Quick Login

Autore Topic: BOLOGNA - FIORENTINA Domenica 11 Settembre ore 15 Stadio Renato Dall'Ara  (Letto 6442 volte)

Fumogenoviola

  • Supporter
  • ***
  • Post: 1020
    • Mostra profilo
Re:BOLOGNA - FIORENTINA Domenica 11 Settembre ore 15 Stadio Renato Dall'Ara
« Risposta #15 il: Settembre 11, 2022, 07:33:00 pm »
Ormai siamo questi rassegnamoci.
E proviamo a guardare l Europa con altri occhi, perché mi sa che finché ci sarà Jocker al comando non la rivedremo piu.
Forse chissà, succederà, canta con noi Giobba Rone se ne va...po-poro-po, po-poro-po...

sololaviola

  • Administrator
  • Violanato
  • ******
  • Post: 7982
    • Mostra profilo
Re:BOLOGNA - FIORENTINA Domenica 11 Settembre ore 15 Stadio Renato Dall'Ara
« Risposta #16 il: Settembre 11, 2022, 07:50:57 pm »
Io son rassegnato da tempo, ma questo non significa che non si debba mostrare il malcontento.
Save by Frey...

Fumogenoviola

  • Supporter
  • ***
  • Post: 1020
    • Mostra profilo
Re:BOLOGNA - FIORENTINA Domenica 11 Settembre ore 15 Stadio Renato Dall'Ara
« Risposta #17 il: Settembre 11, 2022, 08:02:09 pm »
Sarà un caso che l unica stagione buona fatta sotto la sua gestione è stata quando lui non c'è mai stato?
Forse chissà, succederà, canta con noi Giobba Rone se ne va...po-poro-po, po-poro-po...

RaySantilli

  • Supporter
  • ***
  • Post: 1183
    • Mostra profilo
Re:BOLOGNA - FIORENTINA Domenica 11 Settembre ore 15 Stadio Renato Dall'Ara
« Risposta #18 il: Settembre 11, 2022, 08:35:27 pm »
Sarà un caso che l unica stagione buona fatta sotto la sua gestione è stata quando lui non c'è mai stato?

Sará cattivo ma l'ho pensato anch'io...

alex1950

  • Ultras
  • *****
  • Post: 2924
  • #soloperlamaglia#
    • Mostra profilo
Re:BOLOGNA - FIORENTINA Domenica 11 Settembre ore 15 Stadio Renato Dall'Ara
« Risposta #19 il: Settembre 11, 2022, 08:54:24 pm »
Sarà un caso che l unica stagione buona fatta sotto la sua gestione è stata quando lui non c'è mai stato?

Credo che dal punto di vista economico si possa rimproverare poco a Commisso, ma è dal punto di vista calcistico che i conti non tornano.
Calcisticamente parlando ancora non ci ha capito nulla.
Ma, così come pretende di mettere in riga politica, procuratori, mondo del calcio, stampa e anche parte della tifoseria DOVREBBE pretendere anche dal suo staff tecnico (DS allenatore e calciatori) maggior impegno in tutti i campi
 Sentir dire da Prade'che la squadra dopo il vantaggio di è seduta non si può ACCETTARE ,! Qualcuno queste cazzate ripetute le dovrebbe pagare, caro Rocco. !!
#sempre-e-comunque#

Nevyce

  • Visitatore
  • *
  • Post: 239
    • Mostra profilo
Re:BOLOGNA - FIORENTINA Domenica 11 Settembre ore 15 Stadio Renato Dall'Ara
« Risposta #20 il: Settembre 11, 2022, 10:55:44 pm »
Mi spiace molto per dodo, probabilmente L unico acquisto di livello.
Il polpaccio é un posto delicatissimo temo lo rivedremo anno nuovo.
Il livello si abbassa ulteriormente, senza lui gonzalez milenkovic siamo da lotta per non retrocedere.

sololaviola

  • Administrator
  • Violanato
  • ******
  • Post: 7982
    • Mostra profilo
Re:BOLOGNA - FIORENTINA Domenica 11 Settembre ore 15 Stadio Renato Dall'Ara
« Risposta #21 il: Settembre 11, 2022, 11:04:52 pm »
Il diavolo fa le pentole ma non i coperchi. E Pradè ha creduto che sarebbero bastate le pentole. Questi sono i risultati. L'unica speranza è che a fine anno si faccia un repulisti, ma ci credo poco.
Save by Frey...

