistri buoni non è che ce ne siano molti. Però tocca anche interpretare la squadra e la Fiorentina è una squadra che se non corre lascia campo libero agli avversari. Io sono sempre stato dell'idea che se la difesa non è supportata prendi caterve di gol anche se compri i migliori.

Poi c'è Italiano. Al di la di queste ultime gare non si può negare che è un grande motivatore. Però, e ci sono diversi però, a livello offensivo non è che abbia fatto vedere chissà che grandi novità. Partito Vlahovic la squadra ha segnato con una media di 1 gol a partita, cioè con una prospettiva di 38 in un anno. Meno di quanto si segnava con Iachini. E dico Iachini per dire di una squadra che non era certo esaltante. Poi ha un grande problema nel leggere le partite. Se una partita inizia male puoi anche spegnere il televisore, non un cambiamento nel modo di giocare, uno spostamento dei giocatori, nulla. Rimane li, passivo, ad aspettare che qualcuno la butti dentro. E finiamo sul discorso tattico. Quando giocavo a Football Manager impostavi una tattica e quella era, bene, Italiano sembra che giochi a FM. Non ha mai provato alternative, non ha mai pensato, vista la difficoltà nel rifinire, di provare a giocare con un trequartista (Ikoné lo ha fatto spessissimo in Francia) a supporto degli esterni e della punta, magari con Torreira e Amrabat (che lo si metterebbe nel suo ruolo naturale). Niente. Cambi ruolo su ruolo, come se non sapesse fare altro...
Pagine: [1] 2 3 ... 10