Quick Login

Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - Max

Pagine: [1] 2 3 ... 150
1
Arenaviola / Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« il: Oggi alle 04:26:10 pm »
Il miglior gioco, in Italia, in quest'ultimo Campionato, lo ha sfoggiato la Lazio? Ma sei serio?
Perché, invece la Roma sì? Ieri sera, al posto di Karsdorp, Mkhitaryan e Abraham, sono entrati, rispettivamente, Viña, Sérgio Oliveira e Shomurodov. La Roma aveva talmente poca qualità nelle seconde linee, che Mourinho si è ritrovato quasi costretto, a metà stagione, a puntare su alcuni giocatori della Primavera (i vari Bove, Volpato e, soprattutto, Zalewski), così come del resto aveva già dovuto fare lo scorso anno Paulo Fonseca, a causa degli infortuni, quando lanciò Darboe.
E grazie, la Roma ha dovuto sobbarcarsi fino alla fine il doppio impegno, mentre i biancocelesti, per gli ultimi tre mesi della stagione, hanno potuto pensare solo al Campionato. Tra l'altro, nella tara dei punti conquistati dalla Lazio in quest'ultima Serie A, pesa tantissimo il gol irregolare di Acerbi, convalidato solo a causa di un grave errore di comunicazione tra arbitro e VAR room.
Ah ok, hai sfoggiato una grande argomentazione logico-deduttiva, vedo.

Se parli in questo modo del gioco della Lazio evidentemente non hai visto le partite. Lasciando da parte, come sottolineato, la prima parte della stagione, in termini di punti ma soprattutto di prestazioni, ripeto, la Lazio é forse quella che ha giocato meglio. Poi posso comprendere se si preferisca il gioco di un’altra squadra, per carità, ma la Lazio fa delle azioni che la maggior parte delle squadre di Serie A si sogna. Se poi paragoniamo Lazio e Roma sotto questo punto di vista… anzi no, meglio lasciar perdere.

Non ho detto che la Roma ha delle riserve forti, bensì che sono sicuramente migliori della Lazio che di solito ha il suo miglior innesto dalla panchina in Basic… ergo, il paragone fra le due panchine non regge. Kumbulla, El Shaarawy, Oliveira (che a me non piace) é comunque gente che in diverse partite hanno fatto delle belle prestazioni. É la Lazio che non aveva nessuno in panchina, senza contare che i biancocelesti, hanno una difesa da medio bassa classica, ergo, il paragone fra le due rose non regge ma in perfetto stile Mourinho, si preferisce parlare degli errori arbitrali (che nessuno nega che possano avere un peso; ne ha subiti tanti anche la Fiorentina nel girone d’andata, per esempio), piuttosto che parlare di un gioco scandaloso e di prestazione mediocri con squadre tecnicamente molto più deboli.
Comprendo poi che la Roma abbia giocato tante partite  ma il livello degli avversari ti permetteva anche di fare delle rotazioni. La qualità delle riserve, poi, non giustifica risultati come il 6 a 1 contro una squadra che vale una bassa Serie A come il Bodo Glimt (dove tra l’altri hai preso 3 gol con le riserve in campo e ne hai presi altri 3 coi titolari).

L’argomentazione tirata fuori in favore dei tifosi della Lazio invece, é una bella argomentazione, perché manifesta ancora la maggiore sobrietà e quindi ragionevolezza dei tifosi della Lazio nei confronti di quelli della Roma.

2
Mercato / Re:MERCATO 2022
« il: Oggi alle 03:58:04 pm »
Ti ho già risposto nell’altra discussione e ripeto anche qui che le tue argomentazioni a riguardo sono alquanto speciose:
Noi giudichiamo, come giusta che sia, l’Europa League di quest’anno (il discorso poi può essere anche allargato, per ovvi motivi anche a tutte le Europa League degli ultimi anni) e nella Europa League di quest’anno le partecipanti sono decisamente più forti di quelle della conference (cosa che dovrebbe essere facilmente comprensibilmente, visto che in Europa League partecipano le quinte e le seste dei campionati più importanti e le migliori dei campionati di seconda o terza fascia).
Il fatto che 20 anni anni fa l’Europa League era la terza competizione europea non c’entra nulla, poiché ormai da anni é la seconda ed il livello si é alzato (va anche considerato però che la differenza di rose fra le big dei campionati e quelle che arrivano dietro é aumentato. 20 anni anni fa in Italia infatti, le 7 sorelle avevano tutte dei big in rosa, cosa ad oggi impossibile, ma questo é discorso più ampio).
Faccio un esempio piuttosto eclatante ma utile ad afferrare il concetto: se domani la EUFA decidesse di inserire una nuova competizione, relegando la Champions alle sole squadre che arrivano fra le prime quattro nelle serie B dei maggiori campionati, dire di aver vinto la champions, non avrebbe più lo stesso valore rispetto alla competizione, con lo stesso nome, vinta dal Real Madrid anni dietro. Lo stesso ragionamento vale per il discorso che hai riportato tu sulla conference disopra. Dire che la conference ha pressoché lo stesso valore dell’Europa League perché più di 20 ANNI FA l’Europa era la terza competizione europea é a dirmi poco fuorviante; così come lo é giudicare la competizione dalle sole semifinaliste (comunque più forti quelle dell’Europa League) non guardando o facendo finta di guardare il resto delle partecipanti.

