Quick Login

Autore Topic: LA FIORENTINA DI ITALIANO  (Letto 170592 volte)

sololaviola

  • Administrator
  • Violanato
  • ******
  • Post: 8042
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Risposta #3435 il: Febbraio 08, 2024, 03:21:49 pm »
Per Terracciano hai dovuto aspettare l'arrivo di Savorani, a dimostrazione di quanto un allenatore con la A maiuscola possa impattare sul rendimento di giocatori modesti.
Quarta gioca a singhiozzi e la scorsa estate hanno provato a venderlo in tutti i modi, tanto aveva fatto bene fino a quel momento.
Bonaventura non lo hai certo scoperto qui.
Arthur è un giocatore da 6 fisso, rivalutarlo rispetto al non giocare direi "grazie al c...".
Nico oggi non lo rivendi a quanto lo hai pagato, al limite in Inghilterra dove ti hanno dato 20mln per uno come Igor e dove il giocatore più Pippa lo pagano quella cifra. Tu li pagheresti 27mln per uno che sono più le partite che salta che quelle che gioca?

Ma tu vorresti prendere 100 milioni per un mandragora o un Duncan? Se i giocatori son scarsi nessun allenatore li fa diventare fenomeni. Vlahovic con Italiano aveva una media realizzativa mai più toccata. Dagli giocatori forti e poi ne discutiamo. Torreira fece un gran campionato.
Save by Frey...

CHEM

  • Administrator
  • Supertifoso
  • ******
  • Post: 1953
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Risposta #3436 il: Febbraio 08, 2024, 06:25:39 pm »
Ma tu vorresti prendere 100 milioni per un mandragora o un Duncan? Se i giocatori son scarsi nessun allenatore li fa diventare fenomeni. Vlahovic con Italiano aveva una media realizzativa mai più toccata. Dagli giocatori forti e poi ne discutiamo. Torreira fece un gran campionato.

Facciamo chiarezza una volta per tutte su Vlahovic.

Stagione 20/21: 37 presenze, 21 gol.
Prandelli sostituì Iachini il 9 Novembre 2020. Fino a quel momento, Vlahovic aveva segnato 1 gol. Segnerà il suo secondo gol contro il Sassuolo in casa, su rigore, il 16 dicembre.
Prandelli lascerà la Fiorentina il 23 Marzo 2021 e Vlahovic, fino a quel momento (in 3 mesi) segnerà 12 gol totali. Da qui a fine anno, "nonostante" Iachini, farà altri 9 gol.
Di 21 gol, 6 sono su rigore e 15 su azione.
Considera che l'anno prima ne aveva fatti 6 in 30 presenze.

Stagione 21/22 (con Italiano in panchina, fino a gennaio): 21 presenze, 17 gol (12 su azione e 5 rigori).


Come media realizzativa, anche tralasciando i rigori, è vero quello che dici ma, considerati i trend di 4 attaccanti (Cabral, Jovic, Beltran, Nzola) nei due anni successivi e quanto accaduto nella stagione 20/21, direi che Italiano si era ritrovato in squadra un giocatore già esploso con Prandelli (nello specifico) che era in un momento di fiducia pazzesco.
Non era certo merito di Italiano quello che faceva Vlahovic, altrimenti almeno uno sui 4 a lui succeduti qualcosa di vagamente decente l'avrebbe fatto, invece nulla.
Considera poi che parliamo di uno che era riuscito, nel finale di stagione 20/21, a fare 9 gol in 10 partite con Iachini in panchina. Se vuoi considerare questo parziale allora verrebbe da dire che la media realizzativa più alta l'ha avuta col ritorno di Iachini in panchina...
Capisci cosa intendo?! Non mi vorrai mica dire che Iachini, col massimo rispetto, è ricordato da noi come un grande allenatore, come uno che ha dato lustro a qualche calciatore o che brillava per schemi d'attacco e gioco spumeggiate?! Eppure 9 gol in 10 presenze. Buffe le statistiche, eh?