CHEM

  • Administrator
  • Supertifoso
  • ******
  • Post: 1934
    • Mostra profilo
Re:BOLOGNA - FIORENTINA Domenica 11 Settembre ore 15 Stadio Renato Dall'Ara
« Risposta #22 il: Settembre 12, 2022, 10:30:45 am »
Questi son convinti di aver fatto un grande mercato. Addirittura alla fine hanno deciso pure di non prendere un altro centrocampista (e non è che stessero puntando un big) e peggio ancora hanno deciso di cedere un difensore per rimpiazzarlo con uno messo fuori squadra durante la preparazione e che l'anno scorso lo hanno tolto da centrale per metterlo a sinistra. A Salerno, non alla juve. Se non si da il mercato in mano a qualcuno che sa come muoversi è inutile stare a sperare nella prossima finestra di mercato. A gennaio andranno a cercare Bajrami credendo di risolvere i problemi in questo modo. Sono incompetenti.

Per me hanno sbagliato solo il finale di mercato, con Nastasic che non è stato rimpiazzato e con un Benassi che ti è rimasto sul gozzo e fuori da tutto.
Il resto secondo me è stato fatto per tempo, una eccezione questa, e da Fiorentina.
Il problema sono state le aspettative, che non hanno saputo reggere (allenatore in primis e squadra a seguire), e la gestione della rosa (preparazione troppo pesante, leggi infortuni muscolari e zero brillantezza fisica, e tornover eccessivo).
Stavolta io perlomeno riconosco più demeriti al lato sportivo che non agli operatori di mercato. Su questo si poteva fare anche meglio, ma quanto fatto prima dell'ultimo giorno non è stato male. Se poi in campo non ci capiscono una sega, il DS ha poco da rimproverarsi...
"Un allenatore deve ALLENARE e, se è bravo, migliorare il materiale a disposizione"

sololaviola

  • Administrator
  • Violanato
  • ******
  • Post: 7982
    • Mostra profilo
Re:BOLOGNA - FIORENTINA Domenica 11 Settembre ore 15 Stadio Renato Dall'Ara
« Risposta #23 il: Settembre 12, 2022, 11:11:42 am »
Secondo me è un mix di cose. Sai bene quanto in passato ho rotto le palle con Montella ed il suo possesso di palla inutile, quindi immagina come possa essere contento vedere questa squadra fare 75% di possesso e non impegnare mai il portiere avversario, quindi sul lato tecnico ci sono molte responsabilità. Italianon non sta sfruttando le caratteristiche di determinati giocatori. Ikoné non è uno da far giocare in una squadra che fa tanto possesso, lui, ma anche Sottil e Kouamè, ha bisogno di spazi per utilizzare la squa miglior caratteristica, che è la corsa. Barak l'anno scorso ha fatto un grande campionato, ma da trequartista e non da interno di centrocampo. Mandragora e Amrabat sono due centrocampisti da centrocampo a due. Ma oltre sul lato degli schemi c'è un problema di atteggiamento, e cioè quello di voler per forza schiacciare gli avversari quando in realtà questo mette in grossa difficoltà la squadra.

