Quick Login

Autore Topic: LA FIORENTINA DI PALLADINO  (Letto 4369 volte)

CHEM

  • Administrator
  • Supertifoso
  • ******
  • Post: 2005
    • Mostra profilo
Re:Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Risposta #15 il: Giugno 04, 2024, 06:19:49 pm »
Dai Chem non ci cascare, tutte parole di circostanza, dopo il comunicato della Fiesole erano obbligati a calarsi i pantaloni ma nella sostanza non hanno detto nulla di diverso dei 5 anni precedenti... questa squadra che incarni "l'ambizione" come la finanzi che non hai giocatori fortemente monetizzabili? Boh nessuna risposta...

Con idee e competenza.
Non sono mai stato un fan degli investimenti folli sui singoli calciatori. Piuttosto su acquisti funzionali.
La Fiorentina di Montella fu rifondata con un esborso contenuto, prandelli ebbe la sua prima Fiorentina costruita sui prestiti di Brocchi e Fiore senza considerare la comproprietà di Jorgensen risolta mettendo 1€ in busta.
Quando sono stati spesi più soldi difficilmente hai avuto il ritorno atteso. Il Bologna ha ceduto Dominguez, theate e Arnautovic la scorsa estate, tre perni della squadra, guarda poi come hanno finito questo campionato e dimmi quanti avrebbero pronosticato tanto con giocatori in parte semisconosciuti.
Allora mi auguro che riescano a mettere su una rosa fatta con uomini e non figurine. Idee e competenza, perché a spendere 18mln per un Duncan son buono anch'io, viceversa trovare un Parisi prima che si affermi altrove no.
Poi toccherà all'allenatore, che dovrà farli giocare.
Come ho scritto nella firma dei miei post, un allenatore deve allenare e, SE È BRAVO, migliorare il materiale a disposizione.

Si riparte con qualcosa di nuovo, sia a livello di dirigenza che di allenatore e quindi di squadra. C'era bisogno di una rinfrescata. Le parole dette oggi lasciano il tempo che trovano, come sempre contano i fatti. Siamo ripartiti con una conferenza stampa di 1h, cosa che era diventata utopia, con delle ammissioni di colpevolezza, con una presa di posizione nei confronti del campionato appena concluso da parte di presidente e società (potevamo fare di più). Per il resto vediamo cosa combinano ma non aspettiamoci colpi sensazionali, speriamo in colpi sensati da poi valutare sul campo.

Quanto alle domande, io una l'avrei fatta volentieri: si intende puntare sul nostro Vivaio e sui giovani spediti in prestito? Perché secondo me poteva lasciare capire se intendono spendere su pochi acquisti e completare la rosa con chi abbiamo già oppure no.
« Ultima modifica: Giugno 05, 2024, 07:13:12 am da CHEM »
"Un allenatore deve ALLENARE e, se è bravo, migliorare il materiale a disposizione"

sololaviola

  • Administrator
  • Violanato
  • ******
  • Post: 8147
    • Mostra profilo
LA FIORENTINA DI PALLADINO
« Risposta #16 il: Giugno 04, 2024, 07:03:13 pm »
Finito un ciclo fatto di tre finali e due semifinali, ma con piazzamenti deludenti in campionato, si inizia una nuova era. Oggi ufficializzato il nuovo tecnico, Raffaele Palladino. 
Save by Frey...

sololaviola

  • Administrator
  • Violanato
  • ******
  • Post: 8147
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI PALLADINO
« Risposta #17 il: Giugno 04, 2024, 07:32:49 pm »
E' stato presentato oggi in conferenza. Una conferenza stampa che ha detto poco. Anzi direi che ha detto tutto ed il contrario di tutto. Le uniche certezze sono l'arrivo di Palladino, l'arrivo di Goretti e che Nico sarà confermato ma che se arrivasse una buona offerta partirà. Anzi, la dichiarazione di Pradé mi è sembrata proprio una proposta di vendita: Nico è in vendita, ma solo a cifre monstre. Giusto così.

