Quick Login

Autore Topic: LA FIORENTINA DI ITALIANO  (Letto 134535 volte)

CHEM

  • Administrator
  • Supertifoso
  • ******
  • Post: 1934
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Risposta #2925 il: Settembre 25, 2023, 11:55:15 am »
Ma questo è quello che ti dicevo l'altra volta. Un conto è giocare con Pizarro e Borja ed un conto è avere in squadra Arthur, Lopez e Mandragora, buoni giocatori ma che valgono un decimo rispetto a quelli prima citati.

Te metteresti mai le ruote di una bici su una macchina sportiva?
Se metti Madragora accanto ad Arthur è come fare quanto sopra. Dovresti avere gente che al pallone da del tu accanto a chi sa giocare, altrimenti hai una caterva di anelli deboli.
Per questo scrivevo che siamo a metà strada su tutto, non siamo ne carne e ne pesce.
"Un allenatore deve ALLENARE e, se è bravo, migliorare il materiale a disposizione"

sololaviola

  • Administrator
  • Violanato
  • ******
  • Post: 7985
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Risposta #2926 il: Settembre 25, 2023, 12:24:10 pm »
Te metteresti mai le ruote di una bici su una macchina sportiva?
Se metti Madragora accanto ad Arthur è come fare quanto sopra. Dovresti avere gente che al pallone da del tu accanto a chi sa giocare, altrimenti hai una caterva di anelli deboli.
Per questo scrivevo che siamo a metà strada su tutto, non siamo ne carne e ne pesce.

Ma anche accomunare Arthur a Pizarro è deprimente. Arthur è un giocatore che fa passaggi a tre metri e nulla più. E' tutto il livello del centrocampo viola che è basso. Nessun centrocampista sa verticalizzare, forse un po' il solo Maxime Lopez...
Save by Frey...

CHEM

  • Administrator
  • Supertifoso
  • ******
  • Post: 1934
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Risposta #2927 il: Settembre 25, 2023, 02:16:11 pm »
Ma anche accomunare Arthur a Pizarro è deprimente. Arthur è un giocatore che fa passaggi a tre metri e nulla più. E' tutto il livello del centrocampo viola che è basso. Nessun centrocampista sa verticalizzare, forse un po' il solo Maxime Lopez...

Arthur non è Pizarro ma è quanto di più vicino abbiamo in rosa. Così come non abbiamo un altro Borja Valero.
Però Arthur sa giocare a pallone, è un giocatore tecnico. Non ne hai altri, forse Lopez, gli altri proprio no (Infantino non viene visto come centrocampista e comunque non vede ancora il campo).

Hanno voluto cambiare da Amrabat a Arthur per puntare più sulla costruzione che non sulla rottura ma hanno lasciato il resto com'era. Con chi dialoga il brasiliano? Speriamo in Lopez, potrebbe essere una buona soluzione perché se gli preferisce i centimetri di un impalpabile Mandragora allora si va da poche parti, sia in interdizione che in avanti.
"Un allenatore deve ALLENARE e, se è bravo, migliorare il materiale a disposizione"

sololaviola

  • Administrator
  • Violanato
  • ******
  • Post: 7985
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Risposta #2928 il: Settembre 25, 2023, 02:22:52 pm »
Ma guarda che tempo fa avemmo una discussione proprio su questo. Il centrocampo viola non è forte ed io sostenevo che non avevamo le capacità di sovrastare gli altri tecnicamente. Certo, quando il fisico degli avversari lo permetterà potremo prendere il predominio (sterile) ma con determinati avversari ci sarà da soffrire. Per me un mediano era utilissimo.
Save by Frey...

alex1950

  • Ultras
  • *****
  • Post: 2926
  • #soloperlamaglia#
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Risposta #2929 il: Settembre 25, 2023, 03:32:08 pm »
Intanto Dodò è fuori per quasi tutta la stagione! Auguri!
Imprecare al fato sarebbe il minimo, possibile che debba andare sempre tutto storto!
Un po', tuttavia,  ce la siamo .... cercata, anche questa volta ....

Già ne mancava uno di difensori, adesso sono fuori sia Mina che Dodò, in teoria ne mancherebbero 3, considerate le squalifiche e qualche altro ...accidente di percorso.

