Quick Login

Autore Topic: FAIR PLAYFINANZIARIO 3.0  (Letto 457 volte)

alex1950

  • Simpatizzante
  • **
  • Post: 384
  • #soloperlamaglia#
    • Mostra profilo
FAIR PLAYFINANZIARIO 3.0
« il: Giugno 08, 2019, 01:43:08 pm »
Nella conferenza stampa di ieri del nuovo presidente son venute fuori alcune cose che riguardano le possibilità d'investimento della Fiorentina prossima ventura.

Che sia sempre sotto controllo dell'Uefa, in caso di partecipazione alle Coppe,  è un dato di fatto incontrovertibile, che abbia margini di miglioramento per le risorse da destinare a mercato e monte ingaggi è una sfida che Rocco Commisso ha intenzione di combattere in prima persona, sia per quanto riguarda il fatturato, sia per quanto riguarda gli eventuali sforamenti ai parametri stabiliti.

Già negli USA ha intentato causa alla federazione per rivedere le regole dei campionati (il Cosmos è in 2^ div. senza possibilità di salire in 1^ ed a Mr. Rocco questa cosa non va giù).


Sicuramente ci sarà da combattere e la sensazione che questo, a differenza dei predecessori, abbia un altro carattere, poco malleabile, soprattutto nei confronti delle regole ingiuste e migliorabili.

In primis sul FpF.

Purtroppo il FpF è diventato una barzelletta.
Inquinato dalle forzature fatte da alcune proprietà che non hanno nessuna intenzione di rispettare alcun parametro. Si va da sponsorizzazioni mascherate, a stipendi e cartellini pagati da società esterne, ma soprattutto, siamo arrivati  a livelli di remunerazione e di commistioni  (e commisioni) che portano fuori mercato la stragrande maggioranza delle squadre di calcio.

Adesso poi con la SuperLega Europea le risorse si concentreranno ancora di più su pochi club ed i campionati nazionali diventeranno … i tornei dei bar … di quando ero ragazzo.
A pelle mi sa che CR1 non vorrà …. partecipare a quei tornei …
Ne riparleremo.

# You'll  never  walk  alone,  Fiorentina#

Stavro-wolski

  • Simpatizzante
  • **
  • Post: 683
    • Mostra profilo
Re:FAIR PLAYFINANZIARIO 3.0
« Risposta #1 il: Giugno 11, 2019, 03:45:55 pm »
Grazie per avere aperto questo thread Alex.
Sarebbe bello raccogliere qui informazioni utili ma soprattutto CERTE sul funzionamento del FFP, su cosa si possa e non si possa fare, sulle implicazioni per il mercato etc, perché spesso girano sui social leggende metropolitane o comunque informazioni imprecise.
Naturalmente sperando che il tema diventi subito rilevante per noi tifosi viola ;D

Posso iniziare a contribuire con qualche concetto di cui sono piuttosto certo (scusandomi se alcune cose risultano banali o ripetitive, e comunque correggetemi se sbaglio):

1)
E' vero che nel 2019/20 saremo fuori dai tornei UEFA, ma quando ci entreremo l'UEFA analizzerà i bilanci dell'anno in questione e dei due precedenti. Quindi, visto che immagino si punti a riandare in Europa nel 2020/21, assumendo che ci riusciamo, i periodi oggetto di valutazione saranno il 2020, 2019 e 2018.

2)
La valutazione sarà fatta per i tre periodi in aggregato e in particolare sommando le entrate rilevanti di 2018, 2019 e 2020 e confrontandole con le spese rilevanti degli stessi anni. Se da questo calcolo venisse fuori un complessivo deficit, si potrebbero portare "a compensazione" (teorica, naturalmente) gli eventuali utili del 2016 e 2017.