Torreira...bene, qui parliamo di uno acquistato dall'Arsenal (2 anni in Inghilterra), ceduto in prestito all'Atletico Madrid prima di venire qui e rimettersi in carreggiata. Avevi preso un calciatore che, volendo fare le dovute proporzioni, lo potevi accomunare a Pizarro o Arthur: giocatori dal passato illustre in decadenza che sono tornati grossomodo quelli che erano stati in un contesto a loro misura.
Italiano non aveva trasformato il piombo in oro, aveva "soltanto" dato una lucidata all'argenteria che si era un pò ossidata, non so se mi sono spiegato con questo parallelismo. Non con questo che fosse scontato ma non si può gridare al miracolo, questo è certo.

Quindi, su Vlahovic aveva preso una macchina già lanciata a piena velocità che faceva tutto da sola, l'unico "rischio" era quella di incepparla. Su Torreira aveva "solo" rispolverato qualcosa che comunque in passato aveva già brillato, altrimenti l'Arsenal non l'avrebbe pagato 30mln, vai tranquillo.

Per un Mandragora o un Duncan 100mln non li avresti mai presi, ma da qui a doverci sempre rimettere dimmi te se è una cosa normale. Possibile che li compri per "normali" e li devi rivendere per "bidoni" quando poi bidoni non sono?! Qui i rendimenti dei singoli, quando va bene, raggiungono il 6 a fatica. Gli unici che da inizio anno stanno facendo stabilmente bene, GUARDA CASO, sono i due portieri da quando il nuovo preparatore Savorani ci sta lavorando sopra. Questo è l'impatto che dovrebbe avere un buon allenatore, non trasformare un portiere di riserva nel nuovo Yashin ma in un giocatore che più volte è stato il migliore in campo (e non è mai un bel segnale quando è un portiere). Stessa cosa che Prandelli ha dimostrato negli anni, lasciando un evidente segno su Vlahovic prima di lasciare il calcio. Lo stesso attaccante lo ha rimarcato più volte che è grazie a lui se è esploso.

Coi giocatori forti sono buoni (quasi) tutti a vincere, cosa che peraltro io a Italiano non chiedo.
Io a chiunque alleni la mia squadra chiedo principalmente di vedere giocare a calcio e di lanciare possibilmente qualche giovane. Questo chiedo, non mi pare la luna.
Con quelli che ha potrebbe e dovrebbe riuscirci, non a vincere ma nemmeno a farsi prendere a pallonate da chiunque da qualche mese a questa parte. C'è chi gode a vincere col Bologna in coppa in quel modo, chi a vincere col Verona dopo quel troiaio di partita ecc. Io no.
"Un allenatore deve ALLENARE e, se è bravo, migliorare il materiale a disposizione"

sololaviola

  • Administrator
  • Violanato
  • ******
  • Post: 8042
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Risposta #3437 il: Febbraio 08, 2024, 09:50:59 pm »
Chem non ho mai detto che vlahovic e torreira sono esplosi con Italiano ma ho detto altro, è cioè che i giocatori bravi rendono anche con Italiano. Chi non rende è il calciatore scarso. È purtroppo questa squadra ne ha molti. Non dico di dargli undici vlahovic, ma con 11 torreira oggi ottavi per la Champions, anzi ci saresti sicuramente andato. Con giocatori che non giocherebbero  in un Bologna è difficile fare di più...
Save by Frey...

CHEM

  • Administrator
  • Supertifoso
  • ******
  • Post: 1953
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Risposta #3438 il: Febbraio 08, 2024, 10:20:52 pm »
Chem non ho mai detto che vlahovic e torreira sono esplosi con Italiano ma ho detto altro, è cioè che i giocatori bravi rendono anche con Italiano. Chi non rende è il calciatore scarso. È purtroppo questa squadra ne ha molti. Non dico di dargli undici vlahovic, ma con 11 torreira oggi ottavi per la Champions, anzi ci saresti sicuramente andato. Con giocatori che non giocherebbero  in un Bologna è difficile fare di più...