3
Arenaviola / Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« il: Oggi alle 03:00:49 pm »
Che le due tifoserie siano profondamente diverse é un fatto, basta guardare le posizioni che vanno per la maggioranza a livello politico.
Detto questo, sono proprio i tifosi della Roma a non saper giudicare un allenatore per quello che veramente ha dimostrato, bensì solo per il suo nome e perché subiscono la risonanza mediatica che il personaggio ha (quindi forse é qualcun altro che non sa fare i distinguo). Mourinho ha condotto dal punto di vista del gioco, una stagione a dir poco orrenda, di quelle stagioni che riescono forse a far disinnamorare un tifoso del calcio: zero gioco e tante prestazioni sofferte anche contro squadre con valori tecnici decisamente più bassi.
La Lazio, dal canto suo, con una squadra nel complesso inferiore (per esempio, non hanno quasi nessun giocatore all’altezza dei titolari in panchina, ma neanche lontanamente), dopo una brutta partenza, ha sfoggiato probabilmente il miglior gioco d’Italia, arrivando davanti alla Roma in campionato (con una rosa, ripeto, inferiore ai giallorossi) ed uscendo in Europa League (forse anche in maniera immeritata) giocando contro il Porto, che sulla carta, a parte Tottenham e forse la Roma stessa, é di gran lunga superiore ad ogni singola squadra che quest’anno ha partecipato alla Conference League. Non vedo però i tifosi della Lazio osannare Sarri (che certamente ringraziano), come i tifosi della Roma osannano Mourinho (attenzione, Mourinho veniva osannato dai tifosi romanisti da molto prima della vittoria della Conference League). Questo per me significa essere burini ed é per questo che parlo di Roma come seconda squadra della capitale. Anche perché se guardiamo i titoli, é logico che si discute di due squadre molto simili, per non dire identiche, anche se la Roma certamente ha qualche tifoso in più e quindi più entrate.

Ovviamente poi parlare di livello simile tra squadre di Europa League e Conference (prendendo poi per esempio sole le semifinaliste…) denota una spiccata disonestà intellettuale di fondo: la squadra più forte dai sedicesimi in poi della conference forse é proprio la Roma; in Europa League c’erano squadre come Atalanta, Lazio, Lipsia, Bayer Leverkusen, Barcellona, Porto, Napoli, Francoforte… che sono tutte squadre con rose o più forti della Roma o al massimo leggermente inferiori; ma ce ne sarebbero anche altre da citare. La squadra più forte incontrata dai giallorossi in conference é il Leicester…
Quelle arrivate in semifinale di Europa League non sono le migliori squadre della competizione, ma se guardiamo le rose, nel complesso, sono comunque superiori alle semifinalisti di Conference League, come normale che sia tra l’altro (a parte della Roma).
Ricordiamo inoltre che la Roma non solo ha affrontato una competizione decisamente alla portata, ma ha anche avuto un calendario piuttosto agevole. Vogliamo, per esempio, ricordare il passaggio del turno con il Vitesse all’ultimo secondo, dove si é giocato a calcio solo per 20-30 minuti (nei 180 totali) nella partita di andata e per merito del Vitesse?
Reputo ovviamente la vittoria della conference un buon risultato, ci mancherebbe, ma bisogna guardare anche oltre e capire il percorso fatto che ha portato ad una certa meta, ed il campionato della Roma é stato a dir poco modesto ed a tratti orribile dal punto di vista del gioco (ma dov’é il divertimento nel calcio se si assiste a certe partite?); in conference invece, ovviamente, il risultato é buono ma la competizione é quello che é, il calendario é stato piuttosto favorevole ed anche lì le prestazioni sono state a dir poco insufficienti contro squadre poi assai modeste se non addirittura da bassa Serie A.


4
Mercato / Re:MERCATO 2022
« il: Maggio 25, 2022, 11:46:08 pm »
Guardiamo il lato positivo: Mourinho rimarrà a vita alla Roma  ;D
I giallorossi hanno sicuramente i loro meriti, ma va detto che hanno affrontato tutte squadre decisamente meno forti di loro, quantomeno sulla carta.