Detto questo però non si può non vedere un mercato fatto comprando figurine e non calciatori. Quell oche ho scritto riguardo i giocatori non adatti al 4-3-3 è anche una critica a Pradé. Hai un allenatore talebano, e sai di averlo. Mi dici per quale motivo vai a prendere giocatori che poi saranno da arrangiare in questa squadra? Inoltre siamo stati per anni senza un regista, ce ne siamo lamentati, abbiamo capito quanto fosse necessario averlo, ne abbiamo trovato uno bravo e che fai? Non lo riscatti? Allora sei stupido forte. Lo rimpiazzi con un altro che non si capisce che cosa sia, un giocatore che è stato sempre a camminare sul filo della mediocrità. Abbiamo un problema di velocità di gioco a centrocampo e prendi uno che è lentissimo. Forte ma lentissimo. Tra l'altro che veniva da un anno come trequartista. In attacco prendi Jovic e lo fai solo perché non ti costa nulla. Hai comprato due giocatori che nel gioco di Italiano non c'entrano una sega. La ci voleva uno che facesse a cazzotti con i difensori ed invece ci troviamo con delle signorine. Io ti dico che se Cabral lo metti nel Napoli ti fa 20 gol, ma non è per Italiano. Per non parlare del discorso esterno dove sono anni che prende giocatori inconcludenti (Nico compreso). Giuntoli va in Georgia e con i soldi di Mandragora prende un esterno che fa la differenza con gol e assist. Non hai preso un solo giocatore che sappia tirare da fuori area. Non c'è un giocatore che sappia battere calci piazzati in modo pericoloso (da quando è andato via Pulgar non si segna più di testa). L'unica cosa positiva è aver fatto il mercato presto, ma a che serve fare un mercato presto se poi lo fai una merda? Il finale poi è stato da premio Oscar. Togli un difensore che sicuramente non era più una cima e lo sostituisci con uno che era fuori dal progetto? Uno che ha passato su una cyclette tutta la fase di preparazione a Moena. Uno che non si allenava nemmeno con la squadra. Uno che l'anno prima, a Salerno, fu tolto da ruolo di centrale per metterlo a sinistra. E lo fai diventare il quarto centrale?

Come detto, sul gioco di Italiano sapete come la penso dai tempi di Montella, ma Pradè si sta dimostrando un dilettante allo sbaraglio.
Save by Frey...

Gabriel_Omar

  • Visitatore
  • *
  • Post: 136
    • Mostra profilo
Re:BOLOGNA - FIORENTINA Domenica 11 Settembre ore 15 Stadio Renato Dall'Ara
« Risposta #24 il: Settembre 12, 2022, 12:58:08 pm »
Stavolta io perlomeno riconosco più demeriti al lato sportivo che non agli operatori di mercato. Su questo si poteva fare anche meglio, ma quanto fatto prima dell'ultimo giorno non è stato male. Se poi in campo non ci capiscono una sega, il DS ha poco da rimproverarsi.
Per nulla d'accordo: se una squadra scende in campo con diversi giocatori totalmente disfunzionali tra loro, il responsabile di mercato che l'ha assemblata ha chiare colpe, altroché. Al di là della condizione fisica, che a mio avviso rimane un falso problema, a questa Fiorentina manca come il pane gente che sappia gestire la prima uscita del possesso, oltre che elementi in grado di cucire il gioco tra centrocampo (dove abbondano giocatori abili in fase d'interdizione e altri che spiccano per il tempismo negli inserimenti e il gioco senza palla, ma nessuno che possa raccordare le due fasi, al di fuori di Bonaventura e Saponara, che però hanno i loro evidenti e naturali limiti in termini di età, condizione fisica, continuità e mobilità) e attacco. Date queste carenze strutturali, il cambio di modulo rappresenterebbe un mero palliativo (ormai comunque quasi obbligatorio, data la scarsezza di risultati, anche solo per provare a modificare qualcosa), perché cambiando l'ordine degli addendi il risultato rimarrebbe in ogni caso il medesimo. E non tiro fuori nemmeno il discorso dell'incompatibilità dei giocatori presenti nell'attuale rosa gigliata con le idee di Calcio di Italiano, perché altrimenti entriamo di nuovo nel loop in cui ci chiediamo se è nato prima l'uovo o la gallina (ossia, se un allenatore deve adattare le sue idee ai giocatori a disposizione, o, viceversa, se dev'essere la società a plasmare una squadra ad immagine e somiglianza del primo: in merito, ognuno ha le sue idee).