Come punti forse, posso darti ragione anche se il culo ha mascherato fin troppe magagne. Come gioco proprio no, questi sembrano aver disimparato a giocare, non è ammissibile vedere certi spettacoli, e non mi riferisco ad una partita ma quasi a metà stagione.
E l'allenatore ci ha messo molto del suo, inutile far finta del contrario. Non abbiamo un gioco, non siamo in grado di proporre alternative, siamo scontati, mai pericolosi e messi regolarmente sotto da chiunque incontriamo. Non avremo fenomeni ma gente che contro Parma Bologna, Lecce, Torino, Verona, Sassuolo o Udinese possa fare una partita dignitosa quello si ma non è successo.
"Un allenatore deve ALLENARE e, se è bravo, migliorare il materiale a disposizione"

alex1950

  • Ultras
  • *****
  • Post: 2951
  • #soloperlamaglia#
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Risposta #3439 il: Febbraio 09, 2024, 02:43:38 pm »
Oggi è intervenuto Commisso e sostanzialmente ha coperto tutti, dirigenti, allenatore e giocatori, dicendo solo che non è contento degli ultimi risultati, ma ribadendo l'impegno economico profuso nella società e nella squadra, compreso gli ultimi due acquisti (prestiti) dell'ultimo mercato.
Altro non poteva fare, aziendalmente parlando, ma forse se la società non stesse rinchiusa nel bunker del Viola Park ed aprisse alle conferenza stampa con giornalisti veri e domande vere, forse si romperebbe quel muro di gomma che sembra sceso su Firenze, la società, i media, la tifoseria e la politica (intesa come stadio/infrastrutture).

Sulla parte economico-finanziaria non ho niente da eccepire, per stare a certi vertici ci vogliono i QUATTRINI non i DISCORSI, e su stadio e centro sportivo lui non ha solo ragione, ma di più!
Compreso le critiche ai vertici calcistici per l'indebitamento finanziario dei clubs, e sulla regolarità del sistema calcio in generale.

Forse dal New Jersey, tuttavia, il comparto sportivo ... ha delle sfumature che da laggiù non si percepiscono e sicuramente non gli viene raccontato il 100% di quello che succede ....

.... per esempio, come si fa a non vedere gli errori tattici commessi a più riprese, specialmente nelle ultime partite, anche quelle vinte ai rigori, o per ....grazia-ricevuta ...
... come si fà a non vedere i balletti deplorevoli su chi deve battere un calcio di rigore ...
... come si fà a non vedere le diatribe ripetute e snervanti sui rapporti intrapresi con alcuni calciatori, soprattutto coi "giovani" sui quali non c'è sufficiente fiducia ...
... come si fa a non rendersi conto che i suoi dipendenti del settore tecnico vendono a gennaio quello che hanno preso a giugno (Sabiri è stato addirittura sconfessato da gennaio a giugno) e mi riferisco a plusvalenze pur arrivate, ma che col lato tecnico c'entrano poco (Cabral, Igor), causando spese oltremodo improduttive che finiscono per gravare giocoforza sui bilanci.

Non so che intenzioni abbia, ma se pensa di stare a Firenze a ... vivacchiare aspettando l'occasione giusta per vendere, mi spiace, ma ha scelto la città sbagliata. Abbiamo già visto questo film e nessuno ha voglia di andare a rivederlo. Gli consiglierei di cambiare "strategia" e qualche pezzo dello staff di cui scrivevo prima ....poi faccia come vuole, i soldi sono suoi, ma esistono modi più produttivi per spenderli, stando in pace ...con tifoseria, media ed Istituzioni.

Prima torna e si rende conto di persona e meglio è!
« Ultima modifica: Febbraio 09, 2024, 02:50:15 pm da alex1950 »
#sempre-e-comunque#

sololaviola

  • Administrator
  • Violanato
  • ******
  • Post: 8042
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Risposta #3440 il: Febbraio 09, 2024, 03:20:34 pm »
Come punti forse, posso darti ragione anche se il culo ha mascherato fin troppe magagne. Come gioco proprio no, questi sembrano aver disimparato a giocare, non è ammissibile vedere certi spettacoli, e non mi riferisco ad una partita ma quasi a metà stagione.
E l'allenatore ci ha messo molto del suo, inutile far finta del contrario. Non abbiamo un gioco, non siamo in grado di proporre alternative, siamo scontati, mai pericolosi e messi regolarmente sotto da chiunque incontriamo. Non avremo fenomeni ma gente che contro Parma Bologna, Lecce, Torino, Verona, Sassuolo o Udinese possa fare una partita dignitosa quello si ma non è successo.

