Quick Login

Autore Topic: LA FIORENTINA DI ITALIANO  (Letto 169551 volte)

RaySantilli

  • Supporter
  • ***
  • Post: 1215
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Risposta #1950 il: Ottobre 11, 2022, 11:44:12 pm »
I moduli contano. Contano per il posizionamento dei giocatori in campo. Jovic in questo modulo non potrebbe mai giocare, in un 4-2-3-1 si, in un 4-3-2-1 o un 4-3-1-2 si, in un 3-4-2-1 o 3-4-1-2 si. Ma non è solo questione di modulo. L'esempio da prendere è Gasperini. Negli anni scorsi ha sempre puntato su un gioco offensivo, quest'anno visto il materiale ha pensato bene di giocare totalmente con le ripartenze. Quindi oltre al modulo conta anche l'atteggiamento in campo. Il nostro atteggiamento è assurdo. Pressiamo altissimi (ed il pressing alto non ci ha portato a fare un solo gol) e lasciamo spazi enormi agli avversari ogni volta che riescono a saltare la prima pressione. Quando invece abbiamo il possesso invece rallentiamo il gioco e facciamo puntualmente chiudere ed organizzare le difese. In questo vedo un minimo di cambiamento con una maggiore verticalizzazione, ma rimane sto vizio del possesso continuo che appena rallentiamo il gioco ci taglia fuori dalla partita. Questi sono tutti accorgimenti che deve prendere l'allenatore. Se poi l'allenatore non può fare nulla i giocatori possono fare anche meno. Se son scarsi son scarsi. Quindi rassegniamoci a retrocedere e non ne parliamo più...

Si mi può anche star bene ma in tutti quei moduli l'1 chi lo fa? Non ce l'hai, non l'hanno comprato... sull'atteggiamento si, teoricamente si potrebbe agire, ma, per quel che ci ha mostrato Italiano in un anno e mezzo quasi, non è in grado... questo durerà ancora meno di Montella o Di Francesco, ma problemi suoi... noi abbiamo anche quello della società di ben più difficile soluzione

Padi

  • Simpatizzante
  • **
  • Post: 396
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Risposta #1951 il: Ottobre 12, 2022, 09:00:37 am »
Leggo su Firenzeviola un intervista all'allenatore che ha lanciato Jovic a Francoforte, e riporto una risposta

Perché secondo lei, ha avuto difficoltà nel Real Madrid?

"Per due motivi. Il Real Madrid giocava con un sistema di gioco che prevedeva solo una punta e soprattutto, già allora, il titolare era un certo Benzema. Non penso serva aggiungere altro".
"A dire il vero il nostro sistema di gioco ( a Francoforte) era anche il top per lui: i compagni lo riempivamo di assist dentro l’area di rigore".
Poi quando tornò a Francoforte, l'allenatore aveva cambiato modulo e Jovic non rese più come prima.
Il nuovo modulo era con una punta sola, fatalità! Ed il posto da titolare andò a Silva.
Ora dal momento che noi a 2 punte non giochiamo nemmeno davanti alla morte, mettiamocela via, per me Lukas era una bella scommessa, ma è uno di quei giocatori a cui devi costruire una squadra attorno, impensabile alle nostre latitudini.
« Ultima modifica: Ottobre 12, 2022, 09:41:04 am da Padi »

sololaviola

  • Administrator
  • Violanato
  • ******
  • Post: 8030
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Risposta #1952 il: Ottobre 12, 2022, 10:15:05 am »
Il serbo è un giocatore fermo praticamente da due stagioni e si vede lontano un chilometro, tra l'altro è pure bozzolo, magari sarebbe utile spedirlo ad Empoli per svegliarsi un po'. Saponara e Bonaventura son ragazzi eccezionali anche con piedi buoni, persino Jack nel match delle idiozie è stato il migliore, Saponara tecnicamente sarebbe un campione ma non corre più da quando aveva 25 anni,però loro due al giusto prezzo in una rosa mediobassa ci stanno bene, Ikonè potesse fare il trequartista in santa pace potrebbe fare grandi cose, mentre a Cabral gli venisse data l'opportunità di partire da fuori area potrebbe tornare quello della Svizzera. Il problema è il solito e cioè ci manca come da anni accade, l'allenatore giusto

Ma l'assurdo è che con un allenatore integralista con il suo 4-3-3 si vede fare un mercato dove gli prendono Jovic che è un trequartista/seconda punta, Ikone che è un trequartista, Barak che è un trequartista, si ritrova Bonaventura che è un trequartista. Sulle ali ha Saponara (che in realtà sarebbe un trequartista anche lui), Sottil fortunatamente uscito dal vivaio, Nico e Kouamé che in realtà è una prima/seconda punta. Il concorso di colpe è evidente lontano un miglio ma a fine stagione si finirà, come al solito, a tarallucci e vino.
Save by Frey...