3)
Il "vincolo di break-even" del FFP dice che il deficit aggregato tra spese rilevanti ed entrate rilevanti (ed eventuali utili precedenti) che l'UEFA consente è di massimo 5 milioni di Euro, ma, per un certo importo ulteriore (comunque <30 milioni), la UEFA "accetta" di considerare un aumento di capitale (nello stesso periodo) a copertura di tale deficit.
P.e.
Se tra 2018, 2019 e 2020 si prevede (anche considerando eventuali utili del 2016 e 2017) che il deficit aggregato sia di 25, Rocco può decidere (entro il 2020) di aumentare il capitale di 20, per essere in regola col FFP. Se il deficit è di 40, non può evitare l'infrazione.

4)
Definizione di "entrate rilevanti" per il calcolo UEFA: tutti i ricavi del conto economico. Fanno eccezione, oltre ad alcune voci marginali, gli introiti da soggetti correlati per importi oltre un valore congruo (ovvero, non esiste il ragionamento tipo "per aggirare i vincoli basta che Fiorentina fatturi a Mediacom servizi qualsiasi per 100 milioni"; no, devono essere servizi "veri" e che conteranno al massimo per il loro effettivo valore di mercato). Questa è la regola che riguarda anche le sponsorizzazioni; la definizione di valore congruo dipende dai casi.

Definizione di "spese rilevanti" per il calcolo UEFA: tutti i costi operativi del conto economico, eccezion fatta (oltre che per alcune voci marginali) per i costi cosiddetti "virtuosi", cioè legati a infrastrutture, sezione giovanile, attività sociali etc.

Vale la pena ricordare che le operazioni di mercato vanno nel conto economico solo in misura pari agli ammortamenti, ovvero per le quote annuali calcolate in base alla durata del contratto, e (per quanto riguarda le vendite) alle plusvalenze.
Non esiste quindi il ragionamento "se vendo oggi Lafont a 50, ho 50 milioni da spendere per i cartellini dei nuovi acquisti", per due motivi:
(i) perché a contare sarà solo la plusvalenza, cioè il ricavo meno il valore residuo del cartellino (quindi visto che l'ho comprato a 8 per 5 anni: 50-6,4 = 43,6).
(ii) perché, come detto, le spese contano solo in misura pari all'ammortamento di un anno dei cartellini.
Quindi, se vendo Lafont a 50, in teoria per restare in equilibrio posso anche comprare cartellini per 218. Infatti gli ammortamenti di quei cartellini per il prossimo Conto Economico (considerando contratti lunghi 5 anni) peseranno 218/5 = 43,6 milioni, che è la plusvalenza che ho realizzato con Lafont.
(Questo è da tenere conto ogni volta che si pensa AH MA IL PSG COMPRA NEYMAR A 200 E NON VENDE CERTO PER LE STESSE CIFRE: gli basta fare plusvalenze per 40 per "pareggiare" quell'acquisto).
(n.b. questi esempi valgono a parità di stipendi lordi di chi parte e di chi arriva; perché naturalmente bisogna tener conto anche di quelli).



In un prossimo post parlerò di cosa succede per chi infrange il vincolo di break-even, e quindi del Voluntary Agreement (particolarmente importante per noi visto che è una possibilità che viene riconosciuta, tra l'altro, ai club che hanno cambiato proprietà da max un anno) e Settlement Agreement.
« Ultima modifica: Agosto 09, 2019, 08:23:32 pm da Stavro-wolski »
Always Go Purple!

sololaviola

  • Administrator
  • Supertifoso
  • ******
  • Post: 1658
    • Mostra profilo
Re:FAIR PLAYFINANZIARIO 3.0
« Risposta #2 il: Giugno 12, 2019, 12:16:57 am »
Infatti basterebbe fare delle buone cessioni di Milenkovic e Veretout per avere molti soldi da spendere. Inoltre sembra che Commisso già si stia muovendo per aumentare le entrate La ICC ci porterà ad esempio, 3 milioni, e con molta probabilità avremo finalmente uno sponsor come si deve sulle maglie.
Save by Frey...

alex1950

  • Simpatizzante
  • **
  • Post: 384
  • #soloperlamaglia#
    • Mostra profilo
Re:FAIR PLAYFINANZIARIO 3.0
« Risposta #3 il: Giugno 12, 2019, 11:42:43 am »
La discriminante la fanno le entrate (stadio, diritti tv, sponsor e marketing), e le uscite (stipendi, servizi e commissioni). Deve essere tutto proporzionato.