Su Palladino che dire? Non credo che lo si possa paragonare a Iachini (come letto nel thread di Italiano) ma tutto dimostra tranne che una continuità. Non è il giocare a tre che ti fa creare un paragone. Anche Gasp ci gioca. Il suo Monza subisce molti tiri. Il suo Monza è quinto come xGA (expected goal contro) ma noi siamo comunque noni. Sugli xG (quelli a favore) sono dodicesimi contro il nostro sesto posto. Però c'e da valutare anche il livello della squadra. Noi ci lamentavamo della coppia Milenkovic-Quarta (nazionali serbo ed argentino) ma loro giocano con Izzo e Pablo Mari, non certo una coppia entusiasmante. Diciamo che è difficile paragonare le statistiche delle due squadra (la nostra a livello di uomini è sicuramente superiore al Monza). Come gioco è sicuramente diverso da Italiano. In comune ha la costruzione dal basso, ma mentre uno predilige il palleggio, l'altro cerca più la verticalità. Come per Italiano, anche per Palladino vale lo stesso discorso. Toccherà fare un mercato adatto al gioco del nuovo allenatore, quindi due centrali per impostare la difesa a tre, un regista di alto livello, un secondo di centrocampo (credo si giocherà con il 3-4-2-1 o con il 3-4-1-2 o se non vogliono rifondare l'attacco con il 3-4-3), un trequartista ed una punta forte. Come secondo attaccante, se accetta il ruolo, terrei anche Nzola. Kouamè pure sarà da tenere perché anche se non eccelle in nulla è un giocatore molto duttile che puoi mettere a fare l'esterno, la punta ma anche la seconda punta (a Genova giocava al fianco di Piatek).
Fondamentale prendere un portiere forte.

X
Quarta-Milenkovic-Ranieri/X
Dodò/Kayode-X-X-Parisi/Biraghi
X
X-Beltran

Servono almeno sette acquisti.
Save by Frey...

sololaviola

  • Administrator
  • Violanato
  • ******
  • Post: 8147
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI PALLADINO
« Risposta #18 il: Giugno 04, 2024, 07:38:37 pm »
In porta un mega colpo sarebbe Lucas Chevalier, ma dubito ci si possa muovere su questi nomi. Ho il timore che vadano sul Christensen di turno...
Save by Frey...

RaySantilli

  • Supporter
  • ***
  • Post: 1280
    • Mostra profilo
Re:Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« Risposta #19 il: Giugno 04, 2024, 08:54:16 pm »
La verità é che dovevano prendere Sarri per mostrare ambizione, queste sono parole al vento come sempre

Etrusco

  • Supertifoso
  • ****
  • Post: 2408
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI PALLADINO
« Risposta #20 il: Giugno 04, 2024, 09:22:24 pm »
Pradè è un grande oratore, forse il migliore nel calcio soprattutto per cospargere di cenere la testa di lui stesso e della società.
Il Direttore sa parlare benissimo, si è scusato e poi ha parlato di grandi ambizioni (ma occhio al Salary Cap il nuovo mantra dopo quello passato dei DV). Sul nuovo allenatore ora sorvolo perché per me è scarso soprattutto il suo curriculum, il quale se e come si amplierà, automaticamente cercherà di andarsene...solito giochino degli arrampicatori ma va bene così perché il club sapeva benissimo che un mister appassionato pronto a mettersi in gioco e probabilmente decurtarsi profumatamente lo stipendio era Sarri MAI contattato per la nuova stagione.
Finisco scrivendo che eccetto un paio di giornalisti tra cui quello di Toscana TV che è stato l'unico a chiedere lumi vero sul budget, il resto tutti buoni e calmi pronti a fare domande che avrei potuto fare anch'io... soprattutto mi hanno fatto ridere i giornalisti di Radio Bruno e quelli di RTV38 tanto combattivi nelle loro trasmissioni quanto poco lo sono stati nella realtà dinanzi al duo dirigenziale che quasi non si son sentiti per paura di disturbare gli stessi dirigenti Viola.
« Ultima modifica: Giugno 04, 2024, 09:24:36 pm da Etrusco »