Come ho ripetuto più volte a me il gioco di Italiano non è mai piaciuto, come non mi piace nemmeno il gioco di guardiola (grazie al cazzo che fa bene). Ma questa squadra, come numeri, fa anche più del proprio valore. Negli ultimi due anni siamo il settimo attacco e la settima difesa del campionato. Questi giocatori, nell'anno di iachini, erano il tredicesimo attacco della serie A e la tredicesima difesa. Con Italiano si è fatto un salto avanti non da poco, non certo accompagnato da un salto qualitativo della rosa. Questo va oltre il discorso culo. Tra l'altro quest'anno abbiamo vinto partite che non meritavamo di vincere ma abbiamo perso tanti punti immeritatamente. E non possiamo fare che se vinciamo e per il culo è se perdiamo è per colpa nostra. Italiano ha dato un'anima a questa squadra, cosa che non tutti gli allenatori sono in grado di farlo. A fine anno andrà via e noi saremo qua sopra ad incolpare il prossimo allenatore perché con questa dirigenza anche il prossimo avrà lo stesso problema, e cioè una squadra mediocre e costruita male. Ma saremo a discutere ancora dell'allenatore.

E fortuna che Italiano ha insistito per mettere in lista Castrovilli (che giobbarone voleva fuori). Almeno avremo un interno in più.
Save by Frey...

sololaviola

  • Administrator
  • Violanato
  • ******
  • Post: 8042
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Risposta #3441 il: Febbraio 09, 2024, 03:26:47 pm »
Oggi è intervenuto Commisso e sostanzialmente ha coperto tutti, dirigenti, allenatore e giocatori, dicendo solo che non è contento degli ultimi risultati, ma ribadendo l'impegno economico profuso nella società e nella squadra, compreso gli ultimi due acquisti (prestiti) dell'ultimo mercato.
Altro non poteva fare, aziendalmente parlando, ma forse se la società non stesse rinchiusa nel bunker del Viola Park ed aprisse alle conferenza stampa con giornalisti veri e domande vere, forse si romperebbe quel muro di gomma che sembra sceso su Firenze, la società, i media, la tifoseria e la politica (intesa come stadio/infrastrutture).

Sulla parte economico-finanziaria non ho niente da eccepire, per stare a certi vertici ci vogliono i QUATTRINI non i DISCORSI, e su stadio e centro sportivo lui non ha solo ragione, ma di più!
Compreso le critiche ai vertici calcistici per l'indebitamento finanziario dei clubs, e sulla regolarità del sistema calcio in generale.

Forse dal New Jersey, tuttavia, il comparto sportivo ... ha delle sfumature che da laggiù non si percepiscono e sicuramente non gli viene raccontato il 100% di quello che succede ....

.... per esempio, come si fa a non vedere gli errori tattici commessi a più riprese, specialmente nelle ultime partite, anche quelle vinte ai rigori, o per ....grazia-ricevuta ...
... come si fà a non vedere i balletti deplorevoli su chi deve battere un calcio di rigore ...
... come si fà a non vedere le diatribe ripetute e snervanti sui rapporti intrapresi con alcuni calciatori, soprattutto coi "giovani" sui quali non c'è sufficiente fiducia ...
... come si fa a non rendersi conto che i suoi dipendenti del settore tecnico vendono a gennaio quello che hanno preso a giugno (Sabiri è stato addirittura sconfessato da gennaio a giugno) e mi riferisco a plusvalenze pur arrivate, ma che col lato tecnico c'entrano poco (Cabral, Igor), causando spese oltremodo improduttive che finiscono per gravare giocoforza sui bilanci.

Non so che intenzioni abbia, ma se pensa di stare a Firenze a ... vivacchiare aspettando l'occasione giusta per vendere, mi spiace, ma ha scelto la città sbagliata. Abbiamo già visto questo film e nessuno ha voglia di andare a rivederlo. Gli consiglierei di cambiare "strategia" e qualche pezzo dello staff di cui scrivevo prima ....poi faccia come vuole, i soldi sono suoi, ma esistono modi più produttivi per spenderli, stando in pace ...con tifoseria, media ed Istituzioni.

