Quick Login

Autore Topic: LA FIORENTINA DI ITALIANO  (Letto 121988 volte)

sololaviola

  • Administrator
  • Violanato
  • ******
  • Post: 7979
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Risposta #1485 il: Agosto 24, 2022, 06:27:09 pm »
Non si può assemblare una rosa (con un centrocampo) così disfunzionale a livello di interpreti e decisamente incompatibile con le idee del proprio allenatore e poi cascare dal pero quando la squadra non gira. Italiano già allo Spezia aveva portato avanti idee di Calcio molto interessanti, ma con caratteristiche di base difficilmente derogabili: tra queste, la presenza di un regista di centrocampo che possa resistere al pressing e leggere le linee di passaggio dietro la linea di pressione avversaria (i Ricci e i Torreira della situazione) e di due mezzali che sappiano bilanciare i propri movimenti e scaglionarsi a differenti altezze, con una che quindi si abbassi a legare più il gioco dopo il centrocampo (Maggiore e Bonaventura gli esempi più ovvi) e un'altra che, invece, attacchi gli spazi e riempia l'area di rigore con il giusto tempismo (i vari Pobega, Castrovilli e Maleh, anche se, nella scorsa stagione, il centrocampista viola che ha eseguito meglio questo compito è stato nuovamente Torreira, giusto per far capire la centralità che l'uruguaiano ricopriva nello scacchiere tattico di Italiano). Nonostante ciò, la dirigenza gigliata quest'estate ha deciso di rinunciare proprio a Torreira, perno della Fiorentina 2021/22, e di "sostituirlo" (quantitativamente, s'intende) con un giocatore con caratteristiche tecniche diametralmente opposte all'ex-giocatore di Sampdoria, Arsenal ed Atlético Madrid. In pratica, la società viola ha scientemente deciso di imporre ad Italiano le proprie decisioni di mercato, per provare a rivalutare giocatori della rosa che, altrimenti, sarebbero stati ai margini del progetto del proprio allenatore. Morale della favola, adesso la Fiorentina si ritrova con un centrocampo povero qualitativamente e infarcito di armadi a doppie ante senza visione di gioco e di incursori anche validi, che però si ritrovano senza riferimenti tecnici che possano assecondarne le sortite offensive. In mezzo a questo nosense tecnico, al solo Bonaventura sono delegati i compiti che teoricamente sarebbero dovuti essere di due/tre giocatori (cucitura del gioco, rifinitura e finalizzazione). A questo punto, mi aspetto che Saponara venga arretrato a centrocampo e diventi il naturale back-up dell'ex-giocatore di Atalanta e Milan.
Non scherziamo, la coppia di difensori centrali della Fiorentina è tra le migliori del Campionato, probabilmente il vero (unico?) fiore all'occhiello della rosa viola. Igor vale tranquillamente Bremer, è un animale.
Magari "solo" quattro: con il Bodø/Glimt, nell'andata della fase a gironi, la Roma ha preso sei gol, ahimé. Fortunatamente, la squadra di Mourinho si è rifatta con gli interessi, nel prosieguo della competizione.

Torreira si parla che sia andato via più per contrasti con l'allenatore che con la società. Alla fine Mandragora è costato quanto Torreira...

Sui titolari di difesa concordo con quello che hai detto.
Save by Frey...

sololaviola

  • Administrator
  • Violanato
  • ******
  • Post: 7979
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Risposta #1486 il: Agosto 24, 2022, 06:30:12 pm »
Sono diversi mesi che dico queste però purtroppo non molti le notano. Detto questo, il mercato non é ancora finito e Barak (centrocampista totale in grado di fare veramente tutto e bene) ormai é preso e sembrerebbe essere vicino anche Bajrami (l’albanese ovviamente non é vicino quanto Barak, che ormai é dato da tutti per fatto). Come già scrissi qualche mese fa, la non conferma di Torreira a favore di Amrabat può avere un senso solo se si acquistano due mezzali tecniche con spiccate dote offensive, di cui una che sappia anche dare una mano, per caratteristiche, in fase d’interdizione (Barak) e l’altra invece che sia un giocatore alla Bonaventura, ovvero una mezzala rubato all’attacco (ex trequartista o esterno atipico, ovvero Bajrami). Se dovessero chiudere questi due colpi allora sia per valori tecnici che di completezza per caratteristiche, il centrocampo della Fiorentina farebbe un grosso salto di qualità, ed avere un play alla Amrabat avrebbe molto più senso.

E' dall'anno scorso che dico che il reparto del centrocampo era da rinforzare con giocatori di tecnica elevata. Barak e Bajrami vanno bene ma non fanno fare un salto di qualità. Se si voleva veramente crescere oggi c'era la possibilità di puntare (puntare, non prendere, questo era tutto da vedere) uno come Malinovski...
Save by Frey...