sololaviola

  • Administrator
  • Violanato
  • ******
  • Post: 8030
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Risposta #1953 il: Ottobre 12, 2022, 10:19:06 am »
Si mi può anche star bene ma in tutti quei moduli l'1 chi lo fa? Non ce l'hai, non l'hanno comprato... sull'atteggiamento si, teoricamente si potrebbe agire, ma, per quel che ci ha mostrato Italiano in un anno e mezzo quasi, non è in grado... questo durerà ancora meno di Montella o Di Francesco, ma problemi suoi... noi abbiamo anche quello della società di ben più difficile soluzione

Ray, non mi parlare di mercato. Io ad agosto ho dato 4 al nostro mercato per cui pensa come possa essere contento degli acquisti e dei giocatori che abbiamo. Però oramai ci ritroviamo un ds ed un dg che sono una sciagura e ci hanno messo a disposizione una rosa costruita malissimi, quindi che si fa? Adesso tocca all'allenatore fare con quel che ha. Oramai non gli si chiede la champions, non gli si chiede l'europa league, non gli si chiede più nemmeno la conference, ma almeno di fare più di 7 gol in 9 partite e di equilibrare un po' meglio la fase difensiva (non la difesa ma lo squilibrio che si crea quando si attacca o peggio ancora quando si pressa) non credo sia una richiesta abnorme...
Save by Frey...

sololaviola

  • Administrator
  • Violanato
  • ******
  • Post: 8030
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Risposta #1954 il: Ottobre 12, 2022, 10:20:33 am »
Leggo su Firenzeviola un intervista all'allenatore che ha lanciato Jovic a Francoforte, e riporto una risposta

Perché secondo lei, ha avuto difficoltà nel Real Madrid?

"Per due motivi. Il Real Madrid giocava con un sistema di gioco che prevedeva solo una punta e soprattutto, già allora, il titolare era un certo Benzema. Non penso serva aggiungere altro".
"A dire il vero il nostro sistema di gioco ( a Francoforte) era anche il top per lui: i compagni lo riempivamo di assist dentro l’area di rigore".
Poi quando tornò a Francoforte, l'allenatore aveva cambiato modulo e Jovic non rese più come prima.
Il nuovo modulo era con una punta sola, fatalità! Ed il posto da titolare andò a Silva.
Ora dal momento che noi a 2 punte non giochiamo nemmeno davanti alla morte, mettiamocela via, per me Lukas era una bella scommessa, ma è uno di quei giocatori a cui devi costruire una squadra attorno, impensabile alle nostre latitudini.

Questo fa capire come si muovono i nostri dirigenti. O non vedono le partite, o non le capiscono. Ed è grave in tutti e due i casi.
Save by Frey...

Padi

  • Simpatizzante
  • **
  • Post: 396
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Risposta #1955 il: Ottobre 12, 2022, 12:16:46 pm »
Mi sto rendendo conto che mi sto incattivendo.  l_o_l
La nostra è una società piramidale, non che questo sia un male, però dipende da chi è formata. Praticamente abbiamo
Comisso al vertice ( ci sta, anche perché i soldi son suoi) che s'imbelva per ogni critica, ti sbatte in faccia che lui ha i sold e mi ricorda tanto il marchese del grillo " io so io e voi non siete un cazzo"
Sotto c'è Barone ( che non ho problemi a dire che di calcio ne capisce meno di noi che scriviamo qua ) le cui opinioni son per il presidente come le rivelazioni di Medjugorje per chi ci crede e che sa benissimo che dove è rimane fino alla fine del mondo.
A livello leggermente inferiore, ok la nostra è na piramide storta!!, Pradè, l'unico che di calcio ne capisce, ma per qualche oscuro motivo, accetta di passare da incapace agli occhi dei tifosi, l'idea di prendere Juric il primo anno, il ritorno di Torreira, son farina del suo sacco, per esempio.
Più sotto ancora Burdisso, che credo sia un consulente, rigorosamente inascoltato, presumo.
Nella terra di mezzo il  Ramadani, la cui posizione è indecifrabile, ma probabilmente conta di più di Pradè e Burdisso, ma che gode di molto credito su Barone.
In una società a caso, invece c'è un presidente, che di solito parla poco o nulla ( ma ci mette pure lui i soldi )
Un direttore sportivo, competente, talvolta supportato da un direttore tecnico, competente pure lui, per esempio il duo Massara - Maldini, che si prende le sue responsabilità, ben sapendo che se sbaglia se ne torna da dove è venuto.
Una rete scout che danno delle dritte e riferiscono, sicuri che le loro opinioni verranno prese in considerazione.