P. S. Il fatto che la Fiorentina abbia concluso diverse operazioni già a Giugno, ossia prima di tutti i recenti anni, dipende quasi principalmente dal fatto che, quest'anno, la Viola avrebbe dovuto affrontare i preliminari di Conference League già nella prima metà di Agosto, senza considerare che la stessa Serie A sarebbe iniziata prima rispetto ai canoni tradizionali, e con tante partite immediatamente ravvicinate, a causa del Mondiale di Dicembre. Quindi la "tempestività" di Pradé&Co. in tal senso non può essere considerata un plus, ma semmai una necessità dettata dalle anomalie di calendario di questa particolare stagione.

Sai bene quanto in passato ho rotto le palle con Montella ed il suo possesso di palla inutile, quindi immagina come possa essere contento di vedere questa squadra fare il 75% di possesso e non impegnare mai il portiere avversario (...).
Ma infatti non bisogna mai confondere mezzo e fine: il possesso palla (termine molto vago, che si può declinare in ennemila modi differenti) rimane un mero strumento nelle mani degli allenatori, utile al raggiungimento di un determinato traguardo. Nello specifico, la ricerca del consolidamento del possesso che vuole Italiano ha come obiettivo primario quello di cercare di "stanare" l'avversario, invitandolo al pressing per poi liberare spazio dietro le sue linee di pressione. Il problema si presenta ovviamente contro squadre che rifiutano categoricamente il pressing e che si barricano dentro la propria trequarti, ma in quel caso la massimizzazione della percentuale di possesso è necessaria ad aumentare le possibilità di creare occasioni da gol. Il punto focale della questione è che, senza interpreti adatti, qualsiasi "possesso palla" rischia seriamente di diventare lento e, di conseguenza, stantio, prevedibile e inefficace.

Hai un allenatore talebano, e sai di averlo. Mi dici per quale motivo vai a prendere giocatori che poi saranno da arrangiare in questa squadra?
Che poi, ancor prima di questo, ci sarebbe da chiedersi per quale ragione non seguire i dettami di un allenatore che, nella stagione precedente, aveva finalmente trascinato il club fuori dal pantano della mediocrità, in cui sembrava essere imprigionata da ormai anni e anni. Al di là della (presunta o reale) "ortodossia" di Italiano, la dirigenza viola avrebbe a prescindere dovuto far di tutto per mettere quest'ultimo nelle migliori condizioni possibili per permettergli di continuare il suo lavoro di rinnovamento, che già aveva portato i primi frutti già al primo anno.
« Ultima modifica: Settembre 13, 2022, 11:15:50 am da Gabriel_Omar »

CHEM

  • Administrator
  • Supertifoso
  • ******
  • Post: 1934
    • Mostra profilo
Re:BOLOGNA - FIORENTINA Domenica 11 Settembre ore 15 Stadio Renato Dall'Ara
« Risposta #25 il: Settembre 12, 2022, 08:46:25 pm »
Per nulla d'accordo: se una squadra scende in campo con diversi giocatori totalmente disfunzionali tra loro, il responsabile di mercato che l'ha assemblata ha chiare colpe, altroché. Al di là della condizione fisica, che a mio avviso rimane un falso problema, a questa Fiorentina manca come il pane gente che sappia gestire la prima uscita del possesso, oltre che elementi in grado di cucire il gioco tra centrocampo (dove abbondano giocatori abili in fase d'interdizione e altri che spiccano per il tempismo negli inserimenti e il gioco senza palla, ma nessuno che possa raccordare le due fasi, al di fuori di Bonavetura e Saponara, che però hanno i loro evidenti e naturali limiti in termini di età, condizione fisica, continuità e mobilità) e attacco. Date queste carenze strutturali, il cambio di modulo rappresenterebbe un mero palliativo (ormai comunque quasi obbligatorio, data la scarsezza di risultati, anche solo per provare a modificare qualcosa), perché cambiando l'ordine degli addendi il risultato rimarrebbe in ogni caso il medesimo. E non tiro fuori nemmeno il discorso dell'incompatibilità dei giocatori presenti nell'attuale rosa gigliata con le idee di Calcio di Italiano, perché altrimenti entriamo di nuovo nel loop in cui ci chiediamo se è nato prima l'uovo o la gallina (ossia, se un allenatore deve adattare le sue idee ai giocatori a disposizione, o, viceversa, se dev'essere la società a plasmare una squadra ad immagine e somiglianza del primo: in merito, ognuno ha le sue idee).