Max

  • Supertifoso
  • ****
  • Post: 2323
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Risposta #1487 il: Agosto 24, 2022, 07:03:35 pm »
Torreira si parla che sia andato via più per contrasti con l'allenatore che con la società. Alla fine Mandragora è costato quanto Torreira...

Sui titolari di difesa concordo con quello che hai detto.

L’Arsenal l’ha dato per 7 milioni (bonus compresi) al Galatasaray; ma io non ci metterei la mano sul fuoco che a noi lo avrebbero dato alla stessa cifra, considerando che non abbiamo rispettato gli accordi pattuiti. Inoltre Torreira avrebbe percepito quasi il doppio dell’ingaggio rispetto a Mandragora.

Max

  • Supertifoso
  • ****
  • Post: 2323
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Risposta #1488 il: Agosto 24, 2022, 07:07:55 pm »
E' dall'anno scorso che dico che il reparto del centrocampo era da rinforzare con giocatori di tecnica elevata. Barak e Bajrami vanno bene ma non fanno fare un salto di qualità. Se si voleva veramente crescere oggi c'era la possibilità di puntare (puntare, non prendere, questo era tutto da vedere) uno come Malinovski...

Beh, innanzitutto il salto di qualità lo fai già solo per le caratteristiche che porti a centrocampo e che prima non avevi. Poi é chiaro che devi cercare di prendere i calciatori più forti sulla piazza, ma onestamente non mi sento di dire che Malinovskyi é più forte di Barak, anche se l’ucraino andrebbe paragonato più che altro a Bonaventura (o Bajrami). In quest’ultimo caso sì, sicuramente é più forte degli altri due, ma lui é anche sinistro come Barak e a quel punto farli giocare insieme non sarebbe il massimo.
Senza contare che per l’Atalanta dare Malinovskyi ad una diretta concorrente sarebbe un mezzo suicidio.
« Ultima modifica: Agosto 24, 2022, 08:29:12 pm da Max »

CHEM

  • Administrator
  • Supertifoso
  • ******
  • Post: 1933
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Risposta #1489 il: Agosto 25, 2022, 11:56:15 am »
L’Arsenal l’ha dato per 7 milioni (bonus compresi) al Galatasaray; ma io non ci metterei la mano sul fuoco che a noi lo avrebbero dato alla stessa cifra, considerando che non abbiamo rispettato gli accordi pattuiti. Inoltre Torreira avrebbe percepito quasi il doppio dell’ingaggio rispetto a Mandragora.

Ma farsi una domanda sul perché un giocatore ancora giovane, dopo una buona annata in cui era tornato su buoni livelli (tanto che qui a Firenze per qualcuno è stato perso Gesù e non un regista e basta), sia stato venduto a così poco in un campionato tra i minori di Europa....?
"Un allenatore deve ALLENARE e, se è bravo, migliorare il materiale a disposizione"

alex1950

  • Ultras
  • *****
  • Post: 2921
  • #soloperlamaglia#
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Risposta #1490 il: Agosto 25, 2022, 11:59:21 am »
Le strategie del mercato di rafforzamento è una cosa la realtà invece è un'altra.
Dopo le vicissitudini su due mesi e passa di trattative che finiranno il 1 di settembre, la realtà racconta che stasera alle 19:00 la Fiorentina scende in campo per consolidare il piazzamento dello scorso anno e andare avanti nella Conference Cup: cioè se stasera qualcosa va storto .... ma non ci voglio pensare.
Non voglio pensare che alla formazione di oggi, la stessa dell'anno scorso,  mancano coloro che hanno maggiormente contribuito a raggiungere quest'obbiettivo ....

Società giovane, inesperta che deve passare anche attraverso queste prove per crescere, allenatore, staff è giocatori sono chiamati ad una prova di maturità importante, ma non mettiamola, come ho ascoltato dagli interessati come una lotta tra ..il paradiso e l'inferno.  Il Twente non è il Liverpool, non siamo alle semifinali di EL o CL, suvvia !

Stasera, quindi, niente esperimenti, niente minutaggi pesati col bilancino, stasera devono giocare quelli più in forma con la massima concentrazione sulla partita possibile.
#sempre-e-comunque#

CHEM

  • Administrator
  • Supertifoso
  • ******
  • Post: 1933
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Risposta #1491 il: Agosto 25, 2022, 11:59:47 am »
Beh, innanzitutto il salto di qualità lo fai già solo per le caratteristiche che porti a centrocampo e che prima non avevi. Poi é chiaro che devi cercare di prendere i calciatori più forti sulla piazza, ma onestamente non mi sento di dire che Malinovskyi é più forte di Barak, anche se l’ucraino andrebbe paragonato più che altro a Bonaventura (o Bajrami). In quest’ultimo caso sì, sicuramente é più forte degli altri due, ma lui é anche sinistro come Barak e a quel punto farli giocare insieme non sarebbe il massimo.
Senza contare che per l’Atalanta dare Malinovskyi ad una diretta concorrente sarebbe un mezzo suicidio.