Sto lavorando di fantasia io, oppure anche  voi  avete ste sensazioni?



« Ultima modifica: Ottobre 12, 2022, 12:24:23 pm da Padi »

RaySantilli

  • Supporter
  • ***
  • Post: 1215
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Risposta #1956 il: Ottobre 12, 2022, 12:17:33 pm »
Ray, non mi parlare di mercato. Io ad agosto ho dato 4 al nostro mercato per cui pensa come possa essere contento degli acquisti e dei giocatori che abbiamo. Però oramai ci ritroviamo un ds ed un dg che sono una sciagura e ci hanno messo a disposizione una rosa costruita malissimi, quindi che si fa? Adesso tocca all'allenatore fare con quel che ha. Oramai non gli si chiede la champions, non gli si chiede l'europa league, non gli si chiede più nemmeno la conference, ma almeno di fare più di 7 gol in 9 partite e di equilibrare un po' meglio la fase difensiva (non la difesa ma lo squilibrio che si crea quando si attacca o peggio ancora quando si pressa) non credo sia una richiesta abnorme...

Infatti diedi 4 anch'io, pensa io mi accontentavo di un Pinamonti qualsiasi mentre tutti invocavano Jovic, ma io non sono nessuno e va bene, quello che preoccupa é quando Commisso dice i giocatori li ha scelti Italiano! Allora... qui o vogliono lavarsene le mani... o se é vero Italiano di calciatori non ci capisce una mazza peggio di Barone... e non so cosa sia peggio!

CHEM

  • Administrator
  • Supertifoso
  • ******
  • Post: 1949
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Risposta #1957 il: Ottobre 12, 2022, 12:32:34 pm »
Ma l'assurdo è che con un allenatore integralista con il suo 4-3-3 si vede fare un mercato dove gli prendono Jovic che è un trequartista/seconda punta, Ikone che è un trequartista, Barak che è un trequartista, si ritrova Bonaventura che è un trequartista. Sulle ali ha Saponara (che in realtà sarebbe un trequartista anche lui), Sottil fortunatamente uscito dal vivaio, Nico e Kouamé che in realtà è una prima/seconda punta. Il concorso di colpe è evidente lontano un miglio ma a fine stagione si finirà, come al solito, a tarallucci e vino.

Ma com'è che Gasperini cambia e adatta il modulo ai giocatori in rosa e qui pare blasfemia? Com'è che Sarri fa lo stesso e qui non c'è verso di introdurre una cazzo di variante di gioco?
Non è tanto il mercato fatto a cazzo, è l'allenatore che è di coccio! Se le cose non vanno bene e perseveri, allora sei un folle.
"Un allenatore deve ALLENARE e, se è bravo, migliorare il materiale a disposizione"

RaySantilli

  • Supporter
  • ***
  • Post: 1215
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Risposta #1958 il: Ottobre 12, 2022, 01:21:05 pm »
Ma com'è che Gasperini cambia e adatta il modulo ai giocatori in rosa e qui pare blasfemia? Com'è che Sarri fa lo stesso e qui non c'è verso di introdurre una cazzo di variante di gioco?
Non è tanto il mercato fatto a cazzo, è l'allenatore che è di coccio! Se le cose non vanno bene e perseveri, allora sei un folle.

Sono entrambe le cose Chem, mercati fatti a cazzo e allenatore molto limitato

CHEM

  • Administrator
  • Supertifoso
  • ******
  • Post: 1949
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Risposta #1959 il: Ottobre 12, 2022, 01:44:52 pm »
Sono entrambe le cose Chem, mercati fatti a cazzo e allenatore molto limitato

Con così tante alternative è impossibile voler continuare con questo sistema tanto infruttuoso.
La qualità è probabilmente tale e quale a quella dello scorso anno, non abbiamo stravolto nulla in modo sostanziale. Magari non abbastanza per andare oltre un piazzamento conference ma non certo una rosa così scarsa da 9 punti in 9 gare.
Credo che chiunque con questo andamento avrebbe provato a cambiare qualcosa. Io lo farei nel mio lavoro, e scommetto ciascuno di voi. Invece nulla.
Poi se ci vogliamo dire che la Fiorentina della seconda metà dello scorso campionato, quando Vlahovic non c'era già più e quando avevamo solo un Torreira in più rispetto ad oggi, era un'altra rosa rispetto a quella di oggi ci prendiamo in giro.
Ci manca Nico, sicuro, ma se un giocatore non ce l'hai e il sostituto non è tale al 100 %, allora dovresti aggiustare quello che non funziona.
Mi sembra quasi offensivo come concetto tanto è scontato, ma non accade. Sarà colpa di Pradè...
"Un allenatore deve ALLENARE e, se è bravo, migliorare il materiale a disposizione"

