Quick Login

Autore Topic: LA FIORENTINA DI ITALIANO  (Letto 185990 volte)

sololaviola

  • Administrator
  • Violanato
  • ******
  • Post: 8147
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Risposta #3900 il: Giugno 02, 2024, 08:42:56 pm »
Hanno vinto a Bergamo, adesso arriverà la dirigenza martedì a dirci "avete visto quanto siamo forti?"
Save by Frey...

RaySantilli

  • Supporter
  • ***
  • Post: 1280
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Risposta #3901 il: Giugno 03, 2024, 12:23:34 am »
Vediamo cosa partoriscono, non voglio esprimermi prima del tempo se no... da Italiano a Palladino, dalle difesa piú alta alla più bassa della serie A, che ha subito più tiri insieme alla Salernitana, che se non fosse stato per Di Gregorio erano a far compagnia al Frosinone, e mi dite siamo ambiziosi?!

Etrusco

  • Supertifoso
  • ****
  • Post: 2408
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Risposta #3902 il: Giugno 03, 2024, 09:30:05 am »
Pradè ha detto che la Fiorentina è una società molto ambiziosa ma il nome del nuovo allenatore mi sembra vada nel senso opposto alle ambizioni. Non capisco le scelte societarie della Viola e da troppi anni continuo a non capirle...vogliamo tornare tra le grandi ma senza il reparto tecnico al top? persino da tre stagioni abbiamo una squadra che atleticamente passa mesi nel buio e proseguiamo a prendere inesperti? Secondo me la scelta del mister è persino più importante di quella dell'attaccante ma sicuramente la società tenterà di non darmi soddisfazione né in attacco tantomeno come nuovo allenatore!

CHEM

  • Administrator
  • Supertifoso
  • ******
  • Post: 2005
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Risposta #3903 il: Giugno 03, 2024, 09:56:15 am »
Tocca solo aspettare e vedere. I discorsi stanno a zero.
Va visto chi portano in panchina (continuo a sperare Sarri, che i giornalisti non menzionano più tra i papabili) e poi ci sarà da vedere la dirigenza cosa partorirà (nuovo DT).
Ripeto, non mi aspetto fuochi d'artificio ma solo tanta logica e competenza. Una squadra ringiovanita, magari con qualche primavera in pianta stabile in prima squadra (tipo Martinelli titolare, il ritorno di Bianco, Di Stefano e Pierozzi) e arrivi mirati di altri giovani. Se vogliamo ricostruire toccherà disfarsi di molte cariatidi e fare acquisti davvero mirati.
"Un allenatore deve ALLENARE e, se è bravo, migliorare il materiale a disposizione"