Sono convinto che sia stato fatto un buonissimo lavoro sul mercato fin qui, compatibilmente con l'essere Fiorentina ovvio.
Manca una "limatina" finale, Via gli esuberi e dentro Barak, Bajrami e Faes per un capolavoro.
Le prestazioni fin qui non esaltanti sono figlie di un carico di lavoro da smaltire a mio avviso.
"Un allenatore deve ALLENARE e, se è bravo, migliorare il materiale a disposizione"

Gabriel_Omar

  • Visitatore
  • *
  • Post: 136
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Risposta #1492 il: Agosto 25, 2022, 12:51:27 pm »
Ma farsi una domanda sul perché un giocatore ancora giovane, dopo una buona annata in cui era tornato su buoni livelli (...), sia stato venduto a così poco in un campionato tra i minori di Europa....?
Probabilmente per errori di sottovalutazione. Del resto, i giocatori come Torreira in Premier League scontano sempre una patina di pregiudizi (gli stessi che ha dovuto affrontare anche Jorginho, per esempio) che aleggiano intorno alla loro compatibilità con un Campionato fisico come quello inglese. Comunque sia, in Italia avrebbe fatto decisamente comodo a molte squadre di vertice, a partire da Milan e Napoli.

Torreira si parla che sia andato via più per contrasti con l'allenatore che con la società.
Mah, non saprei: i commenti sui social del giocatore contro Pradé lasciano presupporre altro e, comunque sia andata, resta il fatto che la scelta della dirigenza gigliata di "sostituirlo" (ripeto, solo ed esclusivamente numericamente) con Mandragora è totalmente priva di qualsiasi logica "di campo". Ergo, tendo a presumere che la decisione della società viola fosse fin dall'inizio quella di provare a (ri)valorizzare l'investimento fatto un paio d'anni fa con Amrabat.

Alla fine Mandragora è costato quanto Torreira.
Lo so, peggio mi sento.

CHEM

  • Administrator
  • Supertifoso
  • ******
  • Post: 1933
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Risposta #1493 il: Agosto 25, 2022, 01:12:13 pm »
Probabilmente per errori di sottovalutazione. Del resto, i giocatori come Torreira in Premier League scontano sempre una patina di pregiudizi (gli stessi che ha dovuto affrontare anche Jorginho, per esempio) che aleggiano intorno alla loro compatibilità con un Campionato fisico come quello inglese. Comunque sia, in Italia avrebbe fatto decisamente comodo a molte squadre di vertice, a partire da Milan e Napoli.

Conta quante squadre di medio/alto livello ci sono in Europa e Inghilterra e dimmi onestamente se è possibile che tutte abbiano fatto lo stesso errore di sottovalutazione nel non prenderlo per una cifra "ridicola" per il valore del giocatore.
Sono tutte supposizioni ma o tutti hanno perso la testa o il giocatore/entourage hanno qualche baco...
"Un allenatore deve ALLENARE e, se è bravo, migliorare il materiale a disposizione"

Padi

  • Simpatizzante
  • **
  • Post: 396
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Risposta #1494 il: Agosto 25, 2022, 05:32:59 pm »
In trepidante attesa, considerando che la formazione del Mister non la indovina mai nessun giornale, provo con Kouamè dall'inizio  ja_m
Avanti chi prova ad indovinarla?

alex1950

  • Ultras
  • *****
  • Post: 2921
  • #soloperlamaglia#
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Risposta #1495 il: Agosto 25, 2022, 06:07:18 pm »
Controcorrente anche stasera, fuori Nico (sta male ? ha qualche problema ?) dentro ancora Ikonè e Maleh !
#sempre-e-comunque#

Fumogenoviola

  • Supporter
  • ***
  • Post: 1020
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Risposta #1496 il: Agosto 25, 2022, 06:08:56 pm »
Gonzalez 27 milioni per non giocare mai.
Impazzisco
Forse chissà, succederà, canta con noi Giobba Rone se ne va...po-poro-po, po-poro-po...

Nevyce

  • Visitatore
  • *
  • Post: 239
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Risposta #1497 il: Agosto 25, 2022, 06:15:18 pm »
Maleh ha una relazione con italiano  l_o_l

avoviola

  • Supporter
  • ***
  • Post: 934
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Risposta #1498 il: Agosto 25, 2022, 06:29:55 pm »
Maleh forse l'unico insieme a Milenkovic sempre titolare in tutte e 4 le partite... Per me è un messaggio subliminale...

Fumogenoviola

  • Supporter
  • ***
  • Post: 1020
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Risposta #1499 il: Agosto 25, 2022, 06:35:27 pm »
Lo scorso anno dopo la partita con la Samp ho dovuto cambiare TV.
Vediamo se stasera riescono a farmene comprare un' altra, con l Empoli ci sono andati vicinissimi. >:D
Forse chissà, succederà, canta con noi Giobba Rone se ne va...po-poro-po, po-poro-po...