5
Mercato / Re:MERCATO 2022
« il: Maggio 25, 2022, 08:13:41 pm »
Sono d’accordo con Alex: chi si aspettava 150 milioni da spendere, é perché non ha tenuto conto degli acquisti fatti, ma il problema é proprio questo: siamo sicuri che Pradè e compagnia sappiano investire al meglio quei soldi? Com’é andata nei mercati precedenti? Chi per un motivo, o chi per un altro, dei tanti acquisti fatti (dai 10 milioni in su specialmente) hanno floppato. Va anche ricordato che la maggior parte dei giocatori che ci hanno portato in in Europa, c’erano anche nella vecchia gestione.

Con i soldi che abbiamo (considerando che altri ne arriveranno dalle cessioni, si può tranquillamente rinforzare la squadra, e neanche di poco, ma seppur io abbia fiducia in Pradè, non c’é molto da stare tranquilli.

6
Arenaviola / Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« il: Maggio 25, 2022, 12:11:47 am »
Francamente mi sembra migliorato e non poco sulla gestione della palla, e per me ha fatto più che benino, ma il punto é un altro: se tu, metti a disposizione di Italiano due mezzali come Barak e Papu Gomez (poi i nomi posso essere anche altri, ma sono degli esempi per capire lo spessore e le caratteristiche degli acquisti che andrebbero fatti in quei ruoli), allora un Amrabat puoi permetterlo alla grande, anzi: forse un centrale di centrocampo del genere sarebbe pure più utile; un conto però sarebbe quello di affiancare ad Amrabat gente come Duncan e Maleh: a quel punto il centrocampo sarebbe squilibrato e non in linea con l’idea dell’allenatore. Quindi, non renderebbe, qualunque siano i nomi.

7
Arenaviola / Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« il: Maggio 24, 2022, 03:02:30 pm »
Lucas Leiva è un giocatore da due tocchi, Amrabat è un giocatore da cento tocchi. Sono profondamente diversi proprio nella loro concezione di fare calcio. Lucas non è un regista alla Pizarro, è più un uomo d'ordine davanti alla difesa, Amrabat invece è un mediano bravino con i piedi.

Semplicemente Italiano ha tentato quest’anno di trasformarlo in un regista alla Leiva ed in parte ci é riuscito. Comprendo poi gli scetticismi nel puntare su Amrabat come titolare per un’intera stagione, però dire che Leiva ed Amrabat siano agli antipodi é fuorviante.

8
Arenaviola / Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« il: Maggio 24, 2022, 02:29:46 pm »
In realtà, Torreira è proprio IL prototipo del regista che s'incastra alla perfezione nel sistema di Italiano, soprattutto per il suo lavoro senza palla. Un giocatore più statico, anche se con visione di gioco e piedi d'élite, annegherebbe, all'interno del meccanismo di continuo pressing e scalate in avanti proposto dall'allenatore viola.
Al di là del fatto che è impossibile che giocatori del livello di quelli da te citati possano approdare alla Fiorentina, quest'estate, mi permetto soltanto di segnalare che Tonali è un centrocampista totalmente diverso da Jorginho e Torreira. Di certo, non può essere un regista, specialmente di un centrocampo a tre.
Non esageriamo. All'Arsenal e all'Atlético Madrid certamente non ha esaltato, ma si è riuscito comunque a ritagliare qualche spazio e ad affermarsi come un buon giocatore di rotazione.
Amrabat e Lucas Leiva mi sento di poter dire che sono giocatori quasi agli antipodi.

Per come é stato sfruttato negli ultimi tre anni Amrabat, ovvero come centrocampista centrale nei 3 di centrocampo, non penso che si possa definire tanto diverso da Leiva, che non é mai stato un regista “classico”, bensì più uno che recuperava palloni per le mezzali che con la loro qualità impostavano al meglio l’azione.
L’Amrabat di Verona faceva tutt’altro, ma a Firenze, soprattutto quest’anno, ha dimostrato di saper fare il nuovo ruolo che gli stato ricucito.

9
Arenaviola / Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« il: Maggio 24, 2022, 08:45:32 am »
Sono d’accordo con te ed aggiungo che questa forse sarebbe la mia scelta preferita, ma dopo una stagione intera in cui Italiano non li ha fatti giocare insieme (a parte 2-3 spezzoni finali di partita), anche in situazioni di difficoltà numeriche, penso che non ci siano speranze a riguardo.

10
Arenaviola / Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« il: Maggio 24, 2022, 08:10:27 am »
Con due mezzali di qualità si può fare. Lo stesso Lucas Leiva é più simile ad Amrabat eppure quello della Lazio é un centrocampo equilibrato.