Nel caso Fiorentina se non si alzano le entrate, la vedo dura riuscire a fare squadre competitive.

E' vero che sul FPF c'è un bonus triennale quando cambia la proprietà, ma se non c'è un incremento sostanziale del fatturato, dopo 3 anni i nodi verranno al pettine, a meno che RC1 sia così bravo da riuscire a smuovere la città di Firenze e la Uefa.

Tuttavia, se quello che abbiamo visto è il buondì, non è impossibile.
La chiave di volta, come nel vecchio andazzo (smentito dai fatti) dellavalliano, è prioritario:

- stadio nuovo, centro giovanile (infrastrutture)
- piazzamenti per partecipazione alle coppe (lato sportivo)


Tutto ciò, insieme ad una politica di marketing efficiente (non i soli discorsi cognigniani …) farà salire la potenzialità sportiva dell'AcF Fiorentina. Su questo non ci piove
# You'll  never  walk  alone,  Fiorentina#

alex1950

  • Simpatizzante
  • **
  • Post: 384
  • #soloperlamaglia#
    • Mostra profilo
Re:FAIR PLAYFINANZIARIO 3.0
« Risposta #4 il: Luglio 27, 2019, 02:41:48 pm »
Mi sembra che in giro ci sia grande confusione sulle difficoltà che stanno emergendo in materia delle possibilità di spese sul mercato da parte della  uova proprietà.

Che il FPF creato in origine come freno alle possibili insolvenze/fallimenti delle società di calcio, si sia trasformato in seguito come linea di demarcazione netta tra le società  che hanno fatturati via via sempre più alti a discapito di quelle che nelle intenzioni le vorrebbero raggiungere, ma, che , di fatto, non ci riescono, è sotto gli occhi di tutti.

Ma queste storture sono dovute, principalmente:
1 - dalle carenze di controllo degli organi preposti;
2 - dalla scarsa competenza dei dirigenti delle società

È  un discorso lungo, impossibile da affrontare in un solo post.

Oggi, visto il caldo asfissiante, mi limiterò a fare una premessa, elementare, ma di primaria importanza.

Tutte le squadre ai vertici europei/mondiali dal Real Madrid al Barcellona, dal Bayern al Liverpool etc. Etc, hanno, PRIMA DI TUTTO,  una base IMMOBILIARE collaterale alle risorse sportive, di marketing, di introiti commerciali , televisivi, plusvalenze, etc.

Hanno uno stadio di proprietà,  un centro sportivo  una sede sociale strutturata in un ambiente adeguato ed una serie di punti di riferimento  neii quali espletare le varie attivita'.

In gergo si chiama "base patrimoniale" che assieme alle altre componenti, principalmente il valore dei giocatori contribuisce a determinare quello che si chiama "capitale sociale"

Rapportiamo quello appena accennato alla struttura della Fiorentina attuale: che cosa abbiamo adesso di tutto ciò?

.....poco o nulla.