Il solo Yakode è bravo, ma saprà districarsi da una stagione impegnativa a 19 anni ?
Pierozzi è ancora fuori, DalleMura non si sa dov'è ...
#sempre-e-comunque#

sololaviola

  • Administrator
  • Violanato
  • ******
  • Post: 7985
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Risposta #2930 il: Settembre 25, 2023, 06:28:51 pm »
Premetto che sono dispiaciutissimo per Dodò che considero un ottimo terzino ma siamo sicuri che sia andata storta? Kayode potrà esplodere (ha carattere) ed oggi è rientrato in gruppo Pierozzi. È il ruolo dove rischiamo meno di sentire l'assenza del titolare.

Detto questo auguro a Dodò di rientrare il prima possibile.
Save by Frey...

CHEM

  • Administrator
  • Supertifoso
  • ******
  • Post: 1934
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Risposta #2931 il: Settembre 26, 2023, 09:53:25 am »
Ma guarda che tempo fa avemmo una discussione proprio su questo. Il centrocampo viola non è forte ed io sostenevo che non avevamo le capacità di sovrastare gli altri tecnicamente. Certo, quando il fisico degli avversari lo permetterà potremo prendere il predominio (sterile) ma con determinati avversari ci sarà da soffrire. Per me un mediano era utilissimo.

Non è questione di più o meno forte, è questione di struttura.
Il Siviglia di Emery, quello che fece incetta di coppe Uefa, aveva due mastini a centrocampo e via. Non gente che faceva gioco ma che lo spezza a e dava copertura. Dalla cintola in su altra musica. C'era una logica però. Negli anni successivi hanno cambiato qualche interprete ma l'idea è rimasta quella, centrocampo muscolare.

Qui non si capisce cosa vogliono fare. L'unico strutturato era il marocchino ma coi piedi lasciamo perdere. Si sapeva che per rendere al meglio gli serviva un regista accanto, quando lo ha avuto (Torreira, e poteva replicare quanto fatto a Verona con veloso) non veniva fatto giocare. Per valorizzarlo hanno mandato via l'uruguagio, ma gli hanno fatto fare il regista...! Eppure in nazionale ha fatto un mondiale da top come mediano di rottura. Potevano mettergli un altro di sostanza accanto, delegando lo sviluppo offensivo al pacchetto avanzato ma niente, quindi ti sei tenuto un medianaccio vecchio stampo a fare gioco.

Ora decidono di cambiare, e ci sta. Come? Arthur, giochista di professione. Ok, ma il resto?
Mandragora? onesto mestierante che ancora non ha deciso cosa sarà da grande, se un regista (non mi pare), una mezzala classica (non grande tempistiche di inserimento, solo un buon tiro da fuori) o un mediano (abbastanza piazzato ma non giocatore di aggressività e contrasto).
Castrovilli? Valige in mano e ginocchia di cristallo, affidamento zero.
Duncan? Ora sta facendo un filino meglio che in passato ma è stato piuttosto abulico in questi anni e comunque non è un giochista e ne particolarmente tecnico.
Infantino? Ancora cercano di capirne il ruolo.
Ecco Lopez dal Sassuolo, l'unico che forse si sposa bene con Arthur. Si, perché il brasiliano viene braccato a vista dagli avversari, anche un mentecatto sa che tutto il nostro sviluppo gioco passa da lui e allora cosa di meglio che creargli un doppione in campo?
Marcano Arthur? Passo da Lopez e viceversa. Inoltre pare che col pallone ci sappia fare, e il nostro passato ci ha insegnato (nonostante diverse iniziali perplessità sul centrocampo di Montella) che se hai chi sa giocare a calcio e gente a cui il pallone lo porti via poco bene, lo "metti in banca" per così dire, allora puoi pensare di tenere palla e fare un certo tipo di gioco.

Dunque, quale è l'idea di gioco della Fiorentina sulla base della struttura del centrocampo? Non di rottura e ripartenza, l'unico che poteva farlo è a Manchester. Di possesso palla ni per quanto detto sopra, perché se Arthur e Lopez li alterna e accanto gli mette giocatori con caratteristiche non adeguate a dialogare con loro il giochino non funziona.

In valore assoluto non abbiamo giocatori malaccio in mezzo ma, come ho spiegato, per me siamo una accozzaglia con poco senso logico con un po' di tutto ma comunque carente su tante cose.