alex1950

  • Ultras
  • *****
  • Post: 2988
  • #soloperlamaglia#
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI PALLADINO
« Risposta #21 il: Giugno 05, 2024, 02:59:38 pm »
Di discorsi se ne sono sentiti troppi, ed in generale, ...li porta sempre via il vento ... >:(
Contano i fatti, le scelte, le ambizioni, certo, ma contano di più i risultati.

Un finale di Coppa Italia superando due retrocesse ha un coefficiente di difficoltà basso.
Lo stesso due finali di Conference in un torneo di scarsa qualità.
...certo, meglio che il nulla ....ma non esaltiamo troppo, oltre misura chi non merita!

Alziamo l'asticella e vediamo se i risultati vengono.
Il resto, ripeto, sono solo discorsi.

Sulla qualità delle competenze del nuovo corso tutto è aperto: nessuna preclusione, ma nessuna fiducia a scatola chiusa.
#sempre-e-comunque#

sololaviola

  • Administrator
  • Violanato
  • ******
  • Post: 8147
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI PALLADINO
« Risposta #22 il: Giugno 05, 2024, 05:55:30 pm »
Diciamo che una vittoria avrebbe messo in secondo piano le rivali semplici affrontate durante il percorso, ma le tre sconfitte accentuano questa cosa. E' automatico dire "hai perso contro la prima squadra media che hai trovato".

Adesso riparte questo nuovo corso e sinceramente io voglio giocatori importanti. Il primo che mi dice aspettiamo la fine del campionato per giudicare lo prendo a calci. Oggi questa società è tenuta a dare risposte già ad agosto. La fiducia della programmazione lunga non esiste visto che fino ad oggi non sono stati capaci di farlo. Quindi che inizino a portare giocatori (e non i Pinamonti o immondizia del genere) e poi che portino anche i risultati. Finalmente credo sia finita anche la pazienza del tifo organizzato.

E vorrei vedere i tanti giornalai che davano 8 al mercato...
Save by Frey...

CHEM

  • Administrator
  • Supertifoso
  • ******
  • Post: 2005
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI PALLADINO
« Risposta #23 il: Giugno 06, 2024, 10:49:43 am »
Ora tocca armarsi di Santa pazienza perché circolano già decine di nomi accostati alla fiorentina.
Fino a settembre ci faranno morbidi...
"Un allenatore deve ALLENARE e, se è bravo, migliorare il materiale a disposizione"

sololaviola

  • Administrator
  • Violanato
  • ******
  • Post: 8147
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI PALLADINO
« Risposta #24 il: Giugno 06, 2024, 12:36:37 pm »
Il problema è che, con molta probabilità, i peggiori nomi usciti saranno quelli realmente più vicini alla nostra squadra. Di punte all'estero ce ne sono tante da prendere (anche spendendo poco) ma devi muoverti non oggi, ma ieri. Invece Pradé già ha detto che tocca aspettare i movimenti delle big perché, ovviamente, si comporta come un cane randagio che aspetta gli scarti per poter mangiare. Il mercato si aggredisce, non si aspetta. Ma per aggredire il mercato devi avere gente di alto livello, cosa che nella nostra dirigenza latita. Tanto per fare un esempio si prende il Bologna che già si sta muovendo per Pavlidis. E noi speriamo di recuperare posizioni? Ma come?
Save by Frey...