P. S. Il fatto che la Fiorentina abbia concluso diverse operazioni già a Giugno, ossia prima di tutti i recenti anni, dipende quasi principalmente dal fatto che, quest'anno, la Viola avrebbe dovuto affrontare i preliminari di Conference League già nella prima metà di Agosto, senza considerare che la stessa Serie A sarebbe iniziata prima rispetto ai canoni tradizionali, e con tante partite immediatamente ravvicinate, a causa del Mondiale di Dicembre. Quindi la "tempestività" di Pradé&Co. in tal senso non può essere considerata un plus, ma semmai una necessità dettata dalle anomalie di calendario di questa particolare stagione.

Perdonami ma non capisco.
Il mercato è stato di "sostituzione", ovvero è stato preso un "omologo" di quelli che se ne sono andati. Quattro (Dodò per Odriozola, Mandragora per Torreira, Jovic per Piatek, Gollini per Dragowski) più Barak per Castrovilli che sarà rotto per diversi mesi. Volendo ci metto anche Zurkowski per Pulgar e Kouamè per Callejon.
Di questi, in difesa i titolari sono gli stessi dello scorso anno. Odriozola ha giocato con poca continuità lo scorso campionato, e Dodò aveva cominciato ora ad essere schierato con regolarità.
A centrocampo hai cambiato il regista, che Pizarro non era (per inciso), per il resto sono gli stessi dell'anno scorso. Lascio fare Barak, arrivato in corsa e subito buttato nella mischia, gli altri che hanno giocato sono Maleh, Bonaventura e un pò Duncan (prima di rompersi, guarda caso), già presenti lo scorso anno.
Sugli esterni stessa musica, con Sottil più titolare (anche perchè Nico è sempre rotto) e dall'altra parte Ikonè. Hai riscoperto Kouamè quasi per sbaglio, per il resto sono i soliti.
Davanti sempre Cabral e Jovic per Piatek, che titolare fisso non è mai stato.

Dunque, dov'è che il mercato avrebbe drammaticamente stravolto una squadra che lo scorso anno giocava a calcio?! E non ci raccontiamo che era Torreira a cambiare volto alla squadra perchè sennò si piega la realtà. Tranne la seconda parte di stagione, dove iniziò a fare "l'incursore", non ricordo giocate o partite da migliore in campo. Saranno i gol che fece ad aver riempito gli occhi della gente, che vi devo dire.

Vogliamo parlare degli infortuni muscolari registrati lo scorso anno rispetto a questo?! Parlo di una stagione intera contro 1 mese di campionato, e già si può chiudere qui il discorso.

Vogliamo parlare della brillantezza media dei giocatori in campo?! Mai viste tante cazzate dei singoli come in questo periodo, mai visto tanta difficoltà diffusa nel trovare una giocata se non in un paio di elementi (Sottil e Kouamè, il resto è tabula rasa), mai vista tanta lentezza e prevedibilità come in questo mese.
C'entra forse il comparto dirigenziale se i giocatori accusano problemi fisici e non saltano manco un birillo? C'entra forse il DS se la stessa squadra dello scorso anno con qualche sostituto e poco più riesce a fare 32 tiri di cui meno di 10 nello specchio della porta contro il Riga che non vale una squadra della B italiana, finendo per pareggiarci in casa? E ancora, c'entra il DS se vinciamo con autorete del portiere con una neopromossa all'ultimo secondo di gara o se non riusciamo manco a tirare in porta contro il modesto Empoli in 11 contro 9?!