Prima torna e si rende conto di persona e meglio è!

Commisso oramai sembra marzullo. Fatti una domanda e datti una risposta.
Sul discorso stadio son tutte cavolate. Le squadre con lo stadio di proprietà sono tutte sotto di noi in classifica (escluso i gobbi, ma non per lo stadio).  L'atalanta ci è sopra da anni ed economicamente vale un decimo della Fiorentina. Il Napoli senza stadio di proprietà ha vinto lo scudetto ed ha un fatturato simile al nostro. Ovviamente non è da guardare oggi che hanno introiti tv che sono il triplo dei nostri, ma non perché si chiama Napoli ma perché hanno puntato alle coppe importanti, non hanno venduto Cavani a gennaio.

La differenza tra la fiorentina e le big è dovuto solo al fatto che noi abbiamo una dirigenza di capre.
Save by Frey...

alex1950

  • Ultras
  • *****
  • Post: 2951
  • #soloperlamaglia#
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Risposta #3442 il: Febbraio 09, 2024, 03:51:40 pm »
Commisso oramai sembra marzullo. Fatti una domanda e datti una risposta.
Sul discorso stadio son tutte cavolate. Le squadre con lo stadio di proprietà sono tutte sotto di noi in classifica (escluso i gobbi, ma non per lo stadio).  L'atalanta ci è sopra da anni ed economicamente vale un decimo della Fiorentina. Il Napoli senza stadio di proprietà ha vinto lo scudetto ed ha un fatturato simile al nostro. Ovviamente non è da guardare oggi che hanno introiti tv che sono il triplo dei nostri, ma non perché si chiama Napoli ma perché hanno puntato alle coppe importanti, non hanno venduto Cavani a gennaio.

La differenza tra la fiorentina e le big è dovuto solo al fatto che noi abbiamo una dirigenza di capre.

Sullo stadio abbiamo una visione diversa, ma secondo me la non costruzione dello stadio è alla causa di queste situazioni. Come dicono quelli bravi "la madre di tutte le situazioni".

Da lì discende il resto, ci piaccia o no. Ci stà che loro siano venuti in Italia solo per fini immobiliari e non gliene freghi niente del lato sportivo. Pensiamola pure così e prepariamoci ad anni difficili.
Senza stadio in teoria ed in ...pratica.
#sempre-e-comunque#

CHEM

  • Administrator
  • Supertifoso
  • ******
  • Post: 1953
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Risposta #3443 il: Febbraio 09, 2024, 06:30:16 pm »
Questi giocatori, nell'anno di iachini, erano il tredicesimo attacco della serie A e la tredicesima difesa. Con Italiano si è fatto un salto avanti non da poco, non certo accompagnato da un salto qualitativo della rosa.

In buona sostanza mi dai ragione quindi.
Cambiando da un allenatore modesto a un allenatore più valido anche le performances della squadra, piuttosto che dei singoli, sono migliorate.
Pensa te cosa non si potrebbe fare con un allenatore davvero bravo capace di dare un gioco alla squadra e di far segnare gli attaccanti...
"Un allenatore deve ALLENARE e, se è bravo, migliorare il materiale a disposizione"

sololaviola

  • Administrator
  • Violanato
  • ******
  • Post: 8042
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Risposta #3444 il: Febbraio 09, 2024, 08:08:16 pm »
In buona sostanza mi dai ragione quindi.
Cambiando da un allenatore modesto a un allenatore più valido anche le performances della squadra, piuttosto che dei singoli, sono migliorate.
Pensa te cosa non si potrebbe fare con un allenatore davvero bravo capace di dare un gioco alla squadra e di far segnare gli attaccanti...

Mica tanto ragione. E' l'allenatore che ha contribuito, e la dimostrazione è che tutti quelli che erano in questa squadra oggi sono a scaldare le panchine delle altre squadre. Eppure Igor, ad esempio, ha trovato un allenatore, secondo molti, da top team...
Save by Frey...

sololaviola

  • Administrator
  • Violanato
  • ******
  • Post: 8042
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Risposta #3445 il: Febbraio 09, 2024, 08:09:37 pm »
Sullo stadio abbiamo una visione diversa, ma secondo me la non costruzione dello stadio è alla causa di queste situazioni. Come dicono quelli bravi "la madre di tutte le situazioni".