PS. In bocca al lupo Dodó Band_vio
"Un allenatore deve ALLENARE e, se è bravo, migliorare il materiale a disposizione"

sololaviola

  • Administrator
  • Violanato
  • ******
  • Post: 7985
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Risposta #2932 il: Settembre 26, 2023, 10:35:55 am »
L'idea del Siviglia è la mia idea. Centrocampo forte in copertura, un giocatore in mezzo che sappia giocare bene il pallone e poi gli interpreti importanti dovrebbero esserci dalla trequarti in su. Anche perché un centrocampo troppo tecnico a volte può essere un'arma a doppio taglio perché tende a schiacciare gli avversari e ti fanno diminuire gli spazi. In quel caso (vedi Barcellona) devi avere dei fenomeni in attacco per ovviare a questo. Se schiacci gli avversari e poi vuoi bucarli con i vari Sottil, Kouamé e Brekalo stai fresco. Vuoi costruire una squadra di questo genere? Bene, ma sappi che in attacco devi avere due esterni più forti di Nico (molto più forti. Le punte potrebbero anche rimanere queste, ma una punta da 20 gol sarebbe meglio, e Bonaventura dovrebbe essere l'alternativa al titolare (che dovrebbe essere quindi più forte). Questo anche per colpa di un sistema di gioco (oltre che degli interpreti) che rallenta la fase d'attacco anche perché altrimenti si rischierebbero molte ripartenze.

Comunque mi sa che Lopez-Arthur li vedremo raramente insieme...
Save by Frey...

CHEM

  • Administrator
  • Supertifoso
  • ******
  • Post: 1934
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Risposta #2933 il: Settembre 26, 2023, 08:41:11 pm »
Intanto Nico rinnova, ottima notizia!

 Band_vio
"Un allenatore deve ALLENARE e, se è bravo, migliorare il materiale a disposizione"

alex1950

  • Ultras
  • *****
  • Post: 2926
  • #soloperlamaglia#
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Risposta #2934 il: Settembre 27, 2023, 12:17:01 pm »
Da qualche parte ho letto la dichiarazione di Italiano ..."si vince anche col cinismo, anche noi siamo capaci di giocare così". Quale miglior stagione per metterlo finalmente in pratica! Abbiamo 2 partite alla nostra portata da risultato pieno.

Leggere le partite è forse la dote più grossa che fa risaltare la carriera di un allenatore: conoscere bene la squadra che si ha a disposizione e disporla benissimosul campo studiando le circostanze.

Faccio notare che i gol di Udine sono venuti il primo su verticalizzazione di Bonaventura per Quarta e azione sulla linea di fondo di Duncan con palla rimessa nel mezzo.
Due schemi inusuali che forse sarebbe il caso di coltivare o di usare ogni tanto, rompendo lo schema ormai trito e ritrito di portare la palla a a ... spasso per il campo.

PS Nico è la dimostrazione di come dovrebbe comportarsi un professionista. Non so quanto resterà a Firenze, ma firmando il rinnovo lascia almeno la possibilità nelle mani della società di venderlo ad un prezzo equo senza subire i ricatti ...tipo Vlahovic!
#sempre-e-comunque#

sololaviola

  • Administrator
  • Violanato
  • ******
  • Post: 7985
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Risposta #2935 il: Settembre 28, 2023, 06:49:07 pm »
Ma sottil?
Save by Frey...

sololaviola

  • Administrator
  • Violanato
  • ******
  • Post: 7985
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Risposta #2936 il: Settembre 28, 2023, 07:06:39 pm »
Gli arbitri idioti li mandano tutti a noi?
Save by Frey...

Orgasmo Viola

  • Visitatore
  • *
  • Post: 196
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Risposta #2937 il: Settembre 28, 2023, 07:53:11 pm »
Intanto Nico rinnova, ottima notizia!

 Band_vio
Band_vio

sololaviola

  • Administrator
  • Violanato
  • ******
  • Post: 7985
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Risposta #2938 il: Settembre 28, 2023, 08:02:14 pm »
Ma possibile che Italiano non arriva a leggere una cazzo di partita?
Save by Frey...

Purpleinside

  • Visitatore
  • *
  • Post: 134
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Risposta #2939 il: Settembre 28, 2023, 08:11:47 pm »
Ma possibile che Italiano non arriva a leggere una cazzo di partita?
Sta bon va, è talmente in fissa coi piedi invertiti che ha messo Parisi a destra