La verità è che a prescindere da chi mette in campo l'allenatore il risultato non cambia. Siamo lenti, prevedibili, impacciati e fisicamente fragili. Gli errori individuali, se isolati e saltuari, li puoi bollare come tali e passi oltre, ma quando li vedi commettere in TUTTE le partite da un mese a questa parte allora significa che la testa dice di fare una cosa ma il fisico non risponde come dovrebbe. Ieri ne hanno commesse due in fotocopia di minchiate nell'arco di 2 minuti di orologio: se da Quarta potevi anche aspettartela, da Igor (il miglior centrale dello scorso anno in viola anche per continuità di rendimento) decisamente no. Si è rincoglionito tutto insieme oppure la sua notevole mole unita al fatto che sia imballato come una bancale di lattine di birra non gli permette di essere quello che era fino a pochi mesi fa?!

Poi, oh, ognuno è liberissimo di vederla come vuole, ci mancherebbe, ma a me pare talmente ovvia la cosa che fatico a capire chi sostiene il contrario. Basta vedere chi scende in campo, se c'era lo scorso anno e che differenza c'è. Stesso modulo, stessi principi, stessa struttura: dovevano leggere lo spartito a memoria, invece paiono più in confusione che mai.
Difficile, se non addirittura a rischio di passare per matti, sostenere che TUTTO dipenda da Torreira che non c'è più. O davvero credete che sia così...?!

Le aspettative poi hanno fatto il resto. "Questa è la partita della vita!", disse il nostro Gengis Khan prima del Riga, poi sappiamo com'è andata. Potrei riportare altre frasi celebri citate invano come quello che legge i messaggini dei Baci Perugina. Questo gruppo è stato invece messo nelle condizioni di non riuscire a portare in scena uno spartito che doveva conoscere a menadito, con una preparazione folle, insensata, e le pressioni psicologiche poi hanno fatto il resto. Una delle frustrazioni più grandi quando giochi a calcio è quella di voler fare una cosa, sapere di riuscire a farla (in condizioni normale) ma scoprire poi di non riuscirci quando oramai è troppo tardi e la stai facendo. Chi ha giocato a calcio l'avrà provato, a me purtroppo (la stazza non mi aiutava ad inizio campionato) è successo più volte.
"Un allenatore deve ALLENARE e, se è bravo, migliorare il materiale a disposizione"

alex1950

  • Ultras
  • *****
  • Post: 2924
  • #soloperlamaglia#
    • Mostra profilo
Re:BOLOGNA - FIORENTINA Domenica 11 Settembre ore 15 Stadio Renato Dall'Ara
« Risposta #26 il: Settembre 12, 2022, 09:55:58 pm »
Lo scorso anno nelle prime 6 partite avevamo 12 punti 4 vittorie (Torino Genoa atalanta e udine) e 2 sconfitte (Roma Inter ) facendo ,9 gol Vlahovic 4 gol (3 su rigore) non giocando meglio di quest'anno (Torino Udine Atalanta) ma sfruttando tutte le occasioni possibili immaginabili.
Cosa c'è di diverso da lo scorso anno.
Due fondamentali e riguardano i giocatori:
Torreira vs Amrabat
Vlahovic vs Cabral/Jovic.

La differenza è tutta qui
Prima c'era uno che verticalizzata ora uno che il passaggio più lungo e di 10 metri in orizzontale se non all'indietro.
Prima c'era uno che la buttava dentro, ora due disperati che non vedono un pallone e che nel contempo non si dannano certo l'anima per migliorarsi.
 
La differenza è tutta qui e c'è l'ha detta chiara il Presidente Commisso:
- la vendita del serbo è stata un' operazione "fenomenale" e il non aver riscattato Torreira ha permesso la ri-valorizzaxione di Armrabat !

Che aggiungere di piu' ?