Da lì discende il resto, ci piaccia o no. Ci stà che loro siano venuti in Italia solo per fini immobiliari e non gliene freghi niente del lato sportivo. Pensiamola pure così e prepariamoci ad anni difficili.
Senza stadio in teoria ed in ...pratica.

Alex, un buon imprenditore non si martella le parti intime per far dispetto alla moglie. Questi stanno dilapidando un patrimonio. Fra poco non ci saranno giocatori per far plusvalenze e la società perderà valore. E non di poco.
Save by Frey...

alex1950

  • Ultras
  • *****
  • Post: 2951
  • #soloperlamaglia#
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Risposta #3446 il: Febbraio 09, 2024, 08:24:51 pm »
Slv, Commisso sa molto bene come gestire l'azienda e, secondo me, non è lui che si "tafazza"  le parti intime, ma qualcun'altro che ha da portare a compimento il rabbercio dello stadio senza tutti i soldi necessari per farlo ...a me dà più l'impressione che stia aspettando di ottenere il massimo possibile col minimo ..esborso economico.
Prima o poi qualcuno potrebbe andare ...a Canossa.
#sempre-e-comunque#

CHEM

  • Administrator
  • Supertifoso
  • ******
  • Post: 1953
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Risposta #3447 il: Febbraio 09, 2024, 09:20:48 pm »
Mica tanto ragione. E' l'allenatore che ha contribuito, e la dimostrazione è che tutti quelli che erano in questa squadra oggi sono a scaldare le panchine delle altre squadre. Eppure Igor, ad esempio, ha trovato un allenatore, secondo molti, da top team...

Visto che ti riferisci a chi era qui e ora è altrove, non mi pare tu ti sia disfatto dei pezzi più pregiati.
Igor fece 6 mesi da top da gennaio a fine stagione 21/22, poi riscese nell'anonimato inanellando una serie di partite oscene nel suo ultimo anno qui. Venne come rincalzo, tutto grasso che cola l'averlo venduto sovrapprezzo. Jovic ad oggi in metà partite ha già fatto quasi gli stessi gol dello scorso anno da noi. Cabral fin qui non è andato benissimo ma pare stia ingranando nelle ultime uscite, vediamo a fine anno.
Per il resto di chi ti saresti privato di così vitale?
L'unico Amrabat guarda. Eccetto lui, mi pare che quelli che se ne sono andati non erano titolari manco qui (eccetto i due attaccanti), quindi...
"Un allenatore deve ALLENARE e, se è bravo, migliorare il materiale a disposizione"

RaySantilli

  • Supporter
  • ***
  • Post: 1215
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Risposta #3448 il: Febbraio 09, 2024, 10:34:32 pm »
In buona sostanza mi dai ragione quindi.
Cambiando da un allenatore modesto a un allenatore più valido anche le performances della squadra, piuttosto che dei singoli, sono migliorate.
Pensa te cosa non si potrebbe fare con un allenatore davvero bravo capace di dare un gioco alla squadra e di far segnare gli attaccanti...

Chem nessuno ha mai messo in discussione questo, certo, il fatto che un allenatore davvero bravo tanto non lo prenderanno mai, dopo Italiano sarà una nuova scommessa da 1mln, lo sai anche tu

RaySantilli

  • Supporter
  • ***
  • Post: 1215
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Risposta #3449 il: Febbraio 09, 2024, 10:38:35 pm »
Alex, un buon imprenditore non si martella le parti intime per far dispetto alla moglie. Questi stanno dilapidando un patrimonio. Fra poco non ci saranno giocatori per far plusvalenze e la società perderà valore. E non di poco.

Siamo messi male con questa gestione, speravo di motivare il disimpegno con un'imminente cessione ma oggi hanno detto che vogliono esserci per il centenario... certo ad oggi... quando il declino sarà totale spero cambino programmi