Niente  stadio,  niente Centro Sportivo, niente Sede ... e, per quanto riguarda i calciatori, poco o nulla, considerando quanto poco valore abbiano i contratti sottoscritti anche per più anni....
# You'll  never  walk  alone,  Fiorentina#

RaySantilli

  • Visitatore
  • *
  • Post: 189
    • Mostra profilo
Re:FAIR PLAYFINANZIARIO 3.0
« Risposta #5 il: Luglio 27, 2019, 04:02:06 pm »
 L'unica cosa che potrebbe fare Commisso se davvero c'è la volontà di aggirare il fpf a termini di legge é una sponsorizzazione personale del 30% vedremo se lo sponsor Mediacom sará stata una semplice autocelebrazione o se diventerà un concreto aumento del fatturato, questo lo puó fare... 30/35 mln ma meglio di niente... ci si paga una buona parte degli ingaggi!

sololaviola

  • Administrator
  • Supertifoso
  • ******
  • Post: 1658
    • Mostra profilo
Re:FAIR PLAYFINANZIARIO 3.0
« Risposta #6 il: Luglio 27, 2019, 04:06:55 pm »
L'unica cosa che potrebbe fare Commisso se davvero c'è la volontà di aggirare il fpf a termini di legge é una sponsorizzazione personale del 30% vedremo se lo sponsor Mediacom sará stata una semplice autocelebrazione o se diventerà un concreto aumento del fatturato, questo lo puó fare... 30/35 mln ma meglio di niente... ci si paga una buona parte degli ingaggi!

Potenzialmente potrebbe investire molto. Il 30% del fatturato da sponsorizzazioni. Oltre a poter portare partner dagli USA per sponsor minori ma comunque utili a far cassa (non so che contatti abbia nel suo paese), 30 milioni li potrebbe mettere di tasca anche se poi salterebbe il bonus del FPF. Ma tanto se rimaniamo nei parametri e non andiamo in europa a che serve? Vedete il milan, ha preferito saltare un anno l'europa ma ha continuato ad investire (bene o male è un altro discorso). Comunque fra pochi giorni inizieremo a capire l'andazzo della stagione...
Save by Frey...

alex1950

  • Simpatizzante
  • **
  • Post: 384
  • #soloperlamaglia#
    • Mostra profilo
Re:FAIR PLAYFINANZIARIO 3.0
« Risposta #7 il: Luglio 29, 2019, 02:43:12 pm »
Mancati controlli dell'Uefa nei confronti di alcuni club.


Numerose le squadre che in passato hanno ricevuto delle sanzioni per violazioni del Fair Play, come ad esempio il Manchester City, che segnò un rosso notevolmente superiore rispetto a quello permesso. Il club inglese è finito ultimamente nell’occhio del ciclone in seguito alle rivelazioni di Football Leaks: l’inchiesta ha evidenziato che nel 2014, il club sarebbe dovuto essere escluso dalle coppe e invece se la cavò con una multa di 60 milioni di euro, poi ulteriormente ridotta. Dai documenti raccolti da Der Spiegel è emerso che il Manchester City mise a bilancio anche una sponsorizzazione da 75 milioni di euro di Etihad Airlines, una somma che in realtà fu versata nelle casse del club dalla proprietà.
Ora passiamo ad una caso analogo, quello del Paris Saint Germain: nella stagione 2016/2017, il club francese avrebbe registrato una perdita di 84 milioni di euro, nonché 30 milioni sotto il limite massimo imposto dalla Uefa. Anche qua, il club sarebbe dovuto essere escluso dalle coppe europee ma se la cavò con una multa di 60 milioni di euro.
Secondo le rivelazioni di Football Leaks il Psg sarebbe riuscito ad aggirare le regole della Uefa grazie al Qatar che avrebbe iniettato 1,8 miliardi di euro nelle casse del Psg in maniera non consentita.
Le indagini sono ancora aperte e si attendono riscontri
  - fonte Gazzetta dello Sport

Il post di Stav elenca benissimo i principali aspetti del FpF, ma, evidentemente, non basta scrivere una regola, devi anche farla rispettare !

Si capisce bene che il gioco è sporco e se si permette a chi è già avvantaggiato dal fatto di avere maggiori disponibilità, diciamo naturali, di effettuare anche operazioni fuori-legge, tutto il castello, tutta l'architettura del FpF può benissimo essere buttata alle ortiche, tanto è un non-sense, e chi lo contesta perché di fatto garantisce solo lo status-quo ha ragione da vendere.