La mancata o errata preparazione, la paura di affrontare gli ostacoli, le difficoltà di gioco di occasioni di risultati c'è l'hanno le squadre che hanno rose scarse, incomplete o sopravvalutate, oppure quegli allenatori che pensano che giocare con un giocatore o con un altro sia la stessa cosa.
Senza considerare che purtroppo vi sono ..le categorie eccome se vi sono.
#sempre-e-comunque#

sololaviola

  • Administrator
  • Violanato
  • ******
  • Post: 7982
    • Mostra profilo
Re:BOLOGNA - FIORENTINA Domenica 11 Settembre ore 15 Stadio Renato Dall'Ara
« Risposta #27 il: Settembre 12, 2022, 09:57:10 pm »
Si continua a dire che torreira non è Pizarro, e ci sta, ma il problema è che mandragora e amrabat oltre a non essere Pizarro non sono nemmeno torreira. Non abbiamo un regista. Sono anni che non lo abbiamo ed abbiamo sempre fallito in campionato, con l'eccezione di un anno, dove s'era finalmente preso.

Inoltre hai un Bonaventura in meno.

Inoltre hai un vlahovic in meno. Non dimentichiamo che senza vlahovic abbiamo avuto una media punti che ci avrebbe tenuto fuori dall'Europa.

Poi c'è il fatto che oramai ci conoscono e quindi risulta più difficile scardinare le difese avversarie.

Quindi reparto tecnico e tattico sono un problema. Il mercato doveva portare qualità ed invece ci ha tolto qualità dal centro del campo. Il miglior acquisto (Dodò) sostituisce semplicemente un terzino forte che avevamo l'anno scorso. Jovic alla fine non è nulla più di un piatek (se non peggio) è Cabral non è certo vlahovic. Mandragora non vale una scarpa di torreira. Ma, come detto, è che invece di migliorarci abbiamo peggiorato la rosa. Sostituire non significa migliorare.
Save by Frey...

CHEM

  • Administrator
  • Supertifoso
  • ******
  • Post: 1934
    • Mostra profilo
Re:BOLOGNA - FIORENTINA Domenica 11 Settembre ore 15 Stadio Renato Dall'Ara
« Risposta #28 il: Settembre 13, 2022, 07:38:14 am »
Neppure peggiorare se è per questo.
Mettila come vuoi ma quanto visto in questo inizio di campionato non lo puoi spiegare solo col mercato di sostituzione che, ripeto, poteva anche essere fatto meglio ma non è stato malvagio. I problemi sono da altre parti e riguardano prevalentemente il comparto tecnico: modulo, preparazione, turnover. Che si traduce in prevedibilità, imbarazzo fisico e poche certezze in campo.
"Un allenatore deve ALLENARE e, se è bravo, migliorare il materiale a disposizione"

sololaviola

  • Administrator
  • Violanato
  • ******
  • Post: 7982
    • Mostra profilo
Re:BOLOGNA - FIORENTINA Domenica 11 Settembre ore 15 Stadio Renato Dall'Ara
« Risposta #29 il: Settembre 13, 2022, 10:28:44 am »
Neppure peggiorare se è per questo.
Mettila come vuoi ma quanto visto in questo inizio di campionato non lo puoi spiegare solo col mercato di sostituzione che, ripeto, poteva anche essere fatto meglio ma non è stato malvagio. I problemi sono da altre parti e riguardano prevalentemente il comparto tecnico: modulo, preparazione, turnover. Che si traduce in prevedibilità, imbarazzo fisico e poche certezze in campo.

Non puoi peggiorare? Togliere Vlahovic e mettere Jovic non è peggiorare?

Sull'inizio dell'anno ho detto che ci sono vari fattori. Quello tecnico, con la perdita di giocatori importanti (Vlahovic è da considerare perché senza di lui non si arrivava nemmeno in conference) e sostituiti con giocatori non all'altezza o non adatti al modo di giocare di Italiano. Poi c'è un problema tattico con un allenatore talebano che non cerca alternativa e che oramai è conosciuto da tutti. Poi c'è il mix che diventa infernale, e cioè ritrovarsi un allenatore talebano affiancato con un DS che fa il mercato di testa sua comprando figurine...

Poi c'è pure il discorso atletico, ma quello può darsi che nelle prossime settimane si risolve.
Save by Frey...