11
Arenaviola / Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« il: Maggio 23, 2022, 09:07:47 pm »
Amrabat regista lo abbiamo già vissuto e siamo dovuti andare di corsa a prendere torreira. Se mi do una martellata sul dito la prossima volta che prende il martello non ci rimetto il dito a portata di martellata.

Quest’anno da regista ha fatto tante ottime prestazioni. L’anno scorso poi era anche una situazione particolare, dove molti giocatori non hanno reso. Poi ovviamente Amrabat andrebbe benissimo se compreranno due mezzali forti (ricordo ancora che Italiano faceva giocare Bonaventura e Castrovilli insieme), perché é uno che ti da di più in fase di rottura del gioco rispetto a Torreira. Poi, attenzione: concordo che Torreira sia stato trattato a pesci in faccia e che dopo una stagione del genere non é ammissibile ciò.

12
Arenaviola / Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« il: Maggio 23, 2022, 02:22:03 pm »
Con 2 competizioni più la coppa Italia da giocarsi, Amrabat non può certo farsele tutte.
Torreira non mi ha riempito gli occhi, non è il regista alla Liverani o alla Pirlo che credo vorrebbe anche Italiano ma a quella cifra, anche solo per farci cassa, era da prendere SUBITO.

Pradè è un uomo senza coraggio, perché se l'avesse avuto si sarebbe dimesso seduta stante. Era lui che ha fatto di tutto per portare Torreira qui, lui che sicuramente si era speso in mille discorsi col giocatore. Se alla fine decideranno di lasciarlo all'arsenal allora lui dovrebbe prendere posizione, a meno che (estremamente difficile) non abbiano di meglio.

Quanto all'allenatore non sono straconvibto che alla fine si andrà avanti con lui, viste queste premesse.

Barone vale un Cognigni, ne più ne meno. Ma scordiamoci che agisca fuori dalle direttive di Rocco, che quando ha voluto portare Amrabat ha agito di testa sua... Se lasceranno libero Torreira sarà perché Rocco in primis ha deciso così, Pradè e Italiano credo lo avrebbero di sicuro riscattato.
Questo potrebbe rappresentare l'inizio della fine, una evidente distanza di pensiero e quindi una palese limitazione di autonomia e peso sulla costruzione della squadra. Un professionista che si rispetti, in queste condizioni non può lavorare bene.

Ma basterebbe anche Pulgar come riserva di un titolare forte. Se la loro scelta é quella di puntare su Amrabat, é chiaro che i soldi del mancato acquisto di Torreira andranno spesi su in altri ruoli. Poi sia chiaro, neanch’io sono d’accordo su questa scelta, però bisogna anche capire come ci siano arrivati.

13
Arenaviola / Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« il: Maggio 23, 2022, 12:07:17 am »
Io ho la sensazione che Rocco voglia imporre Amrabat come titolare, perché a lui piace ed é stato pagato tanto: e credo pure che stia rosicando visto che negli ultimi anni sono stati presi tanti giocatori a 10-15 milioni che poi non hanno reso. Ergo, probabilmente ha considerato l’investimento su Torreira non necessario. Francamente non sono d’accordo e mi dispiace tanto per Lucas.
Capirei la scelta, quantomeno in parte, se dovessero arrivare due mezzali di qualità, e tenendo a mente che Italiano, quando stavano bene, faceva giocare Bonaventura insieme e Castrovilli insieme, allora forse un Amrabat a centrocampo é più utile.

14
Arenaviola / Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« il: Maggio 22, 2022, 01:14:04 pm »
La conferenza stampa di Italiano post partita é stata piuttosto chiara:
Ha fatto capire chiaramente che vuole rimanere (lo ha detto più volte) ma anche che vuole diversi giocatori e che deve esserci un accordo a 360 gradi tra le parti sul mercato (gira voci che Commisso abbiamo bloccato l’acquisto di Julian Alvarez, che era già della Fiorentina, per esempio).

15
Arenaviola / Re:LA FIORENTINA DI ITALIANO
« il: Maggio 21, 2022, 03:02:31 pm »
Forse giocandola sta coppa conferenze non è così male, vedendo l entusiasmo che c'è a Roma.
Però sinceramente non me ne frega molto, io sono ancora troppo deluso e arrabbiato per Genova, è stato un tradimento troppo grave.
Più che la qualificazione alla conferenza vorrei non vedere più almeno l'80% di ste facce con le nostre maglie

L’entusiasmo dei tifosi della seconda squadra di Roma deriva dal fatto che sono dei burini nell’animo. Incensano Mourinho da inizio anno quando è proprio da inizio anno che propongono un calcio vergognoso avendo speso 120 milioni sul mercato con una rosa di base già buona.

Per il resto sono d’accordo.

Pagine: [1] 2 3 ... 150