Perché non succede nulla a livello di Federazioni Nazionali ?
Perché il FpF non viene applicato anche alle altre società che non fanno le Coppe, ma che dovrebbero essere soggetti agli stessi controlli per iscriversi ai campionati nazionali ?


Noi a Firenze ne sappiamo qualcosa, ma lo stesso rigore, come al solito, non si applica a tutti: se il Chievo iscrive a bilancio una plusvalenza sproporzionata lo sanzionano subito con minimo alcuni punti di penalizzazione; se la stessa manfrina la fa un'altra squadra (a strisce nero-azzurre per non fare il nome) non …. succede nulla ! 

I grandi club (Juventus, Barcellona, Real Madrid, Bayern, PsG, Manchester City etc. etc. ) fanno e disfanno a piacimento e se ne fregano dei regolamenti; gli è permesso tutto perché vincendo danno lustro alle Federazioni, ed i giri di corruzione e di soldi generati dal calcio sono all'ordine del giorno (casi Blatter, Platini, mondiali del Qatar, etc.)

Il principio sarebbe pure nobile: si controllano le società per evitare che falliscano per i debiti accumulati, trascinando nel caos anche le altre. Ma se i controlli non li fai …… è solo fumo negli occhi di tutto il sistema-calcio.
# You'll  never  walk  alone,  Fiorentina#

Stavro-wolski

  • Simpatizzante
  • **
  • Post: 683
    • Mostra profilo
Re:FAIR PLAYFINANZIARIO 3.0
« Risposta #8 il: Agosto 09, 2019, 08:27:17 pm »
Segnalo che ho apportato una modifica al mio primo post in questo thread, perché avevo scritto una cosa errata.

Scrivevo, a proposito delle sponsorizzazioni: è stato definito come valore "congruo" uno che non superi il 30% del fatturato; p.e. se i miei ricavi totali sono 100, di cui 40 di sponsorizzazioni (di un soggetto correlato), allora solo 30 di quei 40 contano tra le "entrate rilevanti" per la UEFA.

Rileggendo meglio la documentazione, non è così. La soglia del 30% è quella usata per definire lo sponsor come "parte correlata" (laddove non fosse già palese, come lo è nel nostro caso, visto che Mediacom è di Commisso).
Il "fair value" delle sponsorizzazioni invece non è definito, ma viene valutato di volta in volta per ogni caso.

Quindi attenzione: NON E' VERO CHE MEDIACOM POSSA DARCI SUI 30 MILIONI SENZA PROBLEMI DI FFP.
Mi scuso per aver portato qualcuno a pensare questo.
Always Go Purple!

CHEM

  • Administrator
  • Simpatizzante
  • ******
  • Post: 672
    • Mostra profilo
Re:FAIR PLAYFINANZIARIO 3.0
« Risposta #9 il: Agosto 09, 2019, 11:40:23 pm »
Di sicuro Mediacom porterà in dote di più rispetto ad una maglia spoglia o a Save the Children.
Magari non 30 ma tutto fa brodo.
"La testa pesa più delle gambe"

alex1950

  • Simpatizzante
  • **
  • Post: 384
  • #soloperlamaglia#
    • Mostra profilo
Re:FAIR PLAYFINANZIARIO 3.0
« Risposta #10 il: Agosto 10, 2019, 12:02:26 am »
Il Sassuolo sono diversi anni che sulle maglie porta il marchio della ditta del suo proprietario, quindi è una cosa che si può fare senza incorrere nelle maglie del fpf.
Proprio oggi i siti internet riportano delle dichiarazioni rilasciate dal giornalista M. Bellinazzo di Calcio e Finanza, che mette in risalto il valore dello sfruttamento dello sponsor, quale fonte importante per incrementare il fatturato.
https://m.firenzeviola.it/primo-piano/bellinazzo-mediacom-portera-tanti-milioni-296374
Qui di parla di una cifra intorno ai 20 mln.
Considerando che nel passato era grassa se i DV ne prendevano si è no 3,5, direi che è un notevole passo in avanti.
In caso d'ingresso in Europa ci sarà da trattare con l'Uefa, ma, finalmente, almeno si dà una scrollata all'immobilismo in vigore fino a 2 mesi fa !
Vivaddio !!!
« Ultima modifica: Agosto 10, 2019, 12:08:31 am da alex1950 »
# You'll  never  walk  alone,  Fiorentina#