CHEM

  • Administrator
  • Supertifoso
  • ******
  • Post: 2005
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI PALLADINO
« Risposta #25 il: Giugno 06, 2024, 03:42:04 pm »
A detta loro, fino a venerdì scorso non avevano certezza di cambiare allenatore.
Aggredisci il mercato, ok, ma per chi?
E con chi, vi sto che Goretti deve ancora arrivare?
Grandi movimenti non mi pare di vederli nemmeno nelle altre squadre, tanti cambi di allenatore e conseguenti ritardi.
Siamo al 6 di giugno, non a fine agosto.
Almeno diamogli tempo.
"Un allenatore deve ALLENARE e, se è bravo, migliorare il materiale a disposizione"

alex1950

  • Ultras
  • *****
  • Post: 2988
  • #soloperlamaglia#
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI PALLADINO
« Risposta #26 il: Giugno 06, 2024, 04:06:50 pm »
Uno dei maggiori dilemmi del prossimo (e dei prossimi) mercato sarà, per me, il cambio netto e deciso di strategia, passare cioè da un mercato fatto di scouting allargato alle scelte dirette di giocatori cresciuti o nella propria cantera del Viola Park come nelle migliori scuole calcio del mondo intero  .... al posto ... del rappresentante di pentole ...pardon di giocatori come lo sono stati fino ad oggi ... i procuratori "amici", da Ramadani in giù!

Se si farà questo salto di qualità , sarà, se non altro, già qualcosa di innovativo, che, sicuramente, nel tempo, darà i suoi risultati. .....speriamo :)
#sempre-e-comunque#

sololaviola

  • Administrator
  • Violanato
  • ******
  • Post: 8147
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI PALLADINO
« Risposta #27 il: Giugno 06, 2024, 05:23:46 pm »
A detta loro, fino a venerdì scorso non avevano certezza di cambiare allenatore.
Aggredisci il mercato, ok, ma per chi?
E con chi, vi sto che Goretti deve ancora arrivare?
Grandi movimenti non mi pare di vederli nemmeno nelle altre squadre, tanti cambi di allenatore e conseguenti ritardi.
Siamo al 6 di giugno, non a fine agosto.
Almeno diamogli tempo.

Mica si sta criticando il non aver comprato? Però parto dal giudizio degli scorsi anni. Ad oggi questa dirigenza, secondo me, è di basso livello. Tanti soldi bruciati, tanti giocatori strapagati, incapacità di prendere grandi prospetti nel tempo giusto. A me le voci che li danno attivi sul mercato italiano e non su quello esterno non li trovo tanto infondate. Basta vedere tutti i mercati fatti. All'esterno abbiamo fatto solo favori a procuratori (vedi kokorin) ed è arrivato giusto qualche giocatore (e nemmeno senza tanto scouting). Escluso gli argentini (opera di Burdisso) di chi parliamo? Cabral, Quarta, Dodò e Nico. Purtroppo ci muoviamo molto sul mercato interno che è un mercato di scarso valore (basta vedere la nazionale italiana) e carissimo (un giocatore di pari valore all'esterno lo paghi tre volte meno).
Save by Frey...

CHEM

  • Administrator
  • Supertifoso
  • ******
  • Post: 2005
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI PALLADINO
« Risposta #28 il: Giugno 11, 2024, 07:58:01 am »
Ecco, io Lucca è uno che prenderei al volo. Mi ricorda molto Toni, non è ancora esploso, ci farei un pensierino.
"Un allenatore deve ALLENARE e, se è bravo, migliorare il materiale a disposizione"

sololaviola

  • Administrator
  • Violanato
  • ******
  • Post: 8147
    • Mostra profilo
Re:LA FIORENTINA DI PALLADINO
« Risposta #29 il: Giugno 11, 2024, 10:56:40 am »
Anche per me Lucca è l'unico nome spendibile. E' l'unico che da l'impressione di poter esplodere. Pinamonti è questo, nulla più. Retegui è un giocatore da anni 80. Potrà anche segnare 15 gol ma in campo ti fa giocare in 10. Lucca è uno che potrebbe essere utile in fase realizzativa ma che potrebbe comunque dare un apporto al gioco di squadra. Ovviamente è una scommessa, al pari di Retegui che ad oggi ha fatto la bellezza di 7 gol in campionato...
Save by Frey...