sololaviola

  • Administrator
  • Violanato
  • ******
  • Post: 8030
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Risposta #1960 il: Ottobre 12, 2022, 01:58:34 pm »
Ma com'è che Gasperini cambia e adatta il modulo ai giocatori in rosa e qui pare blasfemia? Com'è che Sarri fa lo stesso e qui non c'è verso di introdurre una cazzo di variante di gioco?
Non è tanto il mercato fatto a cazzo, è l'allenatore che è di coccio! Se le cose non vanno bene e perseveri, allora sei un folle.

Mi sa che il cambio di gasperini l'ho nominato qualche messaggio fa...
Save by Frey...

alex1950

  • Ultras
  • *****
  • Post: 2947
  • #soloperlamaglia#
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Risposta #1961 il: Ottobre 12, 2022, 03:02:16 pm »
Gasperini?
Io vedo come si è ridotto Ilicic, seguo la vicenda Palomino,  leggo della morte improvvisa di Ventrone e continuo a farmi sempre le solite domande .... sui sistemi di preparazione di certe squadre di una certa scuola. Ma sicuramente mi sfugge ancora qualcosa.
#sempre-e-comunque#

Etrusco

  • Supertifoso
  • ****
  • Post: 2358
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Risposta #1962 il: Ottobre 12, 2022, 04:22:19 pm »
Ma l'assurdo è che con un allenatore integralista con il suo 4-3-3 si vede fare un mercato dove gli prendono Jovic che è un trequartista/seconda punta, Ikone che è un trequartista, Barak che è un trequartista, si ritrova Bonaventura che è un trequartista. Sulle ali ha Saponara (che in realtà sarebbe un trequartista anche lui), Sottil fortunatamente uscito dal vivaio, Nico e Kouamé che in realtà è una prima/seconda punta. Il concorso di colpe è evidente lontano un miglio ma a fine stagione si finirà, come al solito, a tarallucci e vino.
Quindi se la società ha comprato in maniera assurda diversi trequartisti, perché il mister non adatta il gioco? Certo che non si può adattare uno schema a 4/5 trequartisti di ruolo ma almeno uno di loro usiamolo per quello che è! Io non capisco che un allenatore possa proseguire su di una strada che palesemente dalla seconda parte del campionato scorso è Marcia!
Magari come successe a Sousa, quando sconsolato disse in conferenza stampa che la minestra la faceva con gli ingredienti che aveva, però il fatto è che questo Mister all'inverso del portoghese che in quel mercato non ci mise bocca, sembra abbia detto la sua durante la sessione acquisti, embè perché allora non gioca con ciò che ha a disposizione e che in parte ha scelto seguendo le qualità dei giocatori?

RaySantilli

  • Supporter
  • ***
  • Post: 1215
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Risposta #1963 il: Ottobre 12, 2022, 07:49:56 pm »
Esatto Etrusco é questo che non capisco, Commisso dice che i giocatori li ha scelti Italiano, o ci prendono per il culo il che puó essere benissimo... o se é vero che li ha scelti lui e poi li fa giocare cosí allora é ancora piú preoccupante

sololaviola

  • Administrator
  • Violanato
  • ******
  • Post: 8030
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Risposta #1964 il: Ottobre 12, 2022, 10:54:40 pm »
Quindi se la società ha comprato in maniera assurda diversi trequartisti, perché il mister non adatta il gioco? Certo che non si può adattare uno schema a 4/5 trequartisti di ruolo ma almeno uno di loro usiamolo per quello che è! Io non capisco che un allenatore possa proseguire su di una strada che palesemente dalla seconda parte del campionato scorso è Marcia!
Magari come successe a Sousa, quando sconsolato disse in conferenza stampa che la minestra la faceva con gli ingredienti che aveva, però il fatto è che questo Mister all'inverso del portoghese che in quel mercato non ci mise bocca, sembra abbia detto la sua durante la sessione acquisti, embè perché allora non gioca con ciò che ha a disposizione e che in parte ha scelto seguendo le qualità dei giocatori?

A me Italiano non sta piacendo ma il ds è peggio dell'allenatore. Se con Italiano compri tutti trequartisti chi mi dice che con uno che gioca senza esterni non si ritroverà con tutti esterni d'attacco? La base di una squadra deve partire da chi fa le scelte di mercato per poi finire all'allenatore. Oggi se Italiano non cambia atteggiamento è da esonero ma il futuro allenatore, con questi dirigenti, si troverà a risolvere gli stessi problemi...
Save by Frey...