Stavro-wolski

  • Simpatizzante
  • **
  • Post: 683
    • Mostra profilo
Re:FAIR PLAYFINANZIARIO 3.0
« Risposta #11 il: Agosto 10, 2019, 12:07:07 am »
Il Sassuolo sono diversi anni che sulle maglie porta il marchio della ditta del suo proprietario, quindi è una cosa che si può fare senza incorrere nelle maglie del fpf.
Proprio oggi i siti internet riportano delle dichiarazioni rilasciate dal giornalista M. Bellinazzo di Calcio e Finanza, che mette in risalto il valore dello sfruttamento dello sponsor, quale fonte importante per incrementare il fatturato.

Sì però ricordo che quando il Sassuolo si è qualificato in EL era venuto fuori che i 22 milioni di sponsorizzazione fossero ritenuti non congrui.
Penso che ad oggi sia realistica una cifra inferiore intorno ai 10 milioni per poi crescere
Always Go Purple!

alex1950

  • Simpatizzante
  • **
  • Post: 384
  • #soloperlamaglia#
    • Mostra profilo
Re:FAIR PLAYFINANZIARIO 3.0
« Risposta #12 il: Agosto 10, 2019, 12:11:54 am »
Ma non ha ricevuto sanzioni di sorta, e volevo vedere, se altre società si fanno comprare perfino i giocatori (Psg)...
# You'll  never  walk  alone,  Fiorentina#

alex1950

  • Simpatizzante
  • **
  • Post: 384
  • #soloperlamaglia#
    • Mostra profilo
Re:FAIR PLAYFINANZIARIO 3.0
« Risposta #13 il: Agosto 23, 2019, 10:29:47 am »
1*

secondo voci non confermate l'apporto della sponsorizzazione nuova di Mediacom, pare oscillare sui 6,5 mln: Impressione personale è che si riferisca ai primi 6 mesi della stagione 2019/2020, cioè da luglio a dicembre 19.

2*

quando si parlava di marketing ci si riferiva al fatto che, se arriva un illustre sconosciuto te tu puoi fare quante magliette tu voi, ma difficilmente qualcuno le compra; viceversa, se prendi uno tipo … Ribery e sei pure veloce a stamparle ne puoi vender diverse e … raccattare qualche soldo !


3* 

i giocatori bravi sono come …. le ciliegie, uno tira l'altro !
all'inizio sembrava che tutti scartassero la Fiorentina, nessuno ci voleva venire e quelli che c'erano volevano andarsene alla svelta ……….. dopo nemmeno due mesi …. vedo che la cosa si sta pian piano ribaltando …Sarà un caso ???

Morale della favola: se fai le cose con impegno e passione …. qualcosa raccogli.

In fondo, come ho sempre sostenuto, non si fanno le squadre solo ….con la plusvalenza, ma prima e soprattutto ci vogliono competenza ed un sincero senso di appartenenza !
# You'll  never  walk  alone,  Fiorentina#

sololaviola

  • Administrator
  • Supertifoso
  • ******
  • Post: 1658
    • Mostra profilo
Re:FAIR PLAYFINANZIARIO 3.0
« Risposta #14 il: Agosto 23, 2019, 11:59:30 am »
Quello che dicevo ad inizio mercato di Ibra. Prendi un campione ed il mercato prosegue in discesa...